Food Event, quante lezioni

A pochi giorni dal secondo corso, un'allieva del primo ricapitola gli insegnamenti appresi

19-10-2015
Stefania Lattuca, siciliana, mentre illustra il su

Stefania Lattuca, siciliana, mentre illustra il suo progetto alla sessione finale del corso di Food event manager, il corso lanciato da Identità Golose in collaborazione con ConviviumLab-Arte del Convivio. La seconda edizione avrà inizio venerdì 6 novembre e si concluderà sabato 12 dicembre. Per tutte le informazioni su costi, docenti e tempi clicca qui

Lo scorso dicembre, scorrendo le notizie sul web, trovo una sorpresa, quasi da Babbo Natale per me. Sul sito di Identità Golose c’è il lancio della prima edizione del corso di Food Event Manager. Asseconda un desiderio che avevo e che non avrei saputo cercare altrove. Subito penso: «Ci sarò!». Mi iscrivo e, senza esitare, volo per 5 fine settimana consecutivi dall’aeroporto di Catania a Milano (io vivo in provincia di Ragusa e il tratto Ragusa-Catania è quasi più lungo di quello aereo!). Voglio iniziare e vivere una singolare esperienza formativa, non solo da un punto di vista professionale ma, spero, anche arricchente sul piano umano.

Mi trovo subito benissimo. Seguire i corsi negli spazi di Arte del Convivio, gli stessi della redazione di Identità Golose, è un'esperienza già in se stessa. L'accoglienza e la disponibilità di Monica e Lolla, la sorprendente sintonia con un gruppo di colleghi, diventati amici. Incredibile il legame che si è instaurato con la maggior parte di loro. Condividere emozioni e spunti, affettivi e professionali. Il “Food Event” è diventato un nido, di amicizia e professione. E il lascito più bello e prezioso è che adesso collaboriamo tutti tra noi. Siamo un team che interagisce da sud a nord.

Una parte dei 20 allievi che hanno portato a termine la prima edizione del corso, nel marzo scorso

Una parte dei 20 allievi che hanno portato a termine la prima edizione del corso, nel marzo scorso

Sinergia e sistema sono due concetti che ho appreso e approfondito proprio a Identità Golose. Certe inclinazioni devi averle dentro, ma se ti trovi nel posto giusto, riesci a farle emergere, migliorare. Riesci a ottimizzare le tue stesse attitudini. E questo è successo a me con il corso. Fondamentali, naturalmente, sono le persone con cui si entra in relazione: mi sono trovata benissimo con molti dei compagni di avventura. E ho trovato interessante e utile il fatto che i docenti provenissero dagli ambiti più diversi: nomi di spicco nel panorama dell'imprenditoria, chef, giornalisti, produttori di eventi, esperti di economia, motivazione e formazione. Un corpus da cui abbiamo tratto spunti, idee, lezioni vere, utili alla stessa realtà in cui già lavori.

Ho trovato i contenuti eccellenti e molto utili per costruire una rete di collaborazioni. Grazie a queste importanti conoscenze, contatti e utilissimi confronti, sono riuscita ad ampliare, oltre ogni attesa, il mio spettro di conoscenze e di interattività. E ho imparato ad avere metodo. A tradurre in un senso, logico e professionale, un'innata passione. A muovermi con cpiù onsapevolezza e disciplina in un campo potenzialmente enorme.

Gli ideatori del corso di Food Event Manager: da sinistra, Claudio Ceroni di Magenta Bureau, Paola Jovinelli di ConviviumLab-Arte del Convivio e Paolo Marchi di Identità Golose

Gli ideatori del corso di Food Event Manager: da sinistra, Claudio Ceroni di Magenta Bureau, Paola Jovinelli di ConviviumLab-Arte del Convivio e Paolo Marchi di Identità Golose

Ricordo con emozione la prima lezione: l'incontro con Paolo Marchi, patron di Identità Golose, e Claudio Ceroni, direttore di Magenta Bureau. Raccontandosi, ci hanno aperto un mondo. Credo che vivere in prima persona cioò che si legge o si racconta sul web, conoscere e ascoltare le colonne della cultura gastronomica è essa stessa un'esperienza e un'occasione importante di formazione. Ricordo con piacere anche l'esame finale, quello in cui abbiamo avanzato un progetto nostro a un team di esperti. Un dialogo principalmente di sorrisi e di input da professionisti veri.

Ora attendo con gioia la seconda edizione. Perché ora ho in pugno così tante preziose informazioni che sento il desiderio di ampliarle, di rafforzare certi concetti importanti. C'è ancora tanto da imparare.


Rubriche

Primo piano

Gli appuntamenti da non perdere e tutto ciò che è attuale nel pianeta gola