Maxi's, Osteria della Pizza, Villa Sparina e Somu: le ultime 4 novità della guida

Le new entry di questa settimana riguardano 4 cucine giovani in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Piemonte e Sardegna

21-08-2021
Matteo Metullio, oltre all'Harry's Piccolo

Matteo Metullio, oltre all'Harry's Piccolo di Trieste (2 stelle Michelin), con Davide De Pra firma da poco anche la regia del ristorante Maxi's al Portopiccolo di Sistiana, Duino-Aurisina (Trieste)

Maxi's a Portopiccolo
+390409977775, strada costiera km 137 125, Duino Aurisina (Trieste), Portopiccolo, maxisrestaurant.it
Se Trieste s’è finalmente desta, lo dobbiamo all’esempio di Matteo Metullio e Davide De Pra, due ragazzi che sono arrivati a scuotere la scena cittadina, generando un benedetto effetto emulazione. È passato piuttosto in sordina un importante progetto di consulenza che i ragazzi hanno avviato dalla primavera del 2021 a Portopiccolo, lo scenografico e mastodontico (454 unità abitative) complesso di lusso scavato nella pietra carsica della baia di Sistiana, pochi chilometri più nord dal capoluogo. I ristoranti del borgo sono 3 in tutto, ognuno con una regia e una filosofia distinta: c’è il Bris fronte mare, il Cliff contenuto nel Falisia Resort e il Maxi’s, la punta di diamante del mazzo, il beach bar and restaurant controllato dai ragazzi dell’Harry’s di Trieste. [...] Leggi l'intera recensione di Gabriele Zanatta

La Pala alla romana con fior di latte pugliese, prosciutto cotto autoprodotto, burrata e rafano, Osteria della Pizza, Motta di Livenza (Treviso)

La Pala alla romana con fior di latte pugliese, prosciutto cotto autoprodotto, burrata e rafano, Osteria della Pizza, Motta di Livenza (Treviso)

Osteria della Pizza
+390422768488, via Callalta Capoluogo 52, Motta di Livenza (Treviso), facebook.com/osteriadellapizza
Motta di Livenza, comune verde nel Trevisano, al crinale con la provincia di Venezia. Stringiamo il campo e troviamo l’ex Casa di Bacco, un podere rurale del Cinquecento circondato da ettari ed ettari di vigne e piante da frutto. Zoomiamo ancora di persona in una calda giornata d’estate verso l’ariosa veranda, popolata da tavoli di gente felice di mangiare in un contesto bucolico, tra torchi e utensili agricoli dei tempi che furono. È lo scenario scelto da Alberto Arrigoni e Michele Basso per bissare l’omonima pizzeria di successo a Zero Branco con questa Osteria della Pizza, un progetto partito partito da poco a opera di due bravi studiosi della pizza: Alberto, erede di una dinastia di panificatori, esperto di lievitati e impasti e Michele da San Stino di Livenza, che armeggia velocissimo topping vicini e lontani «e faccio tutto quello che serve». Leggi l'intera recensione di Gabriele Zanatta

Thomas Papa, dal 2019 al timone del ristorante La Gallina, Gavi (Alessandria)

Thomas Papa, dal 2019 al timone del ristorante La Gallina, Gavi (Alessandria)

La Gallina del Villa Sparina
+390143685132, frazione Monterotondo 56, Gavi (Alessandria), villasparinaresort.it
Non accade sovente che cucini per noi un papa, succede al ristorante La Gallina a Gavi, all’interno del resort Villa Sparina del fratelli Moccagatta, in particolare StefanoThomas Papa, così si chiama dal 2019 lo chef, promosso dopo un lustro trascorso come sous chef. Non solo: durante la pandemia, la struttura è stata ampliata e dotata di nuovi spazi. La Gallina non è mai stato un posto di esasperata ricerca di nuove formule e di novità creativa. L’imperativo non è certo quello di farlo strano. Con alle spalle una realtà straordinaria legata al vino, un mondo che impone certezze e non effetti speciali tanto per strappare due like in più nei social, chi guida il ristorante deve rimanere del solco di quanto tracciata dalla proprietà e Papa lo sa fare molto bene, con un cucina sincera, per nulla banale, ricca di ingredienti a emozione garantita come un salame che da solo vale il viaggio. Leggi l'intera recensione di Paolo Marchi

La terrazza del Somu di Baja Sardinia (foto instagram)

La terrazza del Somu di Baja Sardinia (foto instagram)

Somu
+393491200682, piazza Due Vele, Arzachena (Sassari) - Baja Sardinia, somu.it
E meno male che lui il cuoco non lo voleva fare. Se Salvatore Camedda avesse dato retta all’istinto ci saremmo persi un talento della cucina moderna, radicata nel territorio, ma con influenze fusion che disegnano un giro del mondo sulle tappe principali delle sue esperienze di cucina. Innanzitutto hôtellerie importanti come il Four Seasons di Milano (Sergio Mei) e il Cristallo di Cortina d’Ampezzo, pedigree internazionale tra Taipei, Miami e St Moritz e infine alla scuola futurista dello vicentino Giuliano Baldessari. Un curriculum che gli permetterebbe qualsiasi cosa. E lui cosa fa? Torna a casa, prima a San Vero Milis, poi Cabras, Oristano e infine nella modaiola Costa Smeralda, al ristorante del Club Hotel, uno dei tramonti più spettacolari di tutta la Sardegna. La cucina mette al centro i prodotti sardi, di qualità eccelsa, freschi, stagionali, valorizzati da una tecnica di cucina che osa senza snaturare. Il risultato sono piatti confortevoli, con note sorprendenti. 
Leggi l'intera recensione di Alberto Tonello


Rubriche

Guida alla Guida

Tutte le novità della Guida ai Ristoranti d'Italia, Europa e Mondo di Identità Golose