Bottura: venite a scoprire il mio brunch

Domenica 7, primo giorno a tavola nel verde di Villa Maria Luigia con un menù studiato per rilassarsi e ispirato al fuoco

06-06-2020

Massimo Bottura ha inviato un comunicato stampa per ricordare di avere aperto l'Osteria Francescana martedì 2 giugno e che domenica 7 farà altrettanto con una villa immersa nel verde della campagna modenese

Ciao a tutti. Sono passati ormai 25 anni da quando abbiamo aperto Osteria Francescana, un piccolo ristorante con grandi sogni nel cuore di Modena. Dopo quasi tre mesi di chiusura, abbiamo finalmente riaperto le nostre porte proponendo un nuovo menù, With a Little Help From My Friends, ispirato all’album dei The Beatles Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band.

Creare questo menù è stato un esercizio creativo per tutti noi. Durante il lockdown ho chiesto a tutta la mia squadra di preparare una ricetta a casa, lasciandosi influenzare dal celebre album. Questo esercizio ci ha aiutato a rimanere sempre connessi e vicini tra di noi anche da lontano, dandoci una nuova routine.

Quando abbiamo ricominciato a vivere la cucina del ristorante tutti insieme, abbiamo iniziato ad assaggiare ogni ricetta per selezionare le dodici da inserire nel nuovo menù degustazione. Il 2 giugno, il giorno della riapertura, avevo letteralmente le farfalle nello stomaco, come un bambino al primo giorno di scuola.

In questi giorni le farfalle sono ovunque in Osteria Francescana: nei quadri di Damien Hirst, ricamate sulle poltrone di Gucci e anche sui piatti, sotto forma di piccoli sottaceti e verdure dell’orto. In qualche modo questi mesi sono stati come una metamorfosi. E con questa energia inauguriamo un nuovo capitolo della nostra storia.

Venite a scoprire quante cose meravigliose si possono realizzare con l’aiuto dei propri amici. A gennaio gli interni del ristorante sono stati completamente rinnovati e oggi accolgono i nostri clienti con un’esplosione di colori e opere d’arte come Rose, installazione di Duane Hanson, le farfalle di Damien Hirst, i fiori di Takashi Murakami e una moquette floreale ideata da Marcel Wanders.

Ma c’è di più… Per chi non conosce il dialetto modenese, Tòla Dòlza significa "rilassati", ed è così che abbiamo voluto chiamare il nuovo brunch domenicale di Casa Maria Luigia in Stradello Bonaghino, 56. Domenica 7 giugno la nostra casa di campagna del ‘700 sarà aperta per la prima volta a tutti coloro che vorranno vivere un’esperienza culinaria unica, circondati dalla natura, l’orto, sculture a cielo aperto e il forno a legna al centro della scena.

Jessica Rosval e la squadra di Casa Maria Luigia hanno preparato un nuovo menù dedicato alla stagione estiva e a una delle forme più antiche di cottura, il fuoco e la legna. Proponiamo un brunch con portate interamente realizzate nel nostro forno a legna e servito all’aria aperta. Il menù include verdure appena raccolte dall’orto, frittata di anguilla e cipolla dolce, vitello e fiori selvatici, e il nostro classico cotechino servito con sbrisolona, zabaione e aceto balsamico.

E poi ancora musica dal vivo, cocktail estivi e un intero parco da scoprire. Su richiesta sarà possibile prenotare anche il campo da tennis, a seconda della disponibilità. Concedetevi una pausa dallo stress cittadino e unitevi a noi per un brunch nel verde della campagna emiliana a partire dalle 11 del mattino.

Tòla Dòlza – Take it Easy,

Massimo Bottura


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose