19-11-2023

Il Thanksgiving all'hub con WhistlePig Rye Whisky: la cena speciale del 23 novembre a Milano

La famosa distilleria americana guiderà gli ospiti in una degustazione unica, abbinata alla cucina dell’executive chef di Identità Golose Milano Edoardo Traverso

Per partecipare alla cena speciale del 23 novembre

Per partecipare alla cena speciale del 23 novembre a Identità Golose Milano con WhistlePig clicca qui

Il Thanksgiving day è una festività amatissima negli Stati Uniti, che sta spopolando anche in Italia. Per festeggiarlo al meglio, godendo dell’atmosfera serena che si può avere solo quando si sta tra amici, Identità Golose Milano ha organizzato il 23 novembre una serata speciale.

Ospite d’eccezione la famosa distilleria americana WhistlePig, nata in una fattoria del XIX secolo nel Vermont, che si è affermata per la sua dedizione al grano di segale e per il suo impegno nell'innovazione.

È il 2007 quando un gruppo di amici, senza alcuna precedente esperienza alle spalle, decide di rilevare i circa 200 ettari che circondano una fattoria vecchia 150 anni nel Vermont con l’intenzione di ammodernarla e trasformarla allo stesso tempo anche in distilleria. Arrivano cavalli, pecore, capre, api e, soprattutto, maiali Kunekune: a Mortimer e Mauve, la coppia regina dell’allevamento, si deve il nome di WhistlePig.

La distilleria è immersa in un luogo incontaminato

La distilleria è immersa in un luogo incontaminato

Otto ettari di bosco di acero sono destinati alla produzione di sciroppo, ma all’epoca i campi di segale della proprietà non permettevano di avviare una distillazione di whiskey. Come riuscire a sopperire a questa iniziale mancanza, in attesa che i motori della fattoria entrassero a pieno regime?

È a questo punto della storia che entrano in gioco i due elementi che ne determinano l’inaspettato, ma avvincente plot twist: da una parte Dave Pickerell, il master blender considerato il padre putativo della distillazione artigianale negli USA, che dopo aver conosciuto il team in Vermont resta conquistato dalla loro folle idea; dall’altra uno stock invecchiato 10 anni di rye whiskey da miscelazione, inutilizzato e abbandonato a se stesso, che Pickerell scopre in Canada e decide di far arrivare per iniziare l’avventura di WhistlePig.

L'eccellenza delle materie prime è la base di ogni prodotto firmato WhistlePig

L'eccellenza delle materie prime è la base di ogni prodotto firmato WhistlePig

Da allora molte cose sono cambiate, ma lo spirito resta lo stesso, ancora oggi: quello di esplorare le infinite possibilità che un rye whiskey può offrire.

Fedeli a quelli che sono stati gli insegnamenti di Dave Pickerell, i ragazzi di WhistlePig si fanno innanzitutto tre domande: “Che cosa è stato fatto in passato?”, “Da allora abbiamo imparato qualcosa che possa migliorare ciò sappiamo?” ,“Ci sono altre vie che varrebbe la pena esplorare?”.

Consapevoli che il cammino di distillazione del rye whiskey è spesso un viaggio ancora in evoluzione, in WhistlePig si continua a sperimentare.

Flavia di Giustino, senior brand manager del portafoglio spirits Moët Hennessy Italia

Flavia di Giustino, senior brand manager del portafoglio spirits Moët Hennessy Italia

Per scoprire meglio il mondo di questa eccezionale distilleria abbiamo incontrato Flavia di Giustino, senior brand manager del portafoglio spirits Moët Hennessy Italia.

Quella di WhistlePig sembra una storia uscita da un romanzo d'avventura: un gruppo intraprendente di eroi, un aiutante magico, un tesoro da riscoprire. Quando nasce e chi sono i protagonisti della nascita di questo brand che sta riscrivendo le regole della distillazione del rye whiskey?

Non avrei saputo usare una metafora migliore: quella di WhistlePig sembra davvero una storia da romanzo d’avventura che ha inizio nel 2007, in un tempo dunque molto recente. È allora che un gruppo di amici sceglie di rilevare una vecchia fattoria nel Vermont per riavviarla e farne, allo stesso tempo, una distilleria. Oggi, con soli 16 anni di storia alle spalle, WhistlePig è il rye whiskey più premiato al mondo ed è già riuscito a imporsi sulla scena di questa nicchia del whiskey come un gioiello prezioso e un riferimento per gli appassionati. Il merito, tra gli altri, è naturalmente di Dave Pickerell, quello che hai giustamente indicato come “l’aiutante magico” nonchè uno dei padri putativi della distillazione in America. Fu proprio lui a innamorarsi della folle idea di un rye whiskey giovane e senza storia e regole alle spalle e a rendere tutto possibile!

The Boss Hog, è una preziosa serie speciale in edizione limitata che ogni anno rilascia una chicca diversa

The Boss Hog, è una preziosa serie speciale in edizione limitata che ogni anno rilascia una chicca diversa

Quali sono le referenze disponibili in Italia di WhistlePig? Si adattano anche alla miscelazione o è meglio degustarli neat?

Oggi in Italia distribuiamo fieramente le 3 referenze flagship del brand: WhistlePig 10 Years Old – Small Batch Rye, WhistlePig 12 Years Old – Old World Rye e WhistlePig 15 Years Old – Eastate Oak Rye. Come si evince dal nome, si tratta di tre whiskey WhistlePig con tre invecchiamenti diversi, rispettivamente 10, 12 e 15 anni. Non solo, i whiskey differiscono anche per i tipi di botte in cui subiscono invecchiamento e affinamento. Ci tengo a sottolineare che si tratta di invecchiamenti rarissimi per un rye, di norma i whiskey di segale americani sul mercato fanno invecchiamenti medi di 4 o 5 anni. Mentre per lo scotch è normale vedere la doppia cifra sull’invecchiamento, per un rye è quasi unico. Questo è uno dei motivi che contribuiscono a rendere WhistlePig così prezioso.

