Emilia Romagna a Tavola: una bussola sulle bontà della regione

Nel nuovo progetto, firmato da Alberto Cauzzi e Andrea Grignaffini, 100 ristoranti, 30 pizzerie, 25 vini ma anche 26 prodotti

16-11-2021
Premianti e premiati accorsi alla Scuola di Cucina

Premianti e premiati accorsi alla Scuola di Cucina di Alma (Colorno, Parma) per la presentazione di “Emilia Romagna a Tavola: la nuova guida alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche”, Post Editori (acquista online)

Alberto Cauzzi e Andrea Grignaffini firmano una guida gastronomica dedicata alla regione Emilia Romagna. Una bussola che segnala 100 ristoranti, 30 pizzerie, 25 vini e 26 prodotti. Partiamo proprio da questi ultimi, un valore aggiunto non da poco della pubblicazione. «In effetti», spiegava Cauzzi in sede di presentazione, l’aula magna della scuola di Alma a Colorno, Parma, «avete colto l’aspetto più originale di questa guida. Noi crediamo e puntiamo molto sulle materie prime. Vogliamo parlare dei prodotti, offrendo uno stimolo al lettore, sempre più attento, che può attingere alle “buone cose”, espressione di veronelliana memoria».

Andrea Grignaffini, ex allievo proprio del grande Luigi Veronelli, aggiunge: «Vi anticipo che la nostra idea è di potenziare fortemente questo spazio per le prossime edizioni. Non abbiamo dubbi che sia un aspetto culturale informativo fondamentale per uno che ha la passione del mangiar bene».

La guida segnala insegne da provare per il puro piacere di stare bene. È uno strumento meno “cuoco-centrico”, più esperienziale, non sottolinea tavole stellate nè assegna voti: «Il criterio di selezione», spiegano gli autori, «è aver scelto il meglio. Certo, il numero di partenza è destinato a crescere nel tempo».

I curatori Andrea Grignaffini, Alberto Cauzzi e l'editore Filiberto Zovico

I curatori Andrea Grignaffini, Alberto Cauzzi e l'editore Filiberto Zovico

Dopo 12 anni di Passione Gourmet, sito di riferimento in grande crescita dei nostri, era arrivato il momento di stampare una guida di carta. È stato possibile grazie alla casa editrice Post Editori, che ha realizzato un progetto per valorizzare la regione d’Italia che, si precisava, «Più di tutte sintetizza da un punto di vista enogastronomico classicismo e avanguardia, conciliando e al tempo stesso superando entrambi».

C’era bisogno dell’ennesima guida? Rispondiamo con le parole di Massimo Bottura, presenza illustre della cerimonia: «Eccome: questo è uno strumento che ti guida attraverso percorsi poco conosciuti, suggerendo al lettore tavole meno scontate. Per non parlare dei prodotti e dei produttori che fanno grande la nostra Emilia Romagna».

La guida si compone di recensioni ai ristoranti, da Piacenza e provincia fino a Rimini per poi lasciare posto alle pizzerie, alle 25 etichette imperdibili, terminando con la segnalazione dei prodotti, dall’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena fino al Vermut.

«Questa guida», hanno ricordato gli autori, «nasce dal prezioso contributo di una squadra di colleghi e amici con i quali abbiamo condiviso ogni passaggio». Un team molto competente e affiatato: Errica Tamani, Leila Salimbeni (rispettivamente Food Writer dell’anno per la Guida Identità Golose nel 2012 e 2021), Alice, Gianni e Sara Tognacci, Adriana Blanc e Grazia Di Giannandrea.

La parte iniziale del volume elenca 13 premi. Il Cuoco dell’anno? Massimo Bottura, inevitabilmente. La guida si acquista nelle librerie oppure online a quest’indirizzo. Prezzo di copertina: 20 euro.


Rubriche

In libreria

Pubblicazioni e novità editoriali del pianeta gola