Dieci motivi per cui MAD ha successo

Migliorare l’industria del cibo attraverso l'assunzione di responsabilità sociali. Il bilancio dell'evento di Copenhagen

28-08-2018 | 18:00
Il tendone da circo di MAD, simposio di due giorni

Il tendone da circo di MAD, simposio di due giorni concluso ieri a Copenhagen

Si è chiusa ieri pomeriggio a Copenhagen la sesta edizione di MAD. È un simposio di due giorni, concepito da una compagnia non profit messa in piedi nel 2011 da Rene Redzepi, chef del Noma. Al suo fianco c’è Melina Shannon-Dipietro, executive director italo-americana di un evento che punta a costruire una rete globale di persone che lavorano per migliorare l’industria del cibo. Sono animati, spiega la headline del movimento, da «coscienza sociale, senso di curiosità e appetito per il cambiamento». Insieme, «si battono per concepire un mondo migliore, più sano, sostenibile e delizioso per cuochi e commensali».

In questo momento MAD è l’evento più illuminato sui radar globali. Abbiamo cercato di capirne i motivi, esprimendoli attraverso una serie di appunti.

- Da sempre priva di sponsor, MAD si sostiene attraverso donazioni private e il biglietto che pagano i partecipanti a ciascuna edizione, 3.500 corone danesi (470 euro circa). Quest’anno sono accorsi 600 partecipanti da 58 nazioni, selezionati tra decine di migliaia di richieste. Il numero ridotto dei presenti consente di concentrare il focus sui contenuti, con poche dispersioni.

Il barcone che conduceva, in 10 minuti di tratta, al sito di MAD

Il barcone che conduceva, in 10 minuti di tratta, al sito di MAD

A sinistra, Dan Giusti, ex sous chef del Noma: missione cibo per gli studenti delle scuole

A sinistra, Dan Giusti, ex sous chef del Noma: missione cibo per gli studenti delle scuole

- L’evento è sostenuto da 60 volontari di 20 paesi, molto dei quali appartenenti allo staff del Noma, tradizionalmente chiuso nei due giorni del simposio (domenica e lunedì). L’accoglienza è la stessa del ristorante, molto premurosa: sulla soglia d’ingresso del sito c’è Redzepi in persona a dare il benvenuto a ciascuno. Il fatto curioso è che il macedone/danese non comparirà quasi mai sotto ai riflettori per tutta la durata dell’evento. Come a dire: spazio alle idee e non all’ego, una sottrazione rara e molto apprezzabile.

- In generale, il clima è ovunque molto civile, amichevole, “socialista” si diceva scherzando ma non troppo. La staff incoraggia ad abbattere in fretta le diffidenze tra individui che non si sono mai incontrati prima (non tutti, ovviamente). Dall’imbarco fino al personale onsite è un chiedere continuo: come va? ti serve qualcosa? dimmi se posso esserti utile. Premure contagiose sui partecipanti, che non hanno timore a presentarsi spontaneamente al vicino di tavolo per scambiare idee e impressioni.

- Il simposio si sviluppa attraverso tre luoghi: un tendone rosso da circo, teatro dei 17 interventi principali della due giorni (le keynotes and conversations) e un tendone bianco accanto, il “ristorante” in cui ci si rifocilla a ondate a colazione, pranzo e per il coffee break di metà pomeriggio. Tutt’attorno, altre piccole mini-tende da 30 posti l’una, sede delle breakout sessions delle 11, in entrambe le giornate. 

I fish taco del pranzo, a cura di Rocio Sanchez

I fish taco del pranzo, a cura di Rocio Sanchez

Khao Yum per colazione (foto themadfeed/Instagram)

Khao Yum per colazione (foto themadfeed/Instagram)

- Alto ed eterodosso è il contenuto degli assaggi del tendone bianco: ricordiamo con gioia il breakfast thai con noodles khao dtom sen o khao yum («mai fatto colazioni così piccanti», lamentavano gli occidentali), accompagnati dal pane incredibile da sourdough di Richard Hart, un signore che aprirà una bakery a Copenhagen in autunno. E il set di fish taco di Rosio Sanchez, ex pasticciera del Noma oggi al timone di una taqueria (Hija de Sanchez) e di un ristorante più ambizioso (Sanchez) in città. Tutto annaffiato dai simboli della Copenhagen reinassance: una varietà di caffè filtrati (The Coffee Collective, Koppi…) e birre artigianali da sballo, assieme a tè rari, kombucha di rosa, sidro e l’acqua con cui fare refill gratis nelle ormai celebri bottigliette di vetro targate Mad.

- Naturalmente, sono i contenuti e i protagonisti degli interventi a definire la cifra complessiva di un evento. Nelle due giornate, si sono alternati sul palco cuochi, docenti universitari, filosofi, psicologi, direttori d’orchestra, chirurghi, motivational coach, giornalisti, cantanti, visual artist, produttori di Hollywood, maestri di meditazione, food manager e giornalisti a larga prevalenza statunitense e danese (riflesso della provenienza dei due curatori di MAD). C’è stata una sola vera lezione di cucina, a cura di Jay Fai, regina 72enne dello street-food di Bangkok («Il segreto della mia omelette di granchio? Mettere più granchio che uovo»). Una conferma di un messaggio sempre più chiaro e forte nel nostro mondo: «La cucina è ben più che la somma delle sue ricette», per dirla con Massimo Bottura, cuoco sintonizzato da tempo sulla stessa onda della responsabilità civile e sociale. Oppure: «Se hai un megafono di così grandi dimensioni», ha gridato a Mad il filosofo Vincent Hendricks, «devi servire ben più di un'esperienza di cibo.

CURATORI. Melina Shannon-Dipietro e, defilato, Rene Redzepi

CURATORI. Melina Shannon-Dipietro e, defilato, Rene Redzepi

(Foto instagram/starvefood)

(Foto instagram/starvefood)

- Nelle loro competenze diversissime, tutti i relatori di MAD erano mossi da un filo rosso comune, “Mind the gap”, cioè «colmare la distanza tra la ristorazione attuale e quella che vorremmo», dettare modelli che possano eventualmente tracimare anche fuori dalle mura di un ristorante, «costruire ponti, e non muri, rivendicare a chiare lettere il desiderio di vivere in un mondo migliore, in un periodo in cui fa paura anche solo avere delle opinioni». Paure non estranee nemmeno ai civilissimi paesi nordici, se è vero che alle elezioni del 9 settembre in Svezia potrebbe fare il pieno di voti Sverigedemokraterna, partito con inclinazioni xenofobe.

- Ma il focus principale era dentro alle mura del ristorante. Quasi della metà degli interventi erano orientati a ricalibrare la gender equality, l'uguaglinza di genere. Numerose le testimonianze femminili di bullismo, abusi, misoginia. «Per troppo tempo», ha spiegato ad esempio il cuoco australiano Ben Shewry, «abbiamo avuto un atteggiamento di m***a verso le donne, è il momento di rivedere i rapporti all’interno della cucina». La giornalista americana Kim Severson: «Abbiamo nuotato per anni in acque tossiche e solo ora ce ne accorgiamo». #metoo in cucina.

- Le storie che abbiamo apprezzato di più sono quelle di riscatto di due ragazzi di origini africane, continente su cui grava un colpevole silenzio del fine dining: l’artista di origini ghanesi Jeanette Ehlers e il direttore della tracciabilità del caffè di Starbucks Arthur Karuletwa, scampato al genocidio in Rwanda. Due biografie molto intense su identità perdute e ritrovate attraverso il cibo. Si è parlato anche di climate change, di come testosterone e ossitocina incidono sull'agire di uomini e donne, dell’importanza di combattere l’ansia e trasmettere la leadership, di progetti che diano finalmente dignità al cibo delle scuole (il grande Dan Giusti con Brigaid). Issue cruciali e di spessore alternate a interventi di necessario alleggerimento ed entertainment.

