Identità Golose Milano, il 3 giugno si riparte con un ricco calendario. E sarà anche un hub digitale

Motori avviati in via Romagnosi 3, in vista di un giugno con grandi chef e innovative soluzioni per la gestione degli eventi. Tutto quello che c'è da sapere

18-05-2020
Paolo Marchi e Claudio Ceroni riaprono la porta di

Paolo Marchi e Claudio Ceroni riaprono la porta di Identità Golose Milano, primo hub internazionale della gastronomia in via Romagnosi 3. Si parte il 3 giugno

«Se Identità Golose Milano riapre, è un bel segnale per tutti», avevano detto alcuni chef qualche giorno fa a Paolo Marchi. E il primo hub internazionale della gastronomia riapre in effetti, il 3 giugno prossimo, subito dopo il ponte della festa della Repubblica. Con tante novità e tutte le accortezze possibili e immaginabili, persino maggiori a quelle dovute per legge, perché lo spirito di convivialità sarà quello di sempre, ma occorre far le cose per bene una volta di più, in tempi di Coronavirus con la sua lunga coda.

La formula cambia un po' per rimanere uguale a sé stessa: l'ormai consueto calendario di chef ospiti innanzitutto, a partire da Philippe Léveillé che farà da apripista, ma il programma completo lo leggerete in un altro articolo che pubblicheremo tra poco, sempre su questo sito. Spoileriamo però qualcosa, riportando il messaggio divulgato da Claudio Ceroni, con Marchi fondatore e anima di tutte le attività targate IG:

Cari Amici, Identità Golose Milano riaprirà mercoledì 3 giugno.
Vi aspetta un programma ricchissimo con la partecipazione di grandi chef: Philippe Léveillé, Manuel e Christian Costardi, Renato Bosco, Alfonso Caputo, Andrea Ribaldone con Enrico Marmo e molti altri ancora. Grandi professionisti che ringraziamo per aver scelto, insieme a noi, di reagire con fiducia ad un momento di straordinaria difficoltà.
Il nostro impegno è tornare ad accogliervi in piena sicurezza potendo contare su spazi ampi e sulla bella stagione che renderà ancor più gradevole scegliere un tavolo all’aria aperta, nel nostro dehors. Per questo, vi invitiamo a prenotare sin da ora il vostro appuntamento a cena. Naturalmente vi aspettiamo anche a pranzo per gustare il menu estivo creato da Andrea Ribaldone e dal nostro resident chef Simone Maurelli con nuove e golose proposte studiate per l’asporto.
Sarà un piacere tornare ad accogliervi, con un sorriso, in via Romagnosi 3!

Chi scrive è reduce da una videoconferenza che ha visto come protagonisti proprio Marchi e Ceroni, in collegamento audio e video tutti coloro che partecipano a vario titolo all'avventura di Identità Golose Milano. Non solo un'occasione per ritrovarsi, seppur a distanza, dopo le settimane solitarie di lockdown; ma anche il modo per testare nuove formule, perché l'hub ricomincia com'era arricchendo però la propria naturale vocazione virtuale e tecnologica per diventare così punto di ritrovo dell'enogastronomia (e del turismo, dell'hôtellerie, del mondo della finanza e dell'impresa...) anche via web.

Dunque eventi, conferenze e incontri con platee online collegate attraverso una nuova piattaforma digitale targata Identità Golose Milano, cucita su misura per l'immediato ma che diventerà poi un'opzione stabile scavallando le necessità del momento, per implementare una proposta sempre al passo coi tempi («Il dialogo di prima, ma attraverso nuove dinamiche e soluzioni ottimali che utilizzano strumenti di alta tecnologia», ha chiosato Cinzia Benzi nel presentare l'iniziativa). «In collaborazione con Cvm variamo questo nuovo strumento, più performante rispetto agli altri che abbiamo ben conosciuto in questi mesi, perché consente un controllo completo dei contenuti che verranno condivisi, attraverso la nostra regia in via Romagnosi. Un sistema molto innovativo - ha spiegato Ceroni - Siamo alla vigilia di una nuova fase, che segue a quella precedente di disorientamento. Ma innestiamo ora idee nuove per il futuro, ben consapevoli che il digitale ci offre una strada alternativa e importanti opportunità di lavoro, per quanto il rapporto umano resti una nostra vocazione e una nostra caratteristica fondamentale».

Lo staff di Identità durante la

Lo staff di Identità durante la "prova generale" del nuovo format digitale

L'attività di IGM proseguirà per tutto il mese di giugno, prima di una pausa estiva che sarà più lunga del solito vista la situazione, con ripartenza a settembre: «Noi siamo una voce, e vogliamo ricominciare a farci sentire anche per poter dare la parola alla cucina italiana, ossia la nostra missione», ha concluso Ceroni, passando il microfono a Paolo Marchi: «Grazie alle dirette di Instagram, che continueranno per tutto giugno, ho visto che l'umore del mondo della ristorazione è passato dal nero intenso (con le incertezze e la mancanza di chiarezza, peraltro perdurante, da parte del Governo centrale e delle amministrazioni regionali) a tinte molto più vivaci - ha spiegato Marchi - La preoccupazione rimarrà per un po'; ma è un bel segnale la nostra riapertura, anche perché molti, se non tutti, ci riconoscono la capacità di fare da collettore e da megafono al nostro settore, in Italia e non solo. Poter tornare a lavorare ha dato forza a noi e, di riflesso, anche a chi lavora nello stesso nostro ambito. Siamo davvero soddisfatti della risposta che stiamo avendo dagli chef, hanno voglia di riprendere l'attività e anche di venire ospiti qui: ciò mi fa concludere che abbiamo seminato molto bene. Ci riconoscono competenza, bravura e, anche se ogni tanto possiamo sbagliare, assoluta buona fede».

Ha parlato anche Claudio Scavizzi, ceo di MagentaBureau, ossia la "base" di tutte le attività di IG: «Stiamo procedendo con la sanificazione completa dei locali; potenzieremo ulteriormente il servizio di igienizzazione, già attivo; garantiremo il distanziamento sociale sia tra chi lavora - che sarà sempre munito di mascherina - sia per i commensali; ci sarà il rilevamento costante della temperatura corporea e l'utilizzo di gel disinfettante, con un nostro Covid manager interno che gestirà ogni misura di sicurezza igienico-sanitaria». La prenotazione attraverso The Fork, che è sempre stato uno dei punti di forza dell'hub, diventerà obbligatoria, in modo da gestire al meglio i flussi in entrata e uscita. Perché Identità Golose Milano torna, ma in tutta sicurezza.


Rubriche

Identità Golose Milano

Racconti, storie e immagini dal primo Hub Internazionale della Gastronomia, in via Romagnosi 3 a Milano