Mosbet
Library zlibrary project
Scopri come Everix Edge sta rivoluzionando il trading di Bitcoin con sicurezza ed efficienza.
Imbarcati in un viaggio di gioco unico con Pin-up Casino! Connettiti con noi attraverso il nostro link su ক্যাসিনো e immergiti in una varietà di giochi avvincenti e incredibili bonus. Inizia la tua avventura di gioco ora!
Top 10 best online casino sites from Outlookindia
Immediate Core: Canada's prime choice for investment learning

08-01-2019

The H’All a Roma: quando la colazione è importante come il pranzo e la cena

Ramona Anello e Riccardo Di Giacinto dedicano al primo pasto della giornata la stessa attenzione del ristorante stellato

La ricca colazione del The H'All Tailor Suit

La ricca colazione del The H'All Tailor Suite, piccolo hotel di via Giuseppe Pisanelli 23/25, Roma
 

C’è chi va di fretta e chi si può – e vuole – concedere il lusso della lentezza, chi ama il dolce e chi predilige il salato (o chi non sa decidersi tra i due), chi si concentra sullo spettacolo della legna che brucia nel camino e chi si fa distrarre da quello della sfavillante Berkel rossa portata al tavolo per affettare al momento i salumi – nel nostro caso, una splendida finocchiona della Salumeria di Monte San Savino – da accompagnare con i diversi tipi di pane.

«Puoi offrire i prodotti migliori del mondo ma se stanno lì dal mattino presto già affettati inevitabilmente perdono sapore e freschezza», spiega Ramona Anello, moglie e socia dello chef Riccardo Di Giacinto nelle tante attività di ristorazione ma soprattutto nella loro prima avventura dedicata all’ospitalità a tutto tondo con The H’All Tailor Suite: un bell’albergo di charme a pochi passi da piazza del Popolo, che ospita anche la nuova sede del ristorante All’Oro, improntato su un design moderno ma caldo e su un’accoglienza cucita su misura sulle esigenze degli ospiti. A cominciare, naturalmente, dalla prima colazione.

«Per molti albergatori è solo un costo, visto che è inclusa nel prezzo» prosegue Ramona, «Noi invece abbiamo voluto investirci perché il nostro è un albergo piccolo, incentrato sul cliente, e ci piace cominciare dalle coccole della mattina. E anche perché la prima colazione è un rito che amiamo molto in prima persona». Così, al The H’All il concetto del “su misura” parte dal primo pasto della giornata, o meglio dal momento del check-in (o della prenotazione telefonica, visto che la colazione è aperta anche a clienti esterni con un preavviso di almeno un giorno e al prezzo di 45 euro), chiedendo le preferenze di gusti e il tempo che si ha a disposizione. «C’è che ci viaggia per lavoro e preferisce prendere solo un caffè e un croissant, e chi invece vuole iniziare la giornata con calma. E chi ama più il dolce o il salato, oppure vuole una via di mezzo. E poi ci sono anche proposte adatte a chi è celiaco o vegano».

I maritozzi con panna

I maritozzi con panna

Le parole d’ordine, comunque, sono relax e preparazioni espresse. «Niente buffet, non lo amiamo e per noi la colazione è un'esperienza gourmet tanto quanto il pranzo e la cena». Non a caso, la mise en place è la stessa della cena – elegante, minimale ma curata con le tovaglie 'a scomparsa' e la posateria di pregio – e almeno per il momento, in attesa che sia pronta una struttura esterna per godersi il bel giardino anche in inverno, viene servita nelle sale del ristorante: quella che affaccia sulla cucina a vista e il bel salotto con il camino e la boiserie. E se all’inizio l’atmosfera sembra un po’ cupa, man mano che in tavola arrivano i diversi assaggi e s’indulge in chiacchiere e bocconi coccolati dal personale di sala e dal rumore del fuoco, ci s’immerge in un’atmosfera ovattata che aiuta a dimenticare ogni tipo di stress esterno per un’ora almeno. Niente fretta, ci si può sedere fino alle 10.30 e prendersela comoda; anche perché da mangiare c’è davvero tanto, accompagnando con succhi e spremute e con un’ampia scelta di tè e caffè.

In ordine sparso, sulla tavola – nel caso della colazione dolce-salata – si materializzano piccoli pain au chocolat e maritozzi con la panna, fragranti croissant sfogliati da farcire a piacere con confetture o creme (al cioccolato o alla vaniglia Bourbon) fatte in casa e deliziosi dolcetti alla banana, tartellette di frutta e frutta fresca tagliata, e il godurioso burro di Normandia con lo stampo di All’Oro da spalmare sulle fette di pane bianco o integrale; e poi, una monoporzione di tiramisù in cui affondare voluttuosamente il cucchiaino. 

La sala di All'Oro

La sala di All'Oro

L'ingresso di The H'All

L'ingresso di The H'All

Sul fronte salato, 4 fondine di design ospitano dei buonissimi fagioli, funghi, insalate di legumi e cereali. Vengono affettati e tagliati al momento, come già detto, i salumi e i formaggi di diverse tipologie mentre alla carta si possono scegliere le proposte calde dalla cucina: uova preparate in vario modo, pancake, french toast e altro ancora.

Lo chef è pronto a esaudire quasi ogni tipo di desiderio – inclusa l’aggiunta di tartufo bianco sull’omelette, richiesta da alcuni clienti come optional di stagione – e anzi, in alcuni casi li sobilla: «Non è raro che alla fine di tutto, mandi in tavola anche un piatto di gricia o di carbonara», racconta Ramona. Ma lui giustifica la cosa con nonchalance: «Dopo di tutto uova, bacon e carboidrati sono la base della tipica colazione anglosassone. Cambia solo la forma ma soprattutto gli stranieri apprezzano». E anche gli italiani non si tirano indietro.

The H'All Tailor Suite - Ristorante All'Oro
via Giuseppe Pisanelli, 23/25
Roma
+39 0697996907
Colazione a 45 euro


Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose

a cura di

Luciana Squadrilli

giornalista, napoletana di nascita e romana d'adozione, cerca di unire le sue tre passioni: mangiare, viaggiare e scrivere

Consulta tutti gli articoli dell'autore