I ristoranti dell'estate: il Garda lombardo-veneto e la Franciacorta

13 destinazioni golose per chi è in viaggio tra Lombardia e Veneto, costeggiando il lago o brindando con una bollicina

22-08-2017
Leandro Luppi, chef della Vecchia Malcesine, propr

Leandro Luppi, chef della Vecchia Malcesine, proprio a Malcesine (Verona)

In queste settimane troverete su Identità Golose tutti i migliori ristoranti d'Italia nei luoghi di villeggiatura. Oggi vi proponiamo un percorso che abbraccia le provincie di Brescia e di Verona (con anche un'eccezione bergamasca)

OSELETA di Villa Cordevigolocalità Cordevigo, Cavaion Veronese (Verona), +39.045.7235287, ristoranteoseleta.it 
Classicità italiana con spunti originali. La matrice partenopea dello chef Giuseppe D’Aquino si coglie non solo a livello di ingredienti ma anche nel concept di alcuni piatti. Il richiamo alla Campania c’è e non viene nascosto, anzi suona come una dichiarazione d’amore, comprensibile universalmente così come apprezzabile da chiunque: non è questione di banalità, di scontatezza ma di riconoscibilità, tipicità di determinati prodotti che immediatamente riconducono all’identità più marcata di quella zona del Sud. Leggi l'intera recensione di Errica Tamani

VECCHIA MALCESINE - via Pisort, 6, Malcesine (Verona), +39.045.7400469, vecchiamalcesine.com 
Primo stellato della sponda veronese del lago di Garda, Leandro Luppi è deciso e trasparente al punto tale da sembrare eccentrico, quanto il suo nome, ma questo perché non lo si conosce bene. Certo, ha fatto esperienze da vecchia scuola, «perché è fondamentale conoscere le basi della cucina per innovare» ma non si può certo definire della vecchia guardia: la sua mente flessibile e creativa, lo sguardo intelligente e attento lo rendono più giovane di tanti giovani che hanno perso interesse e curiosità ma che in lui rimane sempre vivida, come una candela inconsumabile. Leggi l'intera recensione di Camilla Rocca

AMISTA' 33 del Byblos Art Hotel Villa Amistà - via Cedrare 78, San Pietro in Cariano (Verona), Corrubbio di Negarine, +39.045.6855555, amista33.it 
Il Byblos Art Hotel è il sogno realizzato di Dino Facchini, che porta avanti col figlio Manuel la storia di un grande marchio della moda– Byblos, appunto – ma ha coltivato anche una passione per l’arte e il design. Invece di custodire i suoi pezzi in qualche stanza segreta, ha voluto renderli fruibili in questo hotel 5 stelle diverso da tutti gli altri, vero museo in 59 camere dove ci si può coricare osservati da arredi e oggetti dei più importanti designer internazionali, mentre il grande salone centrale, la reception, il ristorante e persino i corridoi ospitano oltre 100 opere di artisti che stanno scrivendo la storia dell’arte contemporanea internazionale. Leggi l'intera recensione di Carlo Passera

Riccardo Camanini, Lido 84 di Gardone Riviera (Brescia)

Riccardo Camanini, Lido 84 di Gardone Riviera (Brescia)

VILLA FELTRINELLI - via Rimembranza, 38/40, Gargnano (Brescia), +39.0365.798000, villafeltrinelli.com 
Il lago, il verde, la ricchezza degli arredi. Tutti ingredienti che già predispongono a un animo sereno e rilassato degno di un'occasione particolare. Anche quando infuria il temporale e tremolano i sottilissimi vetri d'epoca delle grandi porte, scossi dal vento mentre il cielo si illumina di lampi minacciosi, la villa non perde fascino. E di certo non glielo farà perdere, la finezza della cucina d'autore di Stefano Baiocco che invece sarà il coronamento perfetto della serata. Leggi l'intera recensione di Errica Tamani

LA GRANDE LIMONAIA del Lefay - via Angelo Feltrinelli, 136, Gargnano (Brescia), +39.0365.241800, ristorantelagrandelimonaia.it 
Benessere, bellezza, lusso, sostenibilità ambientale e cucina gourmet con vista panoramica sul Lago di Garda: questo è l'irresistibile mix del Lefay Resort e del suo ristorante La Grande Limonaia. Nelle colline che circondano il lago, tra ulivi e agrumeti sorge questo incantevole resort della famiglia Leali, progettato in ogni dettaglio per combinare minor impatto ambientale, massimo confort e benessere per i propri ospiti con una Spa meritatamente premiata come una delle migliori del mondo. Leggi l'intera recensione di Lisa Casali

LIDO 84 - corso Zanardelli, 196, Gardone Riviera (Brescia), +39.0365.20019, ristorantelido84.com 
E’ il cuoco in ascesa per eccellenza. «I want you», gli ha detto Massimo Bottura quando si è trattato di stabilire chi dovesse essere lo chef cucinante – con il modenese ospite d’onore al tavolo – a una cena privata. Viene chiamato ai congressi di tutto il mondo e il libro delle prenotazioni del suo Lido 84 è strapieno, anche per l’eccezionale rapporto qualità/prezzo. Eppure Riccardo Camanini sta coi piedi per terra, granitico nella sua gentile cordialità. Ha l’umiltà del muntagné bergamasco, ma il passo svelto tradisce le origini lacustri, anche se pur sempre orobiche, è iseano di Lovere. Leggi l'intera recensione di Carlo Passera

Fabio Abbattista, da qualche anno alla guida della cucina del Leone Felice, all'Albereta di Erbusco (Brescia)

Fabio Abbattista, da qualche anno alla guida della cucina del Leone Felice, all'Albereta di Erbusco (Brescia)

