Birra Moretti leggi le news
S.Pellegrino leggi le news
Monograno Felicetti leggi le news
Petra leggi le news
Lavazza leggi le news
Grana Padano leggi le news
Guida 2014 - Acquista ora
Heinz Beck Eric Pras Ryan Clift Mario Tirotto Arcangelo Dandini Davide Scabin Francesco Sposito
Rodrigo Oliveira Identitą  Golose - i protagonisti della cucina Ciccio Sultano
Jordi Vilą Renato Bosco
Pieter Lonneville Fabio Barbaglini
Salvatore Tassa Pascal Barbot Massimo Bottura Andrea Sbrizzo Carlo Cracco Josep Roca Ugo Alciati
24-04-2014

Fritto Misto, tutti ad Ascoli

E' prevista dal 25 aprile al 4 maggio ad Ascoli Piceno la decima edizione di Fritto Misto. Molto ricco il programma di eventi allestito nella patria dell’oliva tenera ascolana: tra le novità, la presenza di 4 cuochi che imposteranno il loro Menù 10 e Lode! e la presentazione del libro di ricette “10 in Pastella – Ricette e personaggi di Fritto Misto”, con 50 delle più famose ricette di fritto nazionali ed internazionali

22-04-2014

Lecce e il Festival della Dieta Med

I prodotti del Salento non solo sono sbarcati sul NYTimes, ma saranno protagonisti, 26 aprile-4 maggio, al Festival della Dieta Med-Italiana in piazza Sant’Oronzo a Lecce, creato per farli conoscere, degustare e apprezzare a chi visita e vive questa terra. Dai vini agli oli extravergine, dalla pasta ai formaggi e ai salumi, dai condimenti alle pucce calde, cotte e preparate all’istante. E guai scordarsi la Formula 30-20-10, dormi con 30, mangi con 20 e acquisti con 10 euro

18-04-2014

Alfredo Russo apre a Dubai (e oltre)

Alfredo Russo, chef del Dolce Stil Novo alla Reggia di Venaria (Torino), ha inaugurato a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, il ristorante Vivaldi by Alfredo Russo. "Il progetto", leggiamo nel comunicato stampa, "si inserisce come progetto pilota per future nuove operazioni in Medio Oriente e in nuove aree geografiche". L'apertura si aggiunge ai già presentio ristoranti Cafe Torino, dei trattoria-concept già attivi in un altro continente ancora: Città del Messico

17-04-2014

Delmonte al timone di Via Settembrini

Già cuoco del Vicolo del Curato di Fano e prima ancora da Pinchiorri, al Magnolia, alla Locanda del Povero Diavolo e al Pagliaccio, Federico Del Monte riparte da Roma, quartiere Prati per l'esattezza. Guiderà la brigata del Via Settembrini, in via Settembrini 27 a Roma, telefono +39.06.3232617. Prende il posto di Luigi Nastri, trasferitosi a La Gazzetta di Parigi, a sua volta rimasto orfano di Petter Nilsson, tornato in Svezia allo Spritmuseum

16-04-2014

Premio Francesco Arrigoni 2014

Domenica 4 maggio prossimo, presso il Monastero San Pietro in Lamosa di Provaglio d'Iseo (Brescia), sarà assegnato il Premio Francesco Arrigoni 2014, riconoscimento che intende onorare la memoria del giornalista bergamasco. La giuria, presieduta da Antonella Colleoni, moglie di Francesco, assegnerà il premio da 5mila euro e tre simboli che ricordano lo scrittore prematuramente scomparso

15-04-2014

Birra Expo a Piacenza

Una finestra sull'universo della birra artigianale italiana: microbirrifici, aziende di macchinari, attrezzature di produzione e forniture per le birrerie. Si aprirà a Piacenza Expo dall'8 all'11 maggio, in occasione di Birra Expo, Salone nazionale della birra artigianale. Nutrito il calendario di conferenze, incontri, degustazioni e corsi con i grandi esperti italiani. Apertura da giovedì a sabato, dalle 16 alle 2. Domenica dalle 10 a mezzanotte

14-04-2014

Il 1° piano del Mercato Centrale Firenze

C’è grande attesa per la riapertura imminente del primo piano del Mercato Centrale Firenze. Il taglio del nastro è fissato per mercoledì 23 aprile, mentre il giorno successivo, giovedì 24, aprirà al pubblico. Gli spazi verranno restituiti alla città completamente rinnovati con 12 botteghe artiginali e di qualità, inclusi ristorante, enoteca, pizzeria, birreria, scuola di cucina, enoscuola, banca, libreria... per un totale di 500 posti a sedere

11-04-2014

I Costardi e Le Toque Blanches

L’associazione francese Le Toques Blanches du Monde, oltre 6mila cuochi affiliati da tutto il mondo, ha scelto Christian e Manuel Costardi del ristorante omonimo di Vercelli come testimonial per iniziare a vendere online prodotti rappresentativi di un certo paese. Si inizia con l’Italia: i fratelli Costardi hanno selezionato una serie di eccellenze dall’Aceto Balsamico di Modena di Leonardi al Grissino di Cigliano fino al riso Carnaroli a loro marchio

10-04-2014

Henderson, premio alla carriera

E' stato assegnato al britannico Fergus Henderson il riconoscimento alla carriera della World's 50Best 2014, classifica sui migliori ristoranti del mondo che verrà ufficializzata alla Guildhall di Londra il 28 aprile prossimo. Maestro dei tagli di carne e fondatore del marchio St. John, con più punti vendita a Londra, Henderson è stato premiato per aver promosso e diffuso la cucina nose-to-tail, dal naso alla coda: di ogni animle si può cucinare tutto

09-04-2014

Fish & Chef, 1-6 maggio sul Garda

Torna, dall'1 al 6 maggio, in diverse località della sponda veronese del lago di Garda, Fish & Chef, rassegna giunta alla quinta edizione che coinvolge grandi nomi della cucina italiana, alle prese con il pesce di lago. Nel cartellone di quest'anno, cuochi del calibro di Luigi Taglienti, Mauro Uliassi, Felice Lo Basso, Alberto Tonizzo, Anthony Genovese, Leandro Luppi, Giuseppe D’Aquino, Stefano BaioccoGionata Bignotti...

07-04-2014

La Torre: Renato Bosco a Verona

Si chiama La Torre il nuovo locale del pizzaiolo Renato Bosco a Verona, apertura mercoledì prossimo in stradone Scipione Maffei 1, telefono +39.045.2525464 e pizzacaffelatorre@gmail.com. La proposta prevede i "classici" crunch e doppio crunch di pizza, mozzarella di pane, club sandwich, lievitati dolci, biscotti con caffetteria di qualità e una selezione di birre artigianali, alla spina e in bottiglia 

06-04-2014

Lunelli e Bisol, gli sposi delle bollicine

Il Gruppo Lunelli, una realtà per tutte: le Cantine Ferrari a Ravina di Trento, è entrato al 50% nella Bisol Desiderio & Figli, storica cantine di Valdobbiadene Prosecco Superiore; protagonisti dell’operazione, molto importante in chiave mercati mondiali, Matteo Lunelli, amministratore delegato del Gruppo Lunelli, e Gianluca Bisol, presidente della Bisol. Una curiosità: derby stellato a tavola tra i due produttori, tra la Locanda Margon a Trento e il Venissa a Venezia

05-04-2014

Cuoco maldiviano vince il Festival Loiseau

E’ Dammika Sarath, cuoco al Constance Halaveli Maldives, il vincitore della nona edizione del Festival culinarie Bernard Loiseau al resort Belle Mare Plage sull’isola di Mauritius. Preparatosi assieme con il giapponese Masashi Ijichi, chef a La Cachette di Valence, Francia, lacachette.restaurant@ gmail.com, Dammika ha proposto una Zuppa di cocco e fagioli bianchi (antipasto vegetariano) e un Petto d’anatra marinato (piatto principale a tema fisso), davvero perfetto

05-04-2014

Mangia come parli, a Milano

"Mangia come parli – Com’è cambiato il vocabolario del cibo". E' il titolo di un libro e di un convegno organizzato da Slow Food che avrà luogo giovedì 10 aprile, ore 18.30, nella sede di Frigoriferi Milanesi di via Piranesi 10 a Milano. Oltre all'autrice Cinzia Scaffidi, intervengono il filosofo Francesco M. Cataluccio, il giornalista Stefano BartezzaghiMarco Bolasco, direttore Slow Food Editore. Ingresso libero fino a esaurimento posti

04-04-2014

The Cook trasloca ad Arenzano

Da metà maggio, il ristorante The Cook di Ivano Ricchebono ed Elisa Arduini trasloca da Genova Nervi al Comune di Arenzano, sempre in provincia di Genova. Sarà inserito all'interno dell'hotel Poggio e raddoppierà la sua offerta: oltre al ristorante gourmet da 25-30 coperti ci sarà un'insegna di cucina più easy. Con il trasloco del Cook, Genova città perde l'unica stella presente nella Guida Michelin 2014 

1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15

I 10 anni di Identità Golose (Video Brambilla - Serrani - Cicogna, durata 5'31")

Eventi e protagonisti
Grana Padano leggi le news
S.Pellegrino leggi le news
Monograno Felicetti leggi le news
Lavazza leggi le news
Birra Moretti leggi le news
Petra leggi le news
Food&Wine Festival - I prossimi appuntamenti
Home page
Congresso
Guida
Cena con noi
Altri eventi
Dicono di noi
EnglishItaliano
Rubriche - Dal Mondo

Recensioni, segnalazioni e tendenze dai quattro angoli del pianeta, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose

28-07-2012

Budapest ieri e domani

In riva al Danubio per conoscere insegne e delizie di una splendida cittą stretta tra passato e futuro

Particolare dal Nagycsarnok, il bel mercato coperto ai piedi del Ponte della Libertà di Budapest, un luogo perfetto anche per provare il lángos, il più classico tra gli street food ungheresi: è una frittella servita con formaggio e panna acida (foto Pecsvari)
Foto

Particolare dal Nagycsarnok, il bel mercato coperto ai piedi del Ponte della Libertà di Budapest, un luogo perfetto anche per provare il lángos, il più classico tra gli street food ungheresi: è una frittella servita con formaggio e panna acida (foto Pecsvari)


A Budapest d'estate l'aria è torrida, la vita rallenta e come molte altre metropoli europee, la città lentamente si svuota. Nel linguaggio dei locali agosto è la "stagione dei cetrioli": è l'unica pianta che continua a crescere mentre tutto il resto è fermo. Tuttavia, se decidete di visitare questa splendida capitale in estate, potete fuggire all'afa gustando un ottimo gelato o granita in una delle caffetterie storiche.

Nate nell'Ottocento, le kávéház in passato sono state il fulcro della vita culturale nel paese. La loro atmosfera calda e rilassante tutt'ora richiama la gloriosa epoca della monarchia austro-ungarica. Tutte offrono una varietà di caffè (che per la cronaca in Ungheria è un espresso piuttosto simile a quello che beviamo in Italia), un ricco assortimento di pasticcini e torte, gelati, granite e spesso anche piatti leggeri da consumare all'ora di pranzo o cena.

Da non perdere il più classico delle torte ungheresi, la mitica Dobos torta, inventata dall'omonimo pasticciere nel 1884. La torta diventò presto famosa in tutta Europa e oggi ne esistono più di 100 versioni differenti. La sua ricetta è stata tenuta segreta per tutto il periodo in cui Dobos era in attività. Lo ha consegnato all'associazione dei pasticcieri ungheresi il giorno del suo ritiro oltre vent'anni dopo la sua invenzione. Ecco dove trovate le migliori torte Dobos della città:

Una versione della torta Dobos, il dolce più celebre del Paese, farcito con crema al cioccolato e caramello (foto amyisaacson)
Foto

Una versione della torta Dobos, il dolce più celebre del Paese, farcito con crema al cioccolato e caramello (foto amyisaacson)

Gerbaud kávéház: la più famosa tra tutte le caffetterie di Budapest, aspetta i suoi avventori in pieno centro dal lontano 1870 (sebbene già dal 1858 era aperta in un’altra sede). Oltre alla torta Dobos vi consiglio di assaggiare la specialità della casa, la torta Gerbaud e la Sacher. Servono anche ricche colazioni, una gran varietà di coppe con il gelato fatto da loro e piatti freddi tutto il giorno.

Centrál kávéház: oltre all’assortimento di pasticceria, questa splendida caffetteria offre anche una vera cucina, davvero di buon livello. Ogni momento della giornata è ideale per venire al Centrál: in particolare al mattino potete gustare una ricchissima colazione continentale, con alcune proposte che solo nei mesi di luglio e agosto sono disponibili a prezzi inferiori ai 2 euro. Aperto tutti i giorni dalle 8 alle 23, non chiude mai per ferie.

New York kávéház: situato in un maestoso edificio, questa lussuosa caffetteria è stata riportata agli antichi splendori grazie a una lunga e accurata ristrutturazione operata dal gruppo italiano Boscolo Hotels. La Dobos torta qui è proposta in una versione inedita, a monoporzione. Non manca una ricca proposta di pasticceria e una cucina molto curata.

Dopo caffè e pasticcini, nel caso avreste voglia di stuzzicare qualcosa, senza sedervi in un ristorante, ecco qualche interessante proposta di street food.
Leves.: caposaldo della cucina ungherese, la zuppa qui è preparata in molteplici versioni. Quelle estive spesso sono fredde a base di frutta, ma troviamo zuppe con la verdura, brodi ricchi, zuppe con le uova o latticini. La bottega condotta da due giovani ragazzi, entusiasti e spiritosi, propone anche insalate e altri stuzzichini.

Il Mercato Centrale: in ungherese detto Nagycsarnok, vi aspetta ai piedi del Ponte della Libertà questo bellissimo mercato coperto, dall’architettura particolare. Vi trovate sterminati banchi di frutta, verdura, carne, spezie e altri alimenti, e anche diversi chioschi dove potete fare uno spuntino veloce. Al primo piano c’è un famoso chiosco di lángos, forse il più classico tra gli street food ungheresi: una frittella servita con formaggio e panna acida.

Piatto in carta all\'Aranyszarvas, insegna di cucina contemporanea
 
Foto

Piatto in carta all'Aranyszarvas, insegna di cucina contemporanea

 

Se volete dare lustro alla vostra giornata, recatevi a pranzo o a cena in uno dei migliori ristoranti della città. Ecco alcuni consigli.
Aranyszarvas: se le caffetterie nominate in precedenza sono storiche, questo ristorante è addirittura leggendario. È dal 1705 che all’interno del caratteristico edificio ad angolo opera un locale, prima osteria, poi caffetteria, infine ristorante. La piazza antistante ha addirittura preso il nome da questo locale, Aranyszarvas, che in italiano vuol dire “cervo d’oro”. Tanto è antico l’edificio, quanto è moderna la cucina: piatti raffinati preparati con le tecniche più attuali. Molto ricercata anche la carta dei vini, che propone anche diverse etichette al calice. Prezzi à la carte intorno ai 40 euro a persona, è disponibile anche un menu con i piatti del giorno, intorno ai 15-20 euro a persona.

Mák Bisztró: uno dei protagonisti della nouvelle vague della cucina ungherese, questro bistrot cittadino è stato aperto pochi anni fa in un locale luminoso, dal sapore molto contemporaneo. La cucina propone piatti della tradizione ungherese in una versione innovativa, effervescente. Prezzi à la carte intorno ai 30-35 euro a persona. È disponibile un menu per il pranzo a meno di 10 euro.

La mise-en-place dell\'Onyx, insegna con una stella Michelin
Foto

La mise-en-place dell'Onyx, insegna con una stella Michelin

Onyx: recentemente confermata stella Michelin, l’Onyx è una tappa imperdibile per i palati esigenti curiosi di gustare piatti della tradizione culinaria ungherese portata ai massimi livelli. L’ambiente a prima vista può lasciare di stucco (più che stravagante, è proprio kitsch), ma il servizio premuroso tuttavia informale presto vi confermerà che siete nel posto giusto. Rilassatevi e preparatevi a un tripudio di sapori, di intensità crescente dall’antipasto al dolce. Prezzi à la carte intorno ai 50-70 euro a persona. Il menu pranzo è particolarmente conveniente, il prezzo non arriva ai 15 euro. Indispensabile la prenotazione. Carta dei vini molto interessante con una dozzina di etichette proposte al calice.

Tunde Pecsvari

Cresciuta in cucina dalla nonna (che aveva un unico fornitore: l’orto e gli animali del suo cortile), ha speso il suo primo stipendio al ristorante. Anche l’ultimo… Astemia per i primi 33 anni della sua vita, ora sta recuperando tutto quello che ha perso

Loading
Identitą Golose - i protagonisti della cucina
copyright Identitą Web S.r.l. - Tutti i diritti sono riservati
Home | Chi Siamo | Contatti | International cooking convention
Presentazione congresso
Con noi a Milano
Cartella stampa
Chi siamo
Sede
Rassegna stampa
Edizioni passate
Albo d'oro premiati
Edizione 2014
Presentazione 2014
Programma 2014
Il racconto finale
Ristoranti fuori congresso
Presentazione della Guida
Albo d'oro premiati
EDIZIONE 2014
Prefazione di Oscar Farinetti
Prefazione dolce di Carlo Cracco
Introduzione di Paolo Marchi
Premi alle Giovani Stelle
Acquista guida cartacea
Milano FOOD&WINE Festival
Roma FOOD&WINE Festival
Identitą London
Identitą New York
Grandi cuochi all'Opera
Identitą Golose a Host
Tutti a Tavola!! #spesaalmercato
Identitą di libertą
Qoco
Un risotto per Milano
Shanghai
Rassegna stampa
Rassegna video