400 gradi è solo l'inizio

A Lecce, per scoprire tutte le novità del pizzaiolo Andrea Godi, pronto a lanciare in città il foodlab Fermenti, un nuovo locale a Zurigo e un'intera azienda agricola

28-10-2020
L'Extra Regina di Andrea Godi, pizzaiolo di 4

L'Extra Regina di Andrea Godi, pizzaiolo di 400 Gradi a Lecce

Andrea Godi nasce nel 1990 a Novoli, in provincia di Lecce, un paese noto per dedicare a Sant’Antonio Abate il falò più grande d’Europa. Figlio di pizzaiolo, cresce al fuoco dei forni dell’attività di famiglia, decidendo per il percorso della scuola alberghiera e continuando a lavorare durante il week-end in una pizzeria. Nel 2013 la svolta arriva, cercata, con un corso organizzato a Napoli dall’Associazione Verace Pizza Napoletana.

Nessuno a quel tempo a Lecce ci stava puntando e così, credendoci e buttandosi, nel 2014 apre 400 Gradi: 30 posti a sedere per poco meno di 100 metri quadrati. Ed è da subito un bel successo, con i leccesi in coda per assaggiare la pizza, tanto che alla fine del 2016 decide di spostarsi di un centinaio di metri in un locale più grande, con un giardino molto ampio e una sala interna, inizialmente, successivamente due, dato che nel piano interrato è stato costruito un secondo forno e approntata una nuova sala. L’avventura parte come una piccola impresa familiare insieme alla sorella e al cognato, ma rapidamente negli anni l’azienda cresce e la complessità aumenta, tanto che oggi i dipendenti sono 40.

Lo spazio e le idee non mancano: alla pizzeria si è andato affiancando un laboratorio che viene utilizzato per dedicarsi alle prove e alla ricerca sugli impasti e sulle farine.

Il Menu di 400 Gradi prevede una selezione di fritti per cominciare. Poi le pizze, divise in margherite - da non perdere la Extra Regina DOC con pomodoro, mozzarella di bufala, pomodorino datterino, basilico fresco, olio evo - le bianche - golosa la Carbonara con fior di latte, carbocrema (uova e pecorino), guanciale croccante, basilico fresco - e le rosse. In aggiunta le special: una pizza del giorno e una pizza gourmet, la prima una proposta giornaliera e di stagione e la seconda che si distingue perché più elaborata nel condimento. Impasto soffice, da biga, farine del Molino Quaglia, materia prima selezionata dai produttori locali perché “questa terra ci dà tutto quello di cui abbiamo bisogno”.

Andrea Godi, classe 1990

Andrea Godi, classe 1990

La pizza Carbonara di 400 gradi

La pizza Carbonara di 400 gradi

Ma Godi dorme sugli allori - non è il tipo, la mente imprenditoriale in movimento - ed entro il 2020 inaugurerà poco distante dalla pizzeria anche Fermenti, un food lab di pasticceria e panetteria che gestirà in prima persona e poi utilizzerà per ospitare colleghi pasticceri e panificatori. E ancora: sta portando avanti un suo progetto in Svizzera che dovrebbe vedere l’apertura a breve nel centro di Zurigo, un locale da 50-60 posti a sedere in cui la filosofia di base sarà la stessa di Lecce, ma con un format centrato sulla degustazione.

Quando però gli si chiede del futuro, quello non immediato, ha le idee altrettanto chiare: “Ho acquistato una masseria nella campagna a pochi km da Lecce, con annessa un’azienda agricola, e la sto ristrutturando. Sono 17 ettari di terreno e anche un migliaio di olivi. Il mio sogno sarebbe di dare nuovo lustro e nuova vita a questi luoghi con un progetto di pizzeria agricola nella quale la materia prima provenga interamente dalla mia terra. Nel futuro intendo rallentare i ritmi per aumentare la qualità dell’esperienza di chi mangerà da noi, ma anche la qualità delle nostre vite”.

Pizzeria 400 Gradi
viale Porta d’Europa, 65
Lecce
​Pizze 4/9 euro
+393913318359


Rubriche

Mondo pizza

Tutte le notizie sul piatto italiano più copiato e mangiato nel pianeta