Tende chiuse a fine evento

Tende chiuse a fine evento

- MAD non è esente da critiche, naturalmente. Talvolta serpeggiava un’autocelebrazione narcisistica da “casta degli eletti”, che strideva col messaggio di uguaglianza che si voleva lanciare. Nella sequenza di interventi (un ritmo mozzafiato) si notava qualche eccesso di spettacolarizzazione cui gli europei mostrano in genere meno tolleranza degli americani. Ma sono quisquilie perché non vediamo l’ora di tornare il prossimo anno. Anche per conoscere i dettagli della Scuola di Mad, la grande novità annunciata a fil di sirena.


Rubriche

Zanattamente buono

Il punto di Gabriele Zanatta: insegne, cuochi e ghiotti orientamenti in Italia e nel mondo


Iscrizione alla newsletter

Per iscriversi compilare il modulo sottostante in tutte le sue parti.

Sarà nostro piacere tenervi costantemente informati.






Selezionare la newsletter a cui ci si vuole iscrivere.


Selezionare la categoria in cui vi identificate per lavoro o semplice passione e curiosità.



INFORMAZIONI SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

1) INTRODUZIONE

La società Identità Web S.r.l. (P.I. e C.F. 07845670962), con sede legale in Corso Magenta, 46 - 20123 Milano, informa gli utenti che i dati personali forniti da ciascuno nell’utilizzo del sito web www.identitagolose.it, anche raggiungibile tramite il dominio .com (di seguito, “Sito”), saranno oggetto di trattamento nei termini di seguito descritti che costituiscono la presente Informativa sulla Privacy (di seguito “Informativa”), resa anche ai sensi del Regolamento UE n. 2016/679 (di seguito, “Regolamento”).
La presente Informativa è resa esclusivamente per il Sito e non si applica per eventuali altri siti web che siano raggiungibili dagli utenti tramite link presenti sul Sito.

2) TITOLARE E RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO

Titolare del trattamento dei dati personali è la società Identità Web S.r.l. (P.I. e C.F. 07845670962), con sede legale in Corso Magenta, 46 - 20123 Milano (di seguito, “Titolare”), la quale potrà essere contattata scrivendo all’indirizzo e-mail: info@identitaweb.it. Responsabile del trattamento è il soggetto nominato pro tempore dal Titolare, il cui nominativo è consultabile presso la sede legale del Titolare.

3) TIPOLOGIA DEI DATI TRATTATI

Il Titolare raccoglie dati personali individualmente identificabili inviati dagli utenti attraverso l’utilizzo del Sito, ed altri dati non individualmente identificabili raccolti attraverso i Cookies.
Il Titolare raccoglie dati personali dagli utenti che utilizzano il Sito e quindi, a titolo esemplificativo e non esaustivo, dagli utenti che si iscrivono alla newsletter del Sito, dagli utenti che si iscrivono all’area riservata del Sito, anche per l’acquisto di titoli di ingresso ai congressi e alle altre iniziative di Identità Golose. Sempre a titolo esemplificativo e non esaustivo, tali dati personali possono consistere in:

  • nome e cognome dell’utente;
  • indirizzo di posta elettronica dell’utente;
  • indirizzo di fatturazione dell’utente,
  • indirizzo di residenza o di domicilio dell’utente;
  • numero di telefono dell’utente;
  • dati relativi alla carta di credito utilizzata dall’utente;
  • professione o interessi dell’utente.

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del Sito acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti.
In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al Sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente.
Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del Sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l’elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del Sito: salva questa eventualità, i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni. 
Il Titolare dichiara che tutti i dati vengono sempre e comunque trattati nel rispetto dei diritti alla riservatezza degli interessi, nonché delle garanzie e delle misure necessarie prescritte dal Regolamento e dai provvedimenti dell’Autorità Garante della Privacy.

4) MODALITÁ DEL TRATTAMENTO

Il trattamento dei dati personali potrà avvenire mediante strumenti elettronici e/o manuali, con modalità compatibili alle finalità dello stesso e nel rispetto di tutte le misure di sicurezza prescritte dalla normativa vigente, al fine di garantire la riservatezza, la sicurezza e l’integrità dei suddetti dati. 
Il trattamento dei dati di navigazione quali i cookie vengono trattati in conformità alla Cookie Policy consultabile al seguente link (http://www.identitagolose.it/sito/it/195/cookie-policy.html), ove sono disponibili ulteriori informazioni, incluse le modalità di disattivazione dei cookie stessi.

5) OBBLIGATORIETÀ DEL CONFERIMENTO DEI DATI – BASE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO

Il conferimento di taluni dati personali è necessario, e quindi obbligatorio, per poter dare corso a specifiche richieste degli utenti. 
Gli utenti sono sempre liberi di non fornire i dati personali richiesti ma in tal caso potrebbe essere impossibile per il Titolare soddisfare le richieste ricevute dagli utenti come, a titolo esemplificativo e non esaustivo, inviare le newsletter o portare a termine il processo di acquisto on-line dei servizi offerti sul Sito.
Il conferimento dei dati personali è obbligatorio per le seguenti modalità di utilizzo del Sito da parte degli utenti:

  • l’iscrizione alla newsletter del Sito (sono necessari nome e cognome, interesse o professione dell’utente e suo indirizzo e-mail);
  • la registrazione sul Sito per l’apertura di un account personale (sono necessari nome, cognome, indirizzo e-mail, password, indirizzo di residenza);
  • l’acquisto dei titoli di ingresso ai congressi e alle altre iniziative di Identità Golose (sono necessari nome, cognome, indirizzo, recapito telefonico, e-mail, password, dati relativi alla carta di credito o ad altra modalità di pagamento dei servizi acquistati).

Il Titolare potrebbe richiedere anche altri dati il cui conferimento è facoltativo, per il trattamento dei quali è richiesto il consenso degli utenti, che possono prestarlo o meno. Il consenso può essere prestato attraverso l’utilizzo del Sito, come, a titolo esemplificativo e non esaustivo, nei form per l’iscrizione alla newsletter o per la registrazione di un nuovo account personale, o al momento dell’effettuazione di un ordine di acquisto di servizi disponibili sul Sito.  
I dati il cui conferimento è obbligatorio saranno trattati per le seguenti finalità primarie:

  • consentire l’utilizzo del Sito da parte degli utenti;
  • garantire la registrazione all’area riservata del Sito, ove l’utente può usufruire dei servizi ivi presenti, incluso l’acquisto di titoli di accesso ai congressi e alle altre iniziative di Identità Golose;
  • inviare le newsletter agli utenti che ne facciano richiesta compilando l’apposito form sul Sito;
  • svolgimento di ordinarie attività gestionali, contabili e amministrative;
  • adempimento di obblighi previsti dalla legge, siano essi di natura fiscale, amministrativa, contrattuale o extracontrattuale;
  • tutela dei diritti del Titolare e del proprio personale;
  • elaborazione in forma anonima e/o aggregata dei dati stessi a fini statistici, per il monitoraggio dell’andamento del Sito e per elaborare statistiche anonime e/o aggregate in merito agli interessi degli utenti del Sito.

In tutti i casi sopra elencati, il Titolare non necessita di acquisire lo specifico consenso da parte dell'utente, poiché la base giuridica del trattamento è la necessità di eseguire obblighi contrattuali (la vendita dei servizi disponibili sul Sito) o di adempiere a specifiche richieste dell'utente (l'invio di newsletter e la fruizione dei contenuti del Sito) o di esercitare diritti e perseguire interessi legittimi del Titolare.

6) TEMPI DI CONSERVAZIONE DEI DATI

I dati personali raccolti dal Titolare saranno trattati con supporti elettronici e saranno conservati presso il Titolare esclusivamente fino a quando gli utenti manterranno l’iscrizione alla newsletter del Sito e/o il proprio account personale sul Sito, fatti salvi eventuali tempi di conservazione diversi imposti dalla legge.
Trascorsi tali tempi di conservazione, i dati personali saranno cancellati automaticamente oppure resi anonimi in modo permanente.

7) COMUNICAZIONE DI DATI DI ALTRI SOGGETTI DA PARTE DELL’UTENTE

Gli utenti prendono atto che l’eventuale indicazione di dati personali e di contatto di qualsiasi terzo soggetto costituisce un trattamento di dati personali rispetto al quale gli utenti si pongono come autonomi titolari, assumendosi tutti gli obblighi e le responsabilità previste dal Regolamento. Gli utenti garantiscono sin d’ora che tali dati sono stati acquisiti in piena conformità al Regolamento e si impegnano a manlevare il Titolare da ogni contestazione, pretesa e azione che qualsivoglia terzo soggetto dovesse muovere nei confronti del Titolare medesimo.

8) COMUNICAZIONE DEI DATI A SOGGETTI TERZI

Possono venire a conoscenza dei dati personali di cui alla presente informativa, in qualità di responsabili o incaricati del trattamento, i dipendenti del Titolare, ciascuno limitatamente alle proprie competenze e mansioni e sulla base dei compiti assegnati e delle istruzioni impartite.
Il Titolare ha la facoltà di comunicare i dati personali degli utenti, per le finalità primarie di cui sopra, a qualsiasi soggetto il cui intervento nel trattamento sia necessario per le ordinarie attività gestionali, contabili e amministrative, quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo: 

  • società del gruppo;
  • a terzi fornitori dei servizi richiesti al solo fine di eseguire la prestazione richiesta;
  • a società di servizi postali,
  • a istituti bancari e intermediari finanziari,
  • a studi legali e notarili,
  • a consulenti, anche in forma associata,
  • a società di servizio,
  • nonché ad altri soggetti in ottemperanza a eventuali obblighi di legge.

I dati trattati per le finalità qui indicate potranno essere comunicati, sempre nel rispetto delle specifiche misure di sicurezza, a soggetti terzi, appositamente designati quali responsabili o incaricati, dei quali il Titolare potrebbe avvalersi per servizi vari (servizi postali, assistenza tecnica e informatica, e simili).
In taluni specifici casi i dati personali potrebbero essere anche trasferiti all’estero, presso soggetti aventi sede anche in paesi al di fuori dell’Unione Europea. In tale eventualità, il trasferimento di dati all’estero avverrà adottando le clausole contrattuali prescritte dalla decisione del 5 febbraio 2010 della Commissione Europea, nonché in modo da fornire garanzie appropriate e opportune ai sensi degli artt. 46 o 47 o 49 del Regolamento.
Il Titolare dichiara di non raccogliere dati personali per rivenderli o trasferirli a terzi a fini di marketing. In nessun caso i dati personali oggetto della presente informativa potranno essere diffusi.

9) DIRITTI DELL’INTERESSATO

Gli utenti (o “interessati”, come definiti dal Regolamento) possono in qualsiasi momento rivolgersi al Titolare per esercitare i diritti previsti dagli articoli 15 e seguenti del Regolamento. 
Gli utenti hanno il diritto di ottenere in qualsiasi momento la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che li che riguardino, di conoscerne il contenuto e l’origine, verificarne e chiederne l’integrazione, l’aggiornamento oppure la rettificazione. Gli utenti hanno altresì il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, la limitazione del trattamento dei propri dati personali, affinché siano unicamente conservati dal Titolare, nelle ipotesi previste dall’art. 18 del Regolamento, la portabilità dei propri dati personali, nonché di opporsi, in ogni caso al loro trattamento. 
L’utente ha anche diritto di proporre un reclamo al Garante della Privacy (autorità di controllo), ai sensi dell’art. art 77 del Regolamento, nonché di revocare il proprio consenso in qualsiasi momento, senza che ciò pregiudichi la liceità del trattamento basato sul consenso prestato prima della revoca, ai sensi dell’art. 7.3 del Regolamento.
Per l’esercizio di tali diritti, o per ottenere qualsiasi altra informazione in merito, le richieste vanno rivolte via email al seguente indirizzo: info@identitaweb.it.

10) MODIFICHE ALLA PRESENTE INFORMATIVA SULLA PRIVACY

Il Titolare si riserva di modificare la presente informativa sulla privacy, comunicandolo agli utenti e richiedendo il consenso ove previsto dalla normativa vigente.

Attenzione!