Una bella novità a Ortezzano: Sebastiani

Nel centro storico di un piccolo comune vicino Fermo, Carlo Sebastiani ha aperto il 2 giugno proponendo una cucina concreta, ricca di sostanza e di suggestioni. E con il cane Zac...

31-08-2021
Carlo Sebastiani, Alice Vannicola e Maicol Pasqual

Carlo Sebastiani, Alice Vannicola e Maicol Pasquali davanti all'ingresso del ristorante da Sebastiani a Ortezzano in provincia di Fermo aperto per il primo servizio il 2 giugno 2021

Ortezzano è un delizioso comune medioevale in provincia di Fermo che nemmeno sfiora i mille abitanti. Lo si trova sulle colline di destra risalendo la Val d’Aso partendo da Pedaso. Come percorso nulla di impegnativo se Google non avesse deciso di suggerire, come via di accesso al centro storico, una strada stretta e curvosa, da prima marcia nel finale quando sul lato opposto la carreggiata è larga e la pendenza normalissima. Facile immaginarsi i problemi in caso di maltempo.

La gioia di Alice prima del servizio da Sebastiani a Ortezzano (Fermo)

La gioia di Alice prima del servizio da Sebastiani a Ortezzano (Fermo)

Lassù, poco distante dalla chiesa e dal castello, Carlo Sebastiani, classe 1989, nato nel capoluogo e diplomatosi all’alberghiero di Porto Sant’Elpidio, ha inaugurato il 2 giugno scorso il ristorante che porta il suo cognome: da Sebastiani. E’ delizioso e rassicurante, punto di arrivo – e di un nuovo inizio – di una gavetta e di un impegno diretto costanti, senza grilli in testa e nemmeno menate esistenziali. Problemi sì, come per chiunque ha deciso di avviare un’attività e poi è arrivata la pandemia. Avrebbe infatti potuto aprire nella primavera 2020, invece eccolo balzato al 2021.

Risotto pomodori co’ l’ove, estate 2021 da Sebastiani a Ortezzano (Fermo)

Risotto pomodori co’ l’ove, estate 2021 da Sebastiani a Ortezzano (Fermo)

La cosa che mi ha colpito in questo chef è la concretezza, scelta dopo scelta. I due o tre che mi hanno suggerito di andare a provarlo, mi ha detto che è stato da Romito e da Cedroni e uno pensa a entrambi già carichi di stelle. Invece lo stage con l’abruzzese risale al 2010 e a Rivisondoli, nel primo Reale che di lì a poco sarebbe sceso a Castel di Sangro. Poi Bracali in Maremma, Cedroni a Senigallia e Parini a Torriana poco prima che lasciasse il Povero Diavolo. Siamo al 2016, quindi un anno sabbatico in Giappone per tornare in Italia tre anni fa, al Pepe Nero di Michele Alesiani a Cupra Marittima. «Michele ha una conoscenza del prodotto che non ho riscontrato in altri, è stato fondamentale per la mia crescita, il mio mettermi in proprio».

Alice Vannicola e Carlo Sebastiani dietro la porta che divide la sala dalla cucina del ristorante da Sebastiani a Ortezzano nella Marche

Alice Vannicola e Carlo Sebastiani dietro la porta che divide la sala dalla cucina del ristorante da Sebastiani a Ortezzano nella Marche

In quell’osteria Sebastiani ha avuto la fortuna di legare con colui che tuttora è il suo aiuto, Maicol Pasquali, fermano di Porto San Giorgio, l’unico supporto in cucina visto che non possono ancora permettersi un lavapiatti (e a nettare tutto sono loro a turno) e così capita anche che il risotto debba girarlo Alice Vannicola, responsabile di sala e cantina, di soli vini marchigiani, pronta nei giorni di riposo a cercare tartufi con Carlo e il loro cane Zac.

Le vivande sono molto italiane, sarebbe sorprendente il contrario, colorate e accattivanti, figlie di buona padronanza del calore e della gestualità, senza voli pindarici tipici di chi pensa solo a stupire e mischia di tutto. Tre antipasti, quattro

Lo Spaghettone in verde di Carlo Sebastiani

Lo Spaghettone in verde di Carlo Sebastiani

primi e altrettanti secondi, infine tre dolci per un totale di quattordici proposte. Ci ha davvero convinto tutto quanto abbiamo ordinato, nell’ordine Zuppa fredda di verdure estive, caprino e pomodoro; Melanzana caramellata, pomodoro, basilico e pinoli; Spaghettone in verde, vero profumo di cento foglioline diverse; Risotto pomodori co’ l’ove, esemplare nella sua eleganza; Pecora alla brace, ginepro fermentato, patate novelle e fagiolini; Faraona arrosto, prezzemolo, finferli e tartufo nero estivo; Cioccolato salato e lampone; Tiramisù “da Sebastiani” e Pina colada in forma di dessert. E per vino, il Case Quagna 2018, un Marche IGT Pinot Nero della Cantina di Esanatoglia, azienda agricola Alessandro Vecchietti in provincia di Macerata.

Il centro storico di Ortezzano, comune di quasi 800 anime nel Fermano

Il centro storico di Ortezzano, comune di quasi 800 anime nel Fermano

DA SEBASTIANI
Via Giacomo Leopardi, 11
63851 Ortezzano (Fermo)
Telefono: +39.393.7626820
Chiusura: in estate il mercoledì e aperto solo la sera; in autunno e inverno mercoledì e giovedì, nonché aperto a cena da venerdì a martedì, sabato e domenica pure a pranzo.
Prezzi: antipasti 12 euro; primi 14; secondi 17 e dolci 6.
Menù degustazione: 40 (4 portate), 50 (6) e 65 euro (8).


Rubriche

Cibi Divini

I ristoranti di tutto il mondo raccontati nel Giornale da Paolo Marchi dal febbraio 1994 all’inverno 2011. E dalla primavera per i lettori del sito identitagolose.it