Bello e buono: il nuovo Bioesserì di Porta Nuova a Milano

Forma e sostanza vanno a braccetto. La novità dei fratelli Borgia avrà una particolare attenzione per la mixology

28-09-2019
Vittorio e Saverio Borgia brindano alla nuova aper

Vittorio e Saverio Borgia brindano alla nuova apertura milanese

Quanta parte del successo di un locale è da ascrivere alla bellezza di arredi e location? Certo è che, alla fine, il giudizio del cliente dovrebbe basarsi più sulla sostanza che sulla forma. Cioè su quanto buona sia la cucina, quanto efficiente e professionale il servizio, quanto equo il costo. Il resto è un di più.

Ma se forma e sostanza trovano una comunanza nell’eccellenza allora il risultato della somma cresce esponenzialmente. Accade questo al nuovo Bioesserì di Milano Porta Nuova, il terzo locale meneghino dei fratelli Borgia - Vittorio e Saverio - il cui sipario si è alzato nei giorni scorsi.

Una location strepitosa, in via Vespucci dietro l’altissima Torre Solaria, nella zona più glamour della Milano da ammirare con il “naso all’insù”. Un’area sostanzialmente pedonale dove ci si può rilassare nei tavolini all’aperto (e sarà ancora meglio una volta conclusi i lavori del cantiere di fronte al locale).

Scorci della sala

Scorci della sala

L’arredamento è spettacolare, lussosamente arabeggiante. Il bancone a vista è enorme, colori caldi e morbidi ovunque, tavoli di prezioso marmo e stiloso smalto, vetrine aperte sulla strada, un piccolo giardino interno che dà luce alle due anime del locale. I tocchi di stile inseriti nel progetto, firmato dallo studio MGALAB, sono divani dai tessuti caldi e vivaci, un camino con finitura in ottone e la grande libreria, sul fondo del locale, trasformata in bottiglieria.

Altro elemento di interesse è dato dalla cucina e dal bar comunicanti, per permettere una vera sinergia fra lo chef Federico Della Vecchia e il bartender Andrea Di Prinzio. Già perché la novità del Bioesserì Porta Nuova sta proprio nella proposta.

Andrea Di Prinzio

Andrea Di Prinzio

Federico Della Vecchia con un piatto di Tagliatelle al burro di aringa

Federico Della Vecchia con un piatto di Tagliatelle al burro di aringa

Rispetto al primo locale milanese in Brera, qui cambiano gli orari: niente colazione, si parte a pranzo, apertura prolungata nel weekend fino alle 2 di notte. Si punta molto sulla mixologia, anch’essa bio, sui cocktail – a base di gin, rhum e distillati sudamericani - da sorbire in pieno relax e serviti con tapas mediterranee, pani imbottiti di morbidi formaggi e creazioni estemporanee dettate dall’estro dello chef. 

Aperitivo e after dinner quindi, con in mezzo, temporalmente, la seconda componente del successo di Bioesserì: la cucina. Resta invariata la filosofia “bio gourmet”, scelta netta e precisa di ricerca, selezione ed esaltazione di materie prime biologiche. Per i Borgia è stata una scelta vincente, frutto della consapevolezza di voler offrire una cucina sana, genuina e soprattutto buona, rispettosa dell'ambiente e della salute e gradevolmente gustosa.

Spaghetto ai Tre pomodori 

Spaghetto ai Tre pomodori 

Il menu ricalca quello del locale di via Fatebenefratelli. Dieci le pizze in carta, lievitate 72 ore, con farciture classiche e gourmet. Immancabile lo Spaghetto ai Tre pomodori e alcuni classici delle cucina locale come il Risotto alla milanese con ossobuco. Ci sono insalate e zuppe e a pranzo, altra novità, il business lunch servito dal lunedì al venerdì, composto da 4 insalate, 3 piatti unici - uno vegano, uno di carne e uno di pesce - e un primo del giorno. C’è da essere certi che sarò un successo. 

Bioesserì Porta Nuova
Via Amerigo Vespucci 11
Milano
+39.02.36740207
info.milanoportanuova@bioesseri.it
Aperto dal lunedì al giovedì dalle 12 alle 01, dal venerdì alla domenica dalle 12 alle 02


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose