Crostata di ricotta, la ricetta

Un'antica tradizione delle montagne lucane dà origine a una deliziosa torta pasquale che oggi si prepara tutto l'anno

05-07-2020
La Crostata di ricotta di Maia Babolin

La Crostata di ricotta di Maia Babolin

"Nella botte piccola c'è il vino buono", una consona realtà che dà vita a un celebre proverbio con cui è possibile metaforizzare le più disparate realtà e tra queste parlando di regioni la Basilicata è un ottimo esempio di botte piccola dal vino buono. Il territorio confina con ben tre regioni (Puglia, Campania e Calabria) da cui proviene un mix di influenze culturali e due mari (Tirreno e Jonio) generose fonti di turismo e prodotti ittici. Una regione dai differenti scenari, dalle città testimoni di storiche civiltà, dal 1993 riconosciuta dall'Unesco culla di un patrimonio dell'umanità: i Sassi di Matera

Parlando di Matera è inevitabile citare il suo pane, prodotto lucano Igp che si caratterizza per l'inconfondibile "forma a cornetto", l'impiego del grano duro, la lunga e storica lavorazione, la crosta esterna croccante bruna e la lunga conservazione. Altre eccellenze gastronomiche lucane: la Melanzana Rossa di Rotonda, il Peperone di Senise, i Fagioli di Sarconi e molteplici latticini tra cui il Pecorino di Filiano il casieddu, la ricotta dura salata.

Soffermando il focus sui latticini, emerge un altro prodotto caratteristico della Basilicata: la Crostata di ricotta. Solitamente era possibile trovare questo dolce nelle zone montuose in quanto era più semplice reperire le materie prime necessarie, ingredienti importanti e indispensabili per il significato intrinseco: la farina rappresentava la ricchezza, la ricotta il lavoro e le uova la nuova vita. La crostata di ricotta tradizionalmente veniva preparata durante il periodo pasquale ad oggi invece è possibile trovarla tutti i giorni del calendario ma attenzione perché ogni famiglia conserva la propria ricetta e varianti: chi la lascia molto semplice, chi inserisce nella farcia amarene o cioccolato o chi si cimenta in decorazioni un po' più elaborate, tutto sommato l'importante è la presenza dell'ingrediente cardine, la ricotta. 

Crostata di ricotta

INGREDIENTI
per la pasta frolla
100 g burro
225 g farina 
75 g zucchero
1 uovo
vaniglia 
scorza di limone grattugiata 
un pizzico di sale 

per la farcia
300 g ricotta 
125 g zucchero a velo
2 uova 
scorza di limone grattugiata 

per la decorazione
150 g ricotta 
50 ml panna 
70 g zucchero a velo
amarene 

PROCEDIMENTO
1. Inizia preparando la pasta frolla: lavora il burro con la farina e gli aromi, aggiungi lo zucchero poi unisci l'uovo, il sale e impasta bene. Copri l'impasto con la pellicola e lascia riposare in frigo. 

2. Prepara la farcia: riduci a crema la ricotta poi unisci le uova, lo zucchero e la scorza di limone. Mescola bene fino ad ottenere una crema liscia e uniforme. 

3. Stendi la frolla quindi rivesti una tortiera bucherellando il fondo. 

4. Inserisci la farcia. 

5. Cuoci a 180°C per circa 50 minuti. 

6. A cottura ultimata, lasciala raffreddare la crostata, nel frattempo prepara la crema per guarnirla mescolando ricotta, panna e zucchero a velo.

7. Inserisci la crema in una sac-a-poche quindi decora la crostata a piacimento. Termina con le amarene. 


Rubriche

Dolcezze

Anticipazioni, personaggi e insegne del lato sweet del pianeta gola