Il miglior giovane, atto secondo

S.Pellegrino Young Chef 2016: tutto quello che c'è da sapere sulla competizione, un evento mondiale

04-02-2016
Una giura di 7 grandi

Una giura di 7 grandi "saggi", il globo suddiviso in 20 aree, 100 top chef coinvolti, 20 giovani chef finalisti che saranno scelti tra migliaia di partecipanti, 20 mentor chef. Sono le cifre della seconda edizione del S.Pellegrino Young Chef 2015, competizione che mira a definire il miglior chhef del mondo. Finalissima a Milano, 13 ottobre 2013

La prima edizione fu «un crack», direbbero gli spagnoli: oltre 3mila domande d’iscrizione per un progetto di scouting che punta a individuare il miglior giovane chef del mondo. Non si è ancora spenta l’eco della S.Pellegrino Young Chef 2015, vinta da Mark Moriarty («Un’esperienza indimenticabile», ha spiegato l’irlandese a più riprese, «che ha fatto una grandissima differenza per la mia carriera») che la macchina organizzativa è già pronta da qualche settimana per lanciare la seconda edizione.

Iniziamo con le cifre della kermesse numero 2: il globo è suddiviso in 20 aree, 100 sono i top chef coinvolti, 20 i giovani chef finalisti che saranno scelti tra migliaia di partecipanti, altrettanti i mentor chef che li accompagneranno alla finalissima e una giura di 7 saggi che non ha bisogno di ulteriori specificazioni. Si tratta di Carlo Cracco (ristorante Cracco, Milano), David Higgs (Rust en Vrede, Stellenbosch, Sudafrica), Gaggan Anand (Gaggan, Bangkok, Tailandia), Elena Arzak (Arzak, San Sebastian, Spagna)Mauro Colagreco (Mirazur, Mentone, Francia), Wylie Dufresne (già Wd50 a New York, Stati Uniti) e Roberta Sudbrack (Sudbrack, Rio de Janeiro, Brasile).

I sette saggi della super-giuria finale: Gaggan Anand (Gaggan, Bangkok, Tailandia), Elena Arzak (Arzak, San Sebastian, Spagna), Mauro Colagreco (Mirazur, Mentone, Francia), Carlo Cracco (ristorante Cracco, Milano), Wylie Dufresne (già Wd50 a New York, Stati Uniti), David Higgs (Rust en Vrede, Stellenbosch, Sudafrica) e Roberta Sudbrac (Sudbrack, Rio de Janeiro, Brasile)

I sette saggi della super-giuria finale: Gaggan Anand (Gaggan, Bangkok, Tailandia), Elena Arzak (Arzak, San Sebastian, Spagna), Mauro Colagreco (Mirazur, Mentone, Francia), Carlo Cracco (ristorante Cracco, Milano), Wylie Dufresne (già Wd50 a New York, Stati Uniti), David Higgs (Rust en Vrede, Stellenbosch, Sudafrica) Roberta Sudbrac (Sudbrack, Rio de Janeiro, Brasile)

Acqua Panna S. Pellegrino ha definito tutto le 4 fasi che scandiscono l'edizione 2016 del S.Pellegrino Young Chef.

 Fase 1: iscrizione online
Ogni cuoco candidato ha tempo fino al 31 marzo 2016 per iscriversi, cliccando qui sul sito www.finedininglovers.com. Requisiti: gli chef non devono avere più di 30 anni e devono lavorare in un ristorante come professionisti nelle cariche di chef, sous-chef o chef-de-partie da almeno un anno. Ulteriori dettagli verranno spiegati sul sito.

Fase 2: selezione mondiale dei finalisti regionali
Tutti i candidati sono suddivisi in base all’area geografica di provenienza (20 regioni, leggi il dettaglio). Entro aprile 2016, Alma, scuola di cucina di Colorno, selezionerà 10 finalisti. I criteri di giudizio? Sono 5: ingredienti, capacità, genio, bellezza, messaggio.

I giurati della finale italiana: Davide Oldani (D’O a Cornaredo, Milano), Alessandro Negrini (Il Luogo di Aimo e Nadia, Milano), Andrea Berton (ristorante Berton, Milano), Cristina Bowerman (Glass Hostaria, Roma), Fabio Pisani (Il Luogo di Aimo e Nadia, Milano) e Mauro Uliassi (Uliassi a Senigallia, Ancona).

I giurati della finale italiana: Davide Oldani (D’O a Cornaredo, Milano), Alessandro Negrini (Il Luogo di Aimo e Nadia, Milano), Andrea Berton (ristorante Berton, Milano), Cristina Bowerman (Glass Hostaria, Roma), Fabio Pisani (Il Luogo di Aimo e Nadia, Milano) e Mauro Uliassi (Uliassi a Senigallia, Ancona).

Fase 3: finali regionali
I 10 finalisti selezionati all’interno della 20 aree geografiche dovranno competere nel corso di un evento che si terrà tra il 1 maggio e il 15 agosto. Per l’evento italiano, la giuria è composta da Andrea Berton (ristorante Berton, Milano), Cristina Bowerman (Glass Hostaria, Roma), Alessandro Negrini Fabio Pisani (Il Luogo di Aimo e Nadia, Milano), Davide Oldani (D’O a Cornaredo, Milano) e Mauro Uliassi (Uliassi a Senigallia, Ancona). Alla fine di agosto 2016 verranno annunciati i 20 Young Chef vincitori di ognuna delle competizioni locali del mondo. Saranno loro i finalisti e a ognuno verrà assegnato uno chef mentore, componente della giuria locale che fornirà al candidato suggerimenti per migliorare il proprio piatto e a prepararsi alla finale.

Il gran finale
Il 13 ottobre 2016, i 20 Young Chef finalisti si ritroveranno insieme a Milano. Due giorni di competizione, al cospetto dell’insindacabile giudizio dei Sette Saggi di cui sopra. A loro, spetterà il compito di scegliere il S.Pellegrino Young Chef 2016.


Rubriche

Primo piano

Gli appuntamenti da non perdere e tutto ciò che è attuale nel pianeta gola