Il Carisma di Ornellaia 2015

Il sudafricano William Kentridge firma con una sua opera l'etichetta per la decima edizione di Vendemmia d'Artista

16-02-2018
William Kentridge nel suo studio

William Kentridge nel suo studio

Ornellaia è la tenuta di Bolgheri della famiglia dei Marchesi de’ Frescobaldi: quel luogo in cui la natura scandisce il ritmo temporale delle stagioni, terreno geologicamente diverso su cui sorgono i vigneti. Un trittico di suoli: marino, alluvionale e vulcanico.

Il clima è mite, addolcito dal mar Tirreno: un habitat perfetto per creare il terroir di quasi un centinaio di ettari vitati di Ornellaia, suddivisi tra Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot, Petit Verdot e altre varietà di Sauvignon Blanc, Viogner e Petit Manseng.

Proprio quest’anno si celebra il trentesimo anniversario dalla prima annata del 1985, presentando puntualmente l’edizione numero 10 del progetto Vendemmia d’Artista. L’idea di creare Vendemmia d’Artista nasce nel maggio 2009 - annata di Ornellaia 2006 - per celebrare il carattere unico di ogni vendemmia.

Ogni anno un artista contemporaneo di fama internazionale firma un’opera d’arte, e una serie di etichette in edizione limitata, traendo ispirazione da una parola scelta dall’enologo, che descrive il carattere della nuova annata. Il progetto Vendemmia d’Artista prevede che in ogni cassa di Ornellaia una delle 6 bottiglie (da 750 ml) avrà l’etichetta creata dall’artista.

Poi  ci sono 111 bottiglie di grande formato: 100 Doppio Magnum da 3 litri, 10 Imperiali da 6 Litri e un Salmanazar da 9 Litri, tutte numerate e firmate personalmente dall’artista. L’esemplare unico di bottiglia Salmanazar con etichetta creata dall’artista e alcuni grandi formati saranno battuti all’asta, i cui proventi verranno devoluti a fondazioni internazionali artistiche e Musei legati al mondo dell’arte.

In questi anni il progetto ha donato quasi 2 milioni di euro. Quest’anno è stato coinvolto l’artista William Kentridge, originario del Sud Africa, conosciuto per i suoi disegni oltre che per i suoi film di animazione creati da opere artistiche a carboncino. 

Per interpretare il carattere di Ornellaia 2015, a cui è stato accostato il termine “Il Carisma”, l’artista ha firmato un’opera d’arte per la Tenuta. Infatti, proprio la definizione sul millesimo 2015 di Axel Heinz, enologo e direttore di Tenuta, ha fornito a Kentridge l’ispirazione creativa per la sua etichetta, che fonda l’immagine sul momento della vendemmia e la raccolta dell’uva.

Spiega l’artista: «Gli aspetti della produzione vinicola, che combinano processi sia manuali che meccanizzati, hanno evocato la trasformazione degli umani in macchine e delle macchine in lavoratori. Questo studio fa parte di una serie di disegni e altre opere in via di sviluppo ispirate al lavoro dell’uomo. I disegni vengono realizzati sulle pagine di vecchi libri cassa italiani, scovati nei mercatini delle pulci e nei negozi dell’usato toscani».

Il prossimo 23 maggio Ornellaia sarà protagonista di un’asta benefica, con 9 lotti che includeranno le speciali bottiglie create da William Kentridge per Ornellaia 2015 Il Carisma - Vendemmia d’Artista. L'asta si terrà in una cena di gala durante la quale Stephen Mould, Senior Director di Sotheby’s e responsabile della divisione europea dedicata al vino della casa d'aste, raccoglierà fondi che verranno interamente devoluti all’istituzione che ospiterà l’evento: il Victoria & Albert Museum di Londra, diretto da Tristram Hunt


Rubriche

In cantina

Storie di uomini, donne e bottiglie che fanno grande la galassia del vino, in Italia e nel mondo