IL FAGIANO del Grand Hotel Fasano - via Zanardelli 190, Gardone Riviera (Brescia), +39.0365.290220, ghf.it/restaurants/ristorante-il-fagiano 
Si va a Gardone Riviera per Riccardo Camanini del Lido 84, certo… Ma basta programmare un pasto in più, fermarsi 200 metri prima, entrare nel comodo parcheggio dello splendido Grand Hotel Fasano, per incontrare un’altra cucina di quest’angolo lacustre che sembra fiorire, anche dal punto di vista culinario. Aggiungiamo allora un posto a tavola, spazio a Matteo Felter, classe 1973. Lo chef propone “piatti vintage” che recuperano atmosfere e sapori quasi pre-marchesiani, rifacendosi a un’idea suggestiva da Belle Époque, ma con tutta la modernità necessaria. Leggi l'intera recensione di Carlo Passera

LA CASCINA DEI SAPORI - via Almici, 1, Rezzato (Bs), +39.030.2593557, lacascinadeisapori.it 
Tre sale interne, riviste e migliorate nel corso degli anni per accogliere al meglio l'ospite e uno spazio all'aperto per la stagione estiva. Qui, alle porte di Brescia, alla Cascina dei Sapori, si trova tutto quello che serve per andare incontro a un'esperienza superlativa se la pizza è la vostra passione. Antonio Pappalardo ormai da un decennio è uno dei protagonisti non solo a livello regionale quando si parla di pizza gourmet. Che poi vuol dire materia prima selezionata, cura nella scelta delle farine, impasti, idratazione e lievitazione, per scelte dettate dalla passione e dalla voglia di crescere. Leggi l'intera recensione di Gualtiero Spotti

LEONE FELICE de L'Albereta - via Vittorio Emanuele, 23, Erbusco (Brescia), +39.030.7762603, albereta.it 
Non è mica facile scansare il peso di un passato ingombrante. Chef Abbattista l’ha fatto quasi fischiettando: «Prima c’era Gualtiero, ma io sono Fabio», deve aver pensato nel gennaio del 2014, preso il comando delle operazioni. Oddio, fischiettando mica troppo perché poi all’Albereta s’è messo subito a fare l’uno e trino, occupandosi del Leone Felice (l’insegna gourmet) ma anche del Vista Lago (il bistrot che col nuovo corso macina numeri mica da ridere) e del ristorante della Spa Henri Chenot. Leggi l'intera recensione di Gabriele Zanatta

Chicco e Bobo Cerea, anima della cucina del ristorante di famiglia, Da Vittorio, a Brusaporto (Bergamo)

Chicco e Bobo Cerea, anima della cucina del ristorante di famiglia, Da Vittorio, a Brusaporto (Bergamo)

MIRAMONTI L'ALTRO - via Crosette, 34, Concesio (Brescia) - Costorio, +39.030.2751063, miramontilaltro.it 
Prendi un cuoco francese, portalo in provincia di Brescia e si scatenerà un'alchimia unica e irripetibile. Philippe Léveillé è un'esplosione di buonumore e creatività, di sostanza e intelligenza, che si ritrovano nei suoi piatti. Le tecniche sono mutuate dalla cucina francese - a partire dall'utilizzo del burro chiarificato - ma la filosofia culinaria unisce tradizione bresciana, stile mediterraneo e un tocco di Oriente, visto che da 4 anni Léveilléha anche L'Altroristorante gastronomico a Hong Kong. Leggi l'intera recensione di Annalisa Cavaleri

GAMBERO - via Roma, 11, 25012 - Calvisano (Brescia), +39.030.968009
Il Gambero di Calvisano è un vero, sostanzioso, pezzo di storia della gastronomia bresciana: da 4 generazioni infatti la famiglia Gavazzi gestisce con encomiabile costanza questa insegna, che in origine era un albergo con stallaggio, e che da molti anni è un ristorante con un solido e goloso legame con il proprio territorio. La tradizione qui viene perpetuata con moderna raffinatezza, creando un'offerta rassicurante, che riesce a non risultare mai noiosa o autoreferenziale. Leggi l'intera recensione di Niccolò Vecchia

DA VITTORIO - via Cantalupa, 17, Brusaporto (Bergamo), +39.035.681024, davittorio.com 
Se si chiede a Bruna Cerea cosa ricorda del 6 aprile 1966, lei risponde con fermezza: «la felicità». Quel giorno lei e Vittorio aprirono il loro ristorante nel centro storico di Bergamo, che spostatosi alla Cantalupa nel 2005, vanta oggi 3 stelle Michelin. A portare avanti il brillante lavoro del padre, in cucina ci sono Chicco e Bobo che deliziano gli ospiti con i loro piatti curati e studiati, ma mai osati. La filosofia ai fornelli rimane infatti quella di papà Cerea: cucinare con il cuore ciò che piace e farlo arrivare con sincerità e immediatezza in tavola. Leggi l'intera recensione di Barbara Giglioli

SIRANI - via Antonio Gramsci, 5, Bagnolo Mella (Brescia), +39.030.6821179, sirani.com 
L'uomo che sussurra agli impasti. Nerio Beghi, il cui carattere riservato non è certo una scoperta, preferisce lasciar parlare le proprie creazioni lievitate, attraverso la texture, il sapore, la fragranza delle basi, frutto di un'attenta cernita di farine e di un indefesso studio supportato da continua sperimentazione, e attraverso le farciture che non sono meno ricercate. Non nel senso di strane, ma nel senso di scrupolosamente selezionate, studiate e combinate ad arte perché il gusto finale sposi quello dell'impasto valorizzandolo senza sovrastarlo. Leggi l'intera recensione di Errica Tamani


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose