Al via a Expo le Women's Weeks

L'Esposizione Universale celebra il fondamentale ruolo delle donne nell'alimentazione del mondo

02-07-2015
Women’s Weeks, l’altra metà della Terra: con

Women’s Weeks, l’altra metà della Terra: con questo titolo è stato organizzato un ricco programma di eventi e incontri internazionali che mette al centro la donna a Expo Milano 2015. Nelle intense giornate dedicate a Women for Expo verranno discusse tutte le sfide che le donne devono affrontare per affermarsi come motore di crescita e di cambiamento in tutto il mondo

Dal 29 giugno al 10 luglio Expo si tinge di rosa per valorizzare il ruolo centrale delle donne nel nutrire il pianeta. Informazione e intrattenimento si alterneranno con un fitto calendario, in cui oltre 200 invitate tra cui artiste, scrittrici, cantanti e manager provenienti dai 5 continenti racconteranno il cibo, per il corpo e per la mente.

Madrine e ideatrici della manifestazione sono Emma Bonino, il presidente di Women for Expo e Marta Dassù, il presidente esecutivo, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri, la Cooperazione Internazionale e con Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori.

È innegabile, sono le donne, o meglio le mamme, il “primo chef “ dei bambini; sono loro, nella maggior parte del mondo, soprattutto rurale, a fare la spesa e a cucinare per la famiglia, a gestire il focolare domestico, in prima linea nella lotta contro lo spreco alimentare. Ma non solo, «le donne sono anche il 43% della forza lavoro agricola e vanno supportate» dice Albina Assis Africano, Commissario Generale dell’Angola a Expo. Una filiera al femminile che si declina dalla produzione alla distribuzione e al commercio e infine manipolazione del cibo, facendo delle donne le vere protagoniste di “Nutrire il Pianeta. Energia per la Vita”.

Emma Bonino, presidente onorario di Women for Expo

Emma Bonino, presidente onorario di Women for Expo

Tanti gli eventi in programma, organizzati in collaborazione con FAO e il Programma Alimentare Mondiale, tra cui lezioni di economia domestica nel ventunesimo secolo, incontri sulla sicurezza alimentare e dibattiti su fame e obesità, due aspetti dello stesso problema di malnutrizione.

Women’s Week
guarda anche al futuro con l’evento “Starting from the Girl” di Save the Children e dà voce all’economia al femminile con iniziative rivolte alle imprenditrici di oggi e domani; «c’è bisogno di una nuova governance e di creare modelli economici innovativi e concreti» dice l’ex deputata Giovanna Melandri, cui fa eco Claudia Parzani di Valore D. Spettacolare chiusura con la parata di “Table for the World” lungo il Decumano, in attesa del secondo capitolo a Ottobre.

A 20 ani da Beijing 1995, quando nacque “Platform for Action”, per la valorizzazione femminile e i diritti delle donne, Expo 2015 lascia in eredità Women for Expo Alliance, una vera e propria dichiarazione di intenti che mette nero su bianco quest’alleanza in rosa e invita a impegnarsi per un equo e sostenibile accesso alle risorse. Inoltre, il format di Women for Expo potrebbe diventare parte integrante e permanente delle Esposizioni Universali, con particolare interesse al prossimo, Dubai 2020.


Rubriche

Tutto Expo

Linea diretta con l'Esposizione Universale 2015


Olio Coppini