Overture mediterranea

A Stellenbosch per una convincente cucina di territorio che guarda anche dalle nostre parti

24-05-2012
Entrecote con asparagi, funghi saltati e patate fo

Entrecote con asparagi, funghi saltati e patate fondenti di Bertus Basson, chef e patron dell'Overture nella Hidden Valley, a Stellenbosch, Sudafrica, telefono +27.(0)21.8802721. Attorno al ristorante, vigneti a perdita d'occhio e una vista mozzafiato

Nella bellissima Hidden Valley, vicino a Stellenbosch, si nasconde gemma nascosta: il ristorante Overture, di proprietà di Bertus Basson, chef che ha lavorato per molti anni con Bruce Poole da Chez Bruce a Londra prima di tornare in patria e mettersi in proprio. La posizione di Overture è tra le migliori delle Winelands: vigneti a perdita d’occhio, colline che digradano verso il mare, atmosfera idilliaca. Il ristorante ha una bellissima terrazza con vista e un’accogliente sala interna per i giorni più freddi. 

L’esperienza gastronomica è stata tra le migliori in Sudafrica. All’arrivo siamo stati premurosamente accolti e fatti accomodare al nostro tavolo, in un’ottima posizione. Il servizio è stato sempre attento e sollecito: finalmente un ristorante in cui i bicchieri vengono regolarmente riempiti. Lo stile dello chef è “cucina del territorio” con alcune incursioni nella cucina mediterranea, un trend abbastanza diffuso in Sudafrica in questo periodo ma sono pochi gli chef che sanno quello che fanno.

Le seppie con purè di lenticchie

Le seppie con purè di lenticchie

Basson è tra quelli che hanno le idee ben chiare, sia a livello creativo che esecutivo. Si mangia à la carte o si può scegliere fra tre menu degustazione, da quattro (R350), cinque (R410) o otto portate (R600, per tutto il tavolo). Le porzioni sono abbondanti, cosa che riempie di gioia i sudafricani dagli appetiti robusti e sempre molto attenti al rapporto qualità/quantità/prezzo. Appena arrivati, ci è stato servito un bellissimo tagliere complimentary da parte dello chef con olive, pane fatto in casa e salame, che ci ha messo subito di buonumore.

Il menu cambia di stagione in stagione, a seconda dei prodotti disponibili. Al momento della degustazione, il menu presentava dei piatti da fine estate (ora qui siamo in autunno). Tra gli antipasti, squisite le Seppie con puré di lenticchie e il piatto vegetariano, a base di cavolfiori, in puré e fritti. Overture è l’unico ristorante sudafricano di mia conoscenza che divide i primi dai secondi e non mette tutto sotto i main course. Che piacere vedere tagliatelle e gnocchi lontani dal filetto e dai calamari! E quindi Gnocchi alla pancetta e piselli, in stile sudafricano, che significa grigliati dopo essere bolliti. Può suonare eretico alle nostre orecchie, ma in realtà quando la qualità c’è, questo tipo di gnocchi sono molto buoni.

Un po’ meno interessanti le Pappardelle al pomodoro, olive e capperi, ma qui è impossibile accontentare un italiano. Tra i secondi, buona la Scaloppa di yellowtail al finocchio (famiglia dei pagelli) e naturalmente strepitoso il Pork belly, la pancia di maiale, uno dei piatti forti della cucina sudafricana, qui rivisitato con un puré di carote allo zenzero e riso fritto al cocco. I formaggi vengono presentati su una lunga barca di legno, molto decorativa e sono ottimi, dato che vengono da produttori del luogo. Tra I dolci, da segnalare il Soufflé al caramello, delicatissimo.

Lo chef Bertus Basson, già a Londra allo Chez Bruce

Lo chef Bertus Basson, già a Londra allo Chez Bruce

La carta dei vini presenta soprattutto vini di Hidden Valley a prezzi molto onesti per promuovere i prodotti del territorio ma c’è anche una piccola e interessante selezione di vini di altri produttori.
Overture è sicuramente un ristorante da visitare nel giro delle Winelands. Un pò fuori mano rispetto ai sentieri più battuti, offre un’esperienza molto autentica e di alta qualità. Se decidete per questa tappa, vi consiglio di fare una degustazione da Uva Mira, una piccola boutique winery in cima alla collina di Hidden Valley: da qui il panorama è veramente da urlo: si domina la vallata di vigneti con il mare sullo sfondo. Uva Mira produce pochi vini di grande qualità, tra cui uno Chardonnay che ha vinto il premio come miglior Chardonnay nel mondo nel 2006 e un blend rosso che ha vinto il Decanter World Wine Awards a Londra nel 2010.

Overture Restaurant
Hidden Valley Wines
Annandale Road
Stellenbosch
+27.(0)21.8802721
Menu degustazione: 350 (4 portate), 410 (5 portate) e 600 (8 portate) rand


Rubriche

Giovanna a Capo-tavola

Il mondo della gola a Cape Town e dintorni raccontati da Giovanna Sartor