11-06-2024

La Pergola è tornata: tutte le novità del ristorante di Heinz Beck

Nello storico tre stelle romano, ospitato dall'hotel Rome Cavalieri, è cambiato tutto, dagli interni al menu: che è concentrato sui temi del territorio, della cultura e dell’ospitalità italiana

Heinz Beck torna ad aprire le porte del suo storic

Heinz Beck torna ad aprire le porte del suo storico ristorante romano, tre stelle Michelin dal 2005

Il ristorante La Pergola di Heinz Beck inaugura una nuova era. Situato nel Rome Cavalieri - Waldorf Astoria Hotel, La Pergola si prepara a ridefinire l'esperienza gastronomica con un approccio che celebra la bellezza del territorio, la cultura e l’ospitalità italiana. Il cambiamento è tanto estetico quanto funzionale e coinvolge non solo il menu ma anche la decorazione degli interni.

Il restyling della sala è stato pensato dallo studio di architettura e design parigino Jouin Manku, che ha introdotto linee leggere e armoniose e colori caldi ispirati a Roma. Materiali come travertino, alcantara, terracotta e seta si combinano per creare un ambiente accogliente e inedito. La luce calda, diffusa attraverso tessuti ondulati sul soffitto, accentua l'intimità degli spazi, mentre trovano nuova vita elementi della collezione d'arte del Rome Cavalieri, come i vetri di Gallé e dipinti selezionati.

Il progetto ha coinvolto aziende di design internazionali e realtà artigiane specializzate in progetti su misura. Poliform ha curato l'allestimento generale, Voyons voir l'illuminazione, Montex i pannelli floreali e Leucos gli elementi di illuminazione. Alcune sedute sono state realizzate su misura da Rimalcuoio, mentre Pedrali ha fornito altri elementi di arredo.

Scorci della nuova sala

Scorci della nuova sala

All’ingresso colpiscono il legno e il travertino, mentre nella sala dedicata agli appassionati di sigari, il mix di pelle color cognac e legno definisce un’atmosfera intima. La sala principale regala un panorama mozzafiato e una disposizione dei tavoli che valorizza l’esterno, mentre una consolle ispirata a un pianoforte a coda conferisce eleganza e funzionalità. Alcove scolpite e ricamate raffigurano un universo botanico, eco del lavoro dello chef, sormontate da un lampadario in vetro. La sala successiva presenta nicchie che valorizzano i vasi Gallé, e l'ultima sala, ideale per eventi privati, alterna la vista della città al verde di un giardino privato.

Non sfugge alla rivoluzione la mise en place, pensata per esaltare l'esperienza a tavola, artigianale e unica. Heinz Beck ha collaborato con artisti e artigiani per creare nuovi elementi: vasi di fiori in ceramica di Madlen Ceramics, piatti decorati di Feeling’s e posateria come la linea Infini di Christofle per il salato e Jardin d’Eden per i dolci.

Il menu riassume l'evoluzione del pensiero culinario di Beck, basato su salute, benessere e cucina circolare. La sfida è stata ridurre drasticamente gli scarti alimentari, sfruttando al massimo le materie prime attraverso processi biologici ed enzimatici naturali. Grande attenzione è stata dedicata al mondo vegetale, con un uso innovativo delle tecnologie per estrarre nuovi sapori. Le materie prime provengono da coltivazioni biodinamiche e rigenerative, e sono preservate con tecniche che combinano tradizione e modernità.

Beck con Alessandro Cabella, Managing director del Rome Cavalieri

Beck con Alessandro Cabella, Managing director del Rome Cavalieri

Con il Restaurant manager Simone Pinoli

Con il Restaurant manager Simone Pinoli

Centrale è il momento dell’aperitivo, elemento simbolo della convivialità all’italiana che Beck trasforma in un viaggio nelle tradizioni culinarie regionali: dai sapori del mare a quelli della montagna, ogni piatto racconta una storia, servito su supporti realizzati con materiali naturali provenienti da tutto lo Stivale. Questo approccio non solo valorizza la materia prima, ma invita gli ospiti a riscoprire le radici culinarie dell’Italia.

Il piatto 0,1% è un esempio della filosofia di sostenibilità di Beck. Il nome si riferisce alla percentuale di spazio occupato dall'uomo rispetto alla biomassa mondiale, simboleggiando l'impatto umano sulla natura. Nel piatto, un sanpietrino di pomodoro e carbone è circondato da erbe spontanee, rappresentando la natura che riassorbe l'intervento umano.

Un altro piatto iconico è Agnello sull’Antica Appia, che combina l’intensità della carne ovina con i legumi germoattivati, disposti a ricreare il motivo del lastricato della storica via romana. Questo piatto è un omaggio alla ricchezza storica e culturale di Roma, integrando sapori e simboli della città.

0,1%

0,1%

Agnello sull'Appia Antica

Agnello sull'Appia Antica

Con questa trasformazione, La Pergola di Heinz Beck promette di offrire un’esperienza ancora più immersiva e raffinata, dove la bellezza del territorio e la cultura italiana sono celebrate in ogni dettaglio. La cucina di Beck, nota per essere salutare, leggera e profumata di Mediterraneo, si arricchisce di nuove dimensioni, pronte a conquistare i fortunati ospiti.


Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose

Francesca Feresin

a cura di

Francesca Feresin

Romana di Trastevere, classe ’99, sin da piccola mangia fuori, ricercando tavole sempre più fuori dagli schemi. Studia Medicina al Policlinico Umberto I con l’obiettivo futuro di riuscire a coniugare le sue più grandi passioni: la cucina e la medicina.

Consulta tutti gli articoli dell'autore