Pizza al Settimo Cielo

La ricerca della qualità di Petra e Lorenzo, che da 6 anni guidano un locale a Pescantina (Verona)

10-12-2016
Petra Antolini, insieme al marito Lorenzo, ha aper

Petra Antolini, insieme al marito Lorenzo, ha aperto la sua prima pizzeria nel 2010, Settimo Cielo. Da agosto 2016 ha avviato anche una seconda attività, Casa Petra, dedicata sempre alla pizza, ma in questo caso d'asporto, stesso paese nel Veronese, Settimo di Pescantina, stessa via, via Antonio Bertoldi, ma al numero civico 32. Cambia il numero di telefono: +39.347.8732984. Il pezzo è uscito in anteprima per Identità di Pizza, la newsletter che Identità Golose dedica al mondo dei lievitati. Per riceverla regolarmente (e gratuitamente) basta iscriversi qui

Pescantina è un piccolo comune in provincia di Verona, nel cuore della Valpolicella, celebre zona collinare rinomata per la viticoltura, e in particolare per il vino Amarone, arricchita da ville venete di rara bellezza e dove Petra e Lorenzo hanno aperto la loro pizzeria Settimo Cielo (Via E. Bernardi, 1 - 37026 Settimo di Pescantina VR - Telefono: +39.045.6703207).

Petra e Lorenzo, coppia nella vita e nel lavoro, arrivano dalla scuola alberghiera (lui a Bardolino, lei a Verona, dove conseguirà anche la laura in Scienza gastronomiche) e da sempre crescono tra i fornelli. Nel 2010, a 30 anni, dopo varie esperienze nel mondo della ristorazione, decidono di aprire il loro primo locale, Settimo Cielo, dopo aver frequentato il percorso di Università della Pizza del Molino Quaglia.

Il marito e compagno anche sul lavoro di Petra, Lorenzo Giacopuzzi

Il marito e compagno anche sul lavoro di Petra, Lorenzo Giacopuzzi

Sempre all’avanguardia sul mondo del cibo e delle bevande e alla ricerca di materie prime eccellenti e nuove idee, oggi sono un punto di riferimento per la comunità veronese (il locale ospita fino a 300 persone). La loro pizza è fatta con ingredienti di prima qualità con farine italiane, pasta madre viva, olio, acqua e sale con lievitazione minima di 48 ore.

Ben quattro gli impasti che propongono: uno con Petra 3 e Petra 9, morbida e fragrante, per farciture particolari e ricercate; uno d’ispirazione napoletana, con impasto Petra “Special”; uno classico con farina Quaglia tipo 0 “Allegra” ed infine quello senza glutine con Glutinò, l’unica cotta nel forno elettrico (le altre vanno in quello a legna).

Qualche esempio? La Lonzino con impasto di farina Petra 3 e 9, pasta madre viva, sale Maldon, olio evo e acqua farcita con mozzarella fior di latte, stracciatella, cipolla caramellata e lonzino affinato all’amarone; la Mortadella Dop con impasto di farina Petra 3 e 9, mozzarella fior di latte, misticanza di verdura, mortadella Dop e granella di pistacchio; la Porcini con impasto di farina Petra 3 e 9, mozzarella fior di latte, porcini a lamelle spadellati dell’alta montagna veneta e formaggio Monte veronese “vecchio”.

La sala di Settimo Cielo

La sala di Settimo Cielo

Interessante la carta dei vini legati al territorio e i dolci classici scomposti preparati sul omento come il tiramisù o la cheseecake. In questo periodo stanno sfornando panettoni pasta madre viva a tutto andare di cui vi consigliamo quello integrale fatto con farina Petra 9, amarene candite e cioccolato fondente 75%, quello classico con Petra 1, pere, arancia e uvette e infine quello con farina biologica con pesche antiche di Pescantina.

Una chicca per gli amanti del Gin, tra i dessert, un curioso abbinamento tra Gin e gelato artigianale: imperdibile. Da qualche mese hanno aperto Casa Petra, una bakery house dove fanno solo servizio take away, dove producono pane, lieviti e pizze alla pala e in teglia tutta da scoprire.


Rubriche

Mondo pizza

Tutte le notizie sul piatto italiano più copiato e mangiato nel pianeta