17-04-2005

Bardolino

Il lago di Garda ha tre sponde, quella trentina è il paradiso di chi solca le acque in windsurf, quella bresciana è da decenni una meta sicura per i golosoni e quella veronese lo sta diventando a sua volta, dopo lustri e lustri dominati da una sola preoccupazione: far soldi con i tedeschi, quelli di bocca buona, tutto spaghetti, pizza e chiasso. In tal senso, è importante sapere che per la prima volta quest’anno la Michelin ha acceso una stella su un locale della gardesana orientale, la Vecchia Malcesine di Leandro Luppi a Malcesine, telefono 045.7400469, e che a Bardolino si può bere del valido Bardolino, quello di Matilde Poggi, e mangiare e stare altrettanto bene al Giardino delle Esperidi. Matilde è la titolare dell’azienda agricola Le Fraghe a Cavaion Veronese, 045.7236832, www.fraghe.it. Dobbiamo invece la miglior insegna del posto a tre socie che prima ancora sono amiche. Sono qui, in una via pedonale del centro storico a ridosso del lago, dal 1992, a lungo con i loro mariti, poi sole perché la vita può essere anche splendida ma in egual misura dolorosa. Un tempo avevano in cucina Pino, ora sua moglie Marilena Vedovelli così come la sala e la cantina sono sempre state il dominio di Susanna Tezzon, ieri con Franco, oggi con Anna, che fa la spola tra Susi e sua sorella Mari. Il Giardino delle Esperidi non è un ristorante in senso stretto, è molto di più. È come entrare in una casa privata e accomodarsi vuoi in salotto vuori in sala da pranzo, con tre signore che si prendono cura di te. Alcuni punti sono delle sicurezze: grandi materie prime, grandi vini, tanto affetto e sensibilità. Se siete in zona e cercare due spaghi e via, andate a bussare altrove. Certo, mi ha stupito che signore così accorte ricorrano ancora alle fogliolone di prezzemolo per guarnire i piatti, un obbrobrio che mi hanno riferito appartiene già al passato (evviva). E poi Marilena ha gusto e notevole scorta di olio di gomito che le perdoni alcune sbandate, ad esempio con le Mezze maniche con puntarelle, pomodori secchi e ricotta, un non-formaggio che ammoscia qualsiasi primo. C’è invece sapore e carica in tante altre proposte: Spaghetti alla chitarra asparagi e tuorlo fritto, Parmigiana di tartufo, Filetto di pesce di lago in salsa di salvia e spumante, Frittelle di baccalà, Carne di toro marinata, Rollè di coniglio con uova di quaglia, Torta di pere con gelato al gorgonzola (troppo intenso). Un giardino felice.

Il GIARDINO delle ESPERIDI
in via Mameli 1 a BARDOLINO (Verona)
Telefono: 045.6210477 Chiusura: tutto martedì e mercoledì a pranzo
Prezzi medi: Antipasti 9,50 €, Primi 10 €, Secondi 12,50 €, Formaggi 8 € e Dolci 5 € Coperto: no
Coefficiente di difficoltà: scarso, cucina attenta e simpatica

Cibi Divini

I ristoranti di tutto il mondo raccontati nel Giornale da Paolo Marchi dal febbraio 1994 all’inverno 2011. E dalla primavera per i lettori del sito identitagolose.it

Paolo Marchi

a cura di

Paolo Marchi

nato a Milano nel marzo 1955, al Giornale per 31 anni dividendosi tra sport e gastronomia, è ideatore e curatore dal 2004 di Identità Golose.
blog www.paolomarchi.it
instagram instagram.com/oloapmarchi

Consulta tutti gli articoli dell'autore