Trattorie d'autore: tappa a Identità Golose Milano per la Romagna autentica de La Sangiovesa

Un viaggio nell'entroterra, alla scoperta della storica insegna di Santarcangelo di Romagna, con i sapori genuini di chef Massimiliano Mussoni, ospite venerdì 7 ottobre all'Hub di Via Romagnosi

05-10-2022
a cura di Identità Golose
La copertina del libro La Sangiovesa, l'oster

La copertina del libro La Sangiovesa, l'osteria di Santarcangelo scritto da Giorgio Melandri con le fotografie di Maurizio Gjivovich, che raccoglie storia e ricette della Trattoria d'autore in Santarcangelo di Romagna, ospite a Identità Golose Milano, il prossimo venerdì 7 ottobre (per info e prenotazioni clicca qui) per una serata unica all'insegna della genuinità e della tradizione, con i piatti firmati dallo chef Massimiliano Mussoni

L’Hub di via Romagnosi è una cornice di gusto: dal fine dining alla pizza contemporanea, dalla valorizzazione delle eccellenze italiane alle piacevoli incursioni nei sapori d’oltreoceano, fino a un amore genuino e spontaneo verso quella che è la cellula originaria della ristorazione nazionale, la trattoria, che Identità Golose Milano vuole accogliere e promuovere attraverso i grandi protagonisti del Bel Paese. Ebbene, iniziamo con un primo incontro che profuma di Romagna, celebrata in tutto e per tutto dalle preparazioni firmate Massimiliano Mussoni, chef della trattoria La Sangiovesa di Santarcangelo di Romagna per lo spin-off Trattorie d’autore. Appuntamento al prossimo venerdì 7 ottobre (per prenotare il tuo tavolo in Hub, visita il sito di Identità Golose Milano).

Lo chef Massimiliano Mussoni

Lo chef Massimiliano Mussoni

La Sangiovesa: vera e propria istituzione per il delizioso borgo che l’accoglie, appena 10 km a nord di Rimini; un punto di riferimento per quella parte di Romagna distante dal turismo costiero di massa. Questa è la Romagna dell’entroterra, la Romagna medievale: la Romagna autentica. E proprio qui, immerso in un luogo leggendario, tra mura di origine settecentesca (costituivano Palazzo Nadiani,ndr) da ben 30 anni dimora il progetto della famiglia Maggioli con il prezioso supporto di Tonino Guerra, poeta, scrittore e sceneggiatore, a cui si deve proprio il nome dell’osteria.

Ragion per cui, la Sangiovesa non è soltanto una trattoria, bensì costola di una visione ben più ampia. Un progetto, dicevamo, concepito e sviluppato da una famiglia che ama la buona cucina, tanto da volerla ospitare e interpretare in un luogo unico, un tempio di quei valori autentici della tavola romagnola, radicati nella tradizione e diffusi attraverso un paniere di bontà locali.

Foto tratta dal libro, La Sangiovesa, l'osteria di Santarcangelo

Foto tratta dal libro, La Sangiovesa, l'osteria di Santarcangelo

Non è un caso, allora, se le materie prime proposte nel menu dell’osteria siano prevalentemente, se non completamente, locali: a partire dalla Tenuta Saiano, azienda agricola di proprietà della famiglia Maggioli, un paradiso terrestre di vigneti, uliveti, pascoli; regime biologico garantito e una filiera direttissima.

E sarà questa la sostanza, confortevole e genuina, della cena in vista il prossimo 7 ottobre nello spazio di Identità Golose Milano: un menu alla riscoperta dell’animo verace di questa Romagna operosa, identitaria e squisita.

Scopriamolo insieme: si inizia con il cassone alle erbe di campo, porchetta artigianale di Tenuta Saiano e polpetta di lesso a cui segue la Zuppa di cipolle dell’acqua di Santarcangelo, manfrigoli, focaccia croccante e Parmigiano Reggiano vacche rosse 36 mesi. Primo piatto di pura tradizione, Mussoni porta in tavola le Tagliatelle, rigorosamente stese a mano, con ragù di rigaglie di cortile.

Il viaggio continua con un Agnello di Tenuta Saiano al vermut Demos (di propria produzione) con pane alle erbe e porcini, millefoglie di patate e tartufo nero, inno alla campagna romagnola e ai "gioielli" d'autunno, funghi e tartufi. Di dolcezza non ce n'è mai abbastanza e dunque, primo assaggio di Crema pasticcera e ciambella di Romagna, oltre alla Pesca all’alchermes ambrato di Tenuta Saiano con squacquerone e fichi caramellati. Da leccarsi i baffi, ma dopotutto in Romagna, la bontà è uno stile di vita.

Ne troverete ampia conferma in questa cena, e chissà in un viaggio direzione Sangiovesa che, per l'occasione, omaggerà il pubblico dell'Hub con il libro "La Sangiovesa, l'osteria di Santarcangelo" scritto da Giorgio Melandri con le fotografie di Maurizio Gjivovich.

Per info e prenotazioni consultare il sito dell'Hub.


Rubriche

Identità Golose Milano

Racconti, storie e immagini dal primo Hub Internazionale della Gastronomia, in via Romagnosi 3 a Milano