Grande festa ad Astino, Bergamo

Il 29 maggio il mezzo secolo di Da Vittorio insieme alla presentazione di Ea(s)t Lombardy

11-05-2016
La Lombardia orientale sarà Regione europea della

La Lombardia orientale sarà Regione europea della gastronomia 2017. La prestigiosa attribuizione sarà presentata ufficialmente il 29 maggio prossimo, in occasione della festa per i 50 anni di Da Vittorio 

Domenica 29 maggio, monastero di Astino (Bergamo), ore 20. Una data e un luogo importante, da segnarsi in agenda: perché unirà tre grandi eventi, l’apertura ufficiale dell’Anno del Turismo in Lombardia; il lancio in anteprima internazionale del progetto Ea(s)t Lombardy - European Region of Gastronomy 2017; e poi il 50° anniversario del ristorante Da Vittorio, storico punto di riferimento della gastronomia lombarda e internazionale d’eccellenza. Per l’occasione si riuniranno oltre 20 chef dei ristoranti stellati della Lombardia Orientale, a festeggiare Bruna Cerea, con Enrico, Francesco, Barbara, Roberto e Rossella. L'evento sarà aperto al pubblico a partire dalle ore 20 del 29 maggio. Info a questo link.

L’appuntamento, vero e proprio trampolino mediatico, a cui è attesa anche la stampa internazionale, è programmato come dicevamo presso il millenario complesso monumentale di Astino, a pochi passi dal centro di Bergamo. I 600 ospiti potranno godere delle prelibatezze degli chef stellati che costituiscono il patrimonio della ristorazione d’eccellenza della Lombardia Orientale, non a caso insignita appunto del titolo Erg - Regione Europea della gastronomia 2017.

La famiglia Cerea negli anni Novanta

La famiglia Cerea negli anni Novanta

L’enogastronomia, è noto, ha assunto un ruolo centrale nelle aspettative e nelle motivazioni dei viaggiatori, diventando un vero e proprio fattore di attrazione e di promozione della destinazione. Il patrimonio enogastronomico, integrandosi con gli elementi di un’offerta più ampia ma sempre caratterizzata dalla qualità, rappresenta un fondamentale elemento di valorizzazione a beneficio dell’intera offerta turistica territoriale.

Così la scelta di festeggiare il 50° anniversario del ristorante Da Vittorio cade non casualmente il 29 maggio, data che coincide con l’apertura dell’Anno del Turismo in Lombardia: una delle importanti iniziative promosse da Regione Lombardia che verrà comunicata anche attraverso inLombardia, il brand di destinazione che valorizza l'attrattività del territorio attraverso un racconto moderno e innovativo e il coinvolgimento dei brand locali.

Con lo stesso approccio, in chiave esperienziale verticale, si inserisce il progetto Sapore inLombardia: l’insieme delle iniziative dedicate al lancio del turismo enogastronomico di Regione Lombardia ed Explora, agenzia per la promozione turistica di Regione Lombardia e sistema camerale lombardo. Un progetto, Sapore inLombardia, che individua nel maestro Gualtiero Marchesi il portavoce ideale per l’inizio di un viaggio di contaminazione tra arte, storia, cultura e in primo luogo l’enogastronomia.

Sarà un’ideale prosecuzione delle buone pratiche adottate nel corso di Expo in termini di collaborazione e coordinamento fra tutte le città lombarde, «perché la nostra regione - come ha dichiarato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni - è sì nota per essere un gigante economico, ma siamo anche la prima regione agricola d'Italia e un posto che vanta bellezze e bontà uniche al mondo».

«Il cibo è identità ed incontro – ha commentato Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia – E la grande cucina è frutto della creatività di chef geniali e di un legame forte con il territorio, oltre che con la tradizione. Celebrare i 50 anni di un grande ristorante significa sottolineare il valore di questo legame virtuoso ed esaltarne anche le grandi valenze turistiche. Sono certo che questa iniziativa contribuirà a valorizzare l’attrattività e a promuovere su scala internazionale la cucina tradizionale, quella d’autore e le filiere coinvolte».

Sono questi i contenuti che avremo occasione di presentare alla stampa internazionale e nazionale selezionata con cura da Identità Golose, testata che ha saputo negli anni acquisire una reputazione e un know how nel panorama enogastronomico. L’obiettivo è quello di ottenere un imponente effetto mediatico a livello internazionale in modo da arricchire il brand Lombardia con l’eccellenza enogastronomica.

Ognuno degli chef  avrà a disposizione una postazione-cucina dove illustrare, preparare e servire un piatto accuratamente selezionato. Gli ospiti si muoveranno dunque in un percorso composto da isole gastronomiche destinate a promuovere la buona tavola e i rispettivi territori, isole intorno alle quali sono previsti interventi musicali ed esposizioni di prodotti dei territori.

Il monastero di Astino

Il monastero di Astino

Il tutto si coniuga col successo di Da Vittorio, la storia del talento di Vittorio Cerea che, insieme alla moglie Bruna, aprì il suo ristorante a Bergamo nel 1966. La cucina a base di pesce, diventata uno dei fiori all'occhiello del locale, all’epoca ancora faticava a trovare spazio nei menu, oscurata dal primato delle carni. Fu una scommessa coraggiosa, vinta grazie ad approvvigionamenti quotidiani di eccezionale qualità ed elaborazioni squisite che fecero di Bergamo una tappa golosa imprescindibile. La guida Michelin premiò Da Vittorio con la prima stella nel 1978 e la seconda nel 1996. Negli anni 2000 arrivò il riconoscimento internazionale: prima con l’ingresso tra i Relais Gourmand e poi, a pochi mesi dal trasferimento del ristorante nella elegante villa con camere nel verde della Cantalupa, a Brusaporto, con l'ingresso nei circuiti Relais&Chateaux e Les Grandes Tables du Monde. Infine, nel 2010, l’attribuzione dell’ambita terza stella Michelin.

Poi c’è Erg – Regione Europea della Gastronomia 2017. La Lombardia Orientale, ovvero i territori compresi fra le province di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova hanno ottenuto il riconoscimento di Regione Europea della Gastronomia per il 2017. Il prestigioso riconoscimento ha dato l’avvio ha una collaborazione inedita fra territori con caratteristiche e risorse turistiche diverse, tuttavia accomunati da un’offerta di eccellenza in campo culturale, turistico e  soprattutto enogastronomico.

Unendo le forze, i 10 partner del progetto (Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova, le rispettive Camere di Commercio, la Regione Lombardia e l’Università di Bergamo) intendono promuovere una unica grande destinazione turistica, puntando sul connubio tra patrimonio artistico e naturalistico e la grande tradizione eno-gastronomica.

L'evento come già ricordato sarà aperto al pubblico a partire dalle ore 20 del 29 maggio. Costo del biglietto 130 euro, acquistabile on line a questo link.


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose