IG2024: la disobbedienza

15-03-2024

La disobbedienza?: «Tornare a un turismo che faccia amare il territorio e che abbia un futuro»

È questo il messaggio lanciato da Alain Ducasse dal palco di Identità Milano, durante la presentazione di Teritoria, la community di albergatori e ristoratori, ex les Collectionneurs. Delineati gli obiettivi di un nuovo modo di fare accoglienza

Da sinistra, Claudio Ceroni, presidente di MAGENTA

Da sinistra, Claudio Ceroni, presidente di MAGENTAbureau e co-fondatore di Identità Golose assieme a Paolo Marchi, ideatore e curatore di Identità Golose (in quarta posizione sempre da sinistra), il presidente di Teritoria Xavier Alberti, il direttore generale Carole Pourchet, Alain Ducasse, brand president di Teritoria e, a destra, Maddalena Fossati, direttrice de La Cucina Italiana che ha moderato l'incontro. Foto di Brambilla/Serrani

Teritoria, come la Terra, il territorio, è una parola che unisce una community di oltre 430 albergatori e ristoratori, impegnati a prendersi cura dei luoghi, delle persone, delle risorse, e a promuovere una modalità di turismo enogastronomico e di ospitalità sostenibile.

Il progetto associativo Teritoria è stato raccontato a Identità Milano 2024 dal suo brand president Alain Ducasse, mentore e imprenditore dell’haute cuisine, insieme al direttore generale Carole Pourchet e al presidente Xavier Alberti, intervistati da Maddalena Fossati, diretttrice de La Cucina Italiana.

Alain Ducasse 

Alain Ducasse 

«Dobbiamo osare, essere radicali per tornare a un turismo originario che faccia amare il territorio e che abbia un futuro. La nostra community, ex progetto les Collectionneurs fondato nel 1975, ha cambiato nome e capitolo della sua storia proprio per focalizzarsi sull’accelerazione del cambiamento e sulla responsabilità del ripensare le attività in modo ecologico, ponendosi tre grandi sfide» ha spiegato Alain Ducasse. Cambiamento climatico, riduzione delle biodiversità e benessere dei collaboratori sono i primi e principali temi della missione volontaria che Carole Pourchet e ogni associato si impegnano a monitorare in modo concreto. Aggiunge:«In quanto ‘societè à mission’, una forma giuridica francese la quale prevede che i membri individuino una missione con uno o più obiettivi sociali, societari e ambientali, avremo un comitato e un organo di governance a garanzia del raggiungimento degli obiettivi, composto da un albergatore, un ristoratore, un viaggiatore, un esperto di risorse umane e di ambiente dedicati. I soci prenderanno parte all'assemblea generale in riunione annuale per approvare i conti e monitorare i risultati».

La prima sfida concerne la riduzione delle emissioni di gas serra, il calcolo della Carbon Footprint delle proprie attività diminuendone l'impatto nel tempo, il controllo del consumo di energia e di acqua, e il riciclo dei rifiuti. La seconda missione, invece, è quella di migliorare le condizioni di lavoro e di benessere dei dipendenti e le proprie politiche sociali. Il senso stesso dell'ospitalità, ovvero l’arte di prendersi cura degli altri, inizia infatti dal proprio personale, un parametro monitorato dal label QVCL Peace&Work, per cui ognuno periodicamente può dire la sua e suggerire eventuali aggiustamenti.

Terzo atto, preservare la biodiversità e finanziare progetti di agroforestazione nel cuore della Francia e dell’Italia per rimettere gli alberi al centro della produzione agricola e della bellezza dei paesaggi, combinata alla cura degli animali, alla conservazione del suolo e delle risorse idriche. 

A supporto dei viaggiatori, invece, il sito web Teritoria.com consente di prenotare direttamente le strutture, senza commissioni. 

Il pregio di fare sistema e riunire hotel, hotel-ristoranti, bed&breakfast di varie tipologie, ristoranti gourmet, bistrot e stellati in una ‘societè à mission’, è una concreta risposta al momento di grande cambiamento del turismo, delineando un’offerta autentica dell’arte di ospitare a misura d’uomo e d’ambiente che faciliti l’incontro, valorizzi il territorio e l’essenza delle comunità locali.

Il tutto per far vivere esperienze supefacenti e rendere gli ospiti più consapevoli dell’impatto dei loro viaggi.


IG2024: la disobbedienza

Tutti i contenuti di Identità Milano 2024, edizione numero 19 del nostro congresso internazionale.

Barbara Giorgia Alexandra Tassara

a cura di

Barbara Giorgia Alexandra Tassara

Giornalista professionista dal 2004, da sempre curiosa di conoscere, vivere e raccontare gli stili di vita e le arti umane, di incontrare i personaggi più interessanti della tradizione e delle innovazioni. Al centro, le tendenze e gli habitat di moda e di design, il benessere olistico, il gusto che crea emozione

Consulta tutti gli articoli dell'autore