Tutti e 3 i whiskey citati sono perfetti da degustare lisci, ma il 10 e il 12 anni si prestano bene anche alla miscelazione. Uno dei miei drink preferiti è proprio il Maple Old Fashioned con WhistlePig 10 Years Old!

Non solo referenze flagship, in Italia arriva annualmente anche un micro lotto di preziosissimo The Boss Hog, una serie speciale in edizione limitata che ogni anno rilascia una chicca diversa. Quest’anno abbiamo The Boss Hog VIII Lapulapu's Pacific.

Con WhistlePig 10 Years Old si può preparare Maple Old Fashioned

Con WhistlePig 10 Years Old si può preparare Maple Old Fashioned

Il 23 novembre si terrà una cena speciale a identità Golose Milano firmata da chef Edoardo Traverso con il pairing firmato WhistlePig. Perché proprio questa giornata?

Il 23 novembre si celebra il Thanksgiving. Il Giorno del Ringraziamento è una delle festività americane più importanti: un giorno intero per fermarsi e prendersi il tempo di dire “grazie”. Così per WhistlePig è il giorno in cui si ringraziano coloro che, giorno dopo giorno, hanno reso tangibile il sogno dei fondatori della distilleria di realizzare il migliore rye whiskey al mondo.

Anche noi in Italia celebreremo il Thanksgiving con WhistePig, attraverso un evento speciale da Identità Golose Milano per portare la tradizione americana in una realtà che da anni collabora con Moët Hennessy. Per l’occasione, sarà possibile godersi lo speciale menù realizzato dalla giovanissima promessa dell’arte culinaria italiana, Edoardo Traverso, in abbinamento a una selezione di speciali signature cocktails firmati WhistlePig.

WhistlePig 15 Years Old – Eastate Oak Rye

WhistlePig 15 Years Old – Eastate Oak Rye

In occasione della cena del 23 novembre, verrà presentato anche un prodotto speciale: di cosa si tratta?

WhistlePig The Boss Hog è una delle uscite annuali di rye whiskey più attese al mondo da appassionati e collezionisti. Quando la prima release di The Boss Hog è stata rilasciata nel 2013, l'obiettivo era quello di offrire agli intenditori una referenza speciale di anno in anno che rappresentasse la massima espressione qualitativa, per materia prima (la segale) e sperimentazione, della distilleria. Oggi, collezionare tutte le edizioni è un traguardo ambito dagli amanti del brand.

La referenza di quest’anno è The Boss Hog VIII Lapulapu’s Pacific ed è un whiskey invecchiato in botte di quercia americana e affinato in botti ex-rum prodotto in piccoli lotti, proveniente da una singola isola delle Filippine. Queste botti hanno ospitato per oltre un decennio un rum ricco e strutturato. Il legno, saturo di tutti quei sentori, conferisce al whiskey finale note di cacao, zucchero di canna e ananas essiccato. Questa referenza rara e unica è acquistabile dal 13 Novembre solo su SpiritAcademy.it e verrà degustata da Identità Golose Milano in via del tutto eccezionale proprio il 23 novembre!

Come si struttura la collaborazione tra WhistlePig e il mondo della mixology? Ci sono delle partnership particolari in corso?

WhistlePig ha creato negli anni legami davvero importanti e forti con la industry dei bartender nel mondo. La League Of the Flying Pig è il programma di bartender advocacy creato dal brand volto a creare una comunità internazionale di bartender appassionati. Attualmente, la lega vanta 350 membri in tutto il mondo e continua a crescere. Il legame con questa community si traduce in incredibili cocktail signature firmati da barmen di tutto il mondo, in visite alla distilleria di WhistlePig nel Vermont per trarre ispirazione e creare insieme nuovi progetti, in eventi dedicati agli attori della industry e in continui scambi di idee. In Italia vantiamo 25 bartender operanti in altrettanti iconici cocktail bars sparsi per la penisola e ben 4 di questi fanno parte dei World’s 50 Best Bars: il Drink Kong con Patrick Pistolesi a Roma, L’Antiquario con Alex Frezza a Napoli, Locale a Firenze e 1930 a Milano. Inolte, proprio in occasione del Giorno del Ringraziamento, 3 locali del circuito a Milano (OfficinaBobVesta) proporranno una speciale carta di signature drinks a base WhistlePig costruiti a 6 mani: ognuno dei 3 locali infatti presenterà due sue proposte + 1 del barman di un altro locale.

La cena a Identità Golose Milano

Ora che conosciamo meglio il fascino di WhistlePig, scopriamo il menu speciale per il Thanksgiving day. Lo chef Edoardo Traverso ha pensato per l’occasione un menu che porterà a Milano il vero spirito americano.

Si comincia con Patata dolce, pasta fillo e crema al fieno, per continuare con la Zucca mantovana, sedano rapa e nocciole. Tradizione ed eleganza per la portata principale il Tacchino del Ringraziamento e il suo fondo.

Per finire in dolcezza, ecco la Torta di mele e panna profumata alla vaniglia. Le portate saranno accompagnate dai whisky pregiati di WhistlePig, alcuni dei quali interpretati in modo contemporaneo dai bartender di Identità Golose Milano.

Per partecipare alla cena speciale del 23 novembre a Identità Golose Milano con WhistlePig clicca qui


Identità Golose Milano

Racconti, storie e immagini dal primo Hub Internazionale della Gastronomia, in via Romagnosi 3 a Milano

Identità Golose

a cura di

Identità Golose