TheFork Awards by Identità Golose 2022: i vincitori, le foto, le parole, gli applausi alla nuova cucina

Report finale dalla serata che ha celebrato i dieci ristoranti di tutt'Italia che sono risultati i più votati dalla giuria popolare, compresi i quattro che hanno ricevuto le menzioni speciali. Le parole di Marchi, Ceroni e Ambeskovic

26-10-2022
a cura di Identità Golose
Paolo Marchi, Almir Ambeskovic e Claudio Ceroni co

Paolo Marchi, Almir Ambeskovic e Claudio Ceroni con i finalisti dei TheFork Awards by Identità Golose 2022

Note e scatti a margine della serata finale - che si è svolta ieri a Milano, nel futuristico ambiente degli IBM Studios di piazza Gae Aulenti - dei TheFork Awards by Identità Golose 2022, l'ormai consolidato e prestigioso format che celebra l’innovazione continua del mondo della ristorazione e premia non solo le nuove aperture, ma anche quei locali che hanno rinnovato la propria gestione tra ottobre 2021 e agosto 2022. A concorrere erano le insegne entrate nella preziosa lista stilata dai maggiori cuochi del panorama nazionale: 55 top chef avevano infatti nominato 46 ristoranti, una selezione scrupolosa che si estende per l’Italia intera e abbraccia non solo indirizzi fine dining, ma include anche la pizza di qualità e intriganti contaminazioni. Il progetto, giunto alla quarta edizione, è concepito e curato da TheFork, piattaforma leader nella prenotazione online dei ristoranti, in collaborazione con Identità Golose.

Paolo Marchi, Gerry Scotti, Antonino Cannavacciuolo, Almir Ambeskovic e Claudio Ceroni

Paolo Marchi, Gerry Scotti, Antonino Cannavacciuolo, Almir Ambeskovic e Claudio Ceroni

Come abbiamo raccontato qui, la serata finale è stata innanzitutto una festa per i dieci ristoranti risultati più votati dagli utenti di TheFork: si tratta di Azotea di Torino, Contrada Bricconi di Oltressenda Alta (Bergamo), Ad Maiora di Modena, Chic Nonna di Firenze, Pulejo di Roma, Oltremare di Maiori (Salerno), Volta del Fuenti di Vietri sul Mare (Salerno), Ognissanti di Trani (Bareletta Andria Trani), Charleston di Palermo e Cala Luna de Le Calette di Cefalù (Palermo). Tra di loro, quattro hanno conquistato premi speciali: il Pulejo di Roma, chef-patron Davide Puleio, è stato il vincitore del People’s Choice Award; Acqua Panna & San Pellegrino ha premiato Chic Nonna di Vito Mollica (Firenze); Fever Tree ha premiato Contrada Bricconi (Oltressenda Alta, Bergamo); infine la giuria composta dai cinque food influencer di Realize Networks, ha scelto di attribuire al ristorante Azotea di Torino il suo Influencers’ choice award (ma vi abbiamo già raccontato più diffusamente tutto qui).

Davide Puleio col top chef che ha segnalato il suo Pulejo, Francesco Apreda

Davide Puleio col top chef che ha segnalato il suo Pulejo, Francesco Apreda

David Bonissone, f&b manager di Chic Nonna a Firenze

David Bonissone, f&b manager di Chic Nonna a Firenze

A destra, Michele Lazzarini di Contrada Bricconi a Oltressenda Alta (Bergamo)

A destra, Michele Lazzarini di Contrada Bricconi a Oltressenda Alta (Bergamo)

Alexander Robles e Noemi Dell'Agnello di Azotea

Alexander Robles e Noemi Dell'Agnello di Azotea

Ma ora sentiamo i protagonisti della serata:

Almir Ambeskovic, ceo di TheFork: «Siamo giunti alla quarta edizione di questo premio. L'ambizione iniziale era innanzitutto quella di creare un evento per promuovere le novità in campo ristorativo, che diventasse un appuntamento fisso di anno in anno. Ci abbiamo ragionato a lungo per trovare il format giusto, con l'aiuto d'Identità Golose. Volevamo coinvolgere anche coloro "che già ce l'hanno fatta", i grandi chef insomma, perché con il loro endorsement segnalassero le più interessanti nuove aperture, per farle così scoprire al grande pubblico e porle di fronte al voto dei nostri utenti. Esito è questo TheFork Awards by Identità Golose, qualcosa di unico, quando si dice "fare sistema" tra chi è già celebrato e chi ha bisogno di supporto per una avventura appena cominciata. Ora abbiamo esportato questo format anche all'estero: siamo partiti dall'Italia, ma tra poche settimane ci sarà la terza edizione francese, a Bordeaux, e ancor prima, a inizio novembre, è previsto l'esordio dell'edizione spagnola, a Madrid».

Almir Ambeskovic

Almir Ambeskovic

Claudio Ceroni, fondatore di Identità Golose: «Questo è l'unico premio nato ed esistente in Italia che celebra le nuove aperture. Di base non è nelle corde di Identità Golose questo tipo di attività, non siamo nati e non esistiamo perché qualcuno vinca e tutti gli altri perdano, la nostra missione è diversa. Per cui è stato difficile creare un meccanismo efficace che avesse un valore etico e una sua utilità. Lo abbiamo fatto mettendo insieme una giuria di top chef molto ampia, quest'anno ben 55, che hanno selezionato 46 insegne che li hanno colpiti. Questo è qualcosa che si può fare solo nel mondo della ristorazione, perché è un mondo generoso».

Claudio Ceroni e Paolo Marchi

Claudio Ceroni e Paolo Marchi

Paolo Marchi, fondatore e curatore di Identità Golose: «Tutti i dieci finalisti sono vincitori del TheFork Awards by Identità Golose 2022. La cosa molto bella e un po' crudele è che però, come nelle finali olimpiche, tutti sono felici di esserci, poi certo ognuno spera di ottenere il premio più ambito... L'altra mia annotazione: i 55 top chef hanno nominato in tutto 46 ristoranti, il che vuol dire che qualcuno ha ottenuto indicazioni plurime. Dà l'idea di come i nostri grandi chef credano nel mestiere che fanno, riconoscano i meriti anche al di là del fatto che l'uno o l'altro dei "giovani" sia stato un suo allievo. Non è qualcosa di così scontato. Infine, invito i miei colleghi ad andare a vedere chi sono questi 46 nominati, sono spesso sorprese incredibili. È troppo facile scriverne quando prenderanno la stella: il momento giusto è adesso».

Antonino Cannavacciuolo, che ha firmato il menu della serata (vedi sotto i piatti) sul palco col presentatore Gerry Scotti, che è anche produttore dei vini utilizzati per il pairing

Antonino Cannavacciuolo, che ha firmato il menu della serata (vedi sotto i piatti) sul palco col presentatore Gerry Scotti, che è anche produttore dei vini utilizzati per il pairing

Scampi di Sicilia alla "pizzaiola", maionese di acqua di polpo

Scampi di Sicilia alla "pizzaiola", maionese di acqua di polpo

Riso Carnaroli, bottarga e midollo

Riso Carnaroli, bottarga e midollo

Pastiera...

Pastiera...

Gli staff di Identità Golose e di TheFork che sono stati impegnati mesi per organizzare questi TheFork Awards by Identità Golose 2022

Gli staff di Identità Golose e di TheFork che sono stati impegnati mesi per organizzare questi TheFork Awards by Identità Golose 2022


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose