Lattuga: il Piatto del 2022 di Caterina Ceraudo

Dall'orto in tavola, una portata semplice, ricca di gusto e sostenibile: è l'idea della chef del ristorante Dattilo, a Strongoli (Crotone)

01-01-2022
a cura di Caterina Ceraudo
Lattuga: il Piatto del 2022 della chef Caterina

Lattuga: il Piatto del 2022 della chef Caterina Ceraudo del ristorante Dattilo , una stella Michelin a Strongoli (Crotone)

Dall'estremo Nord al profondo Sud, abbiamo chiesto agli chef di tutto il Bel Paese una proposta inedita da svelarci, direttamente dalle cucine dei loro ristoranti. Conosceremo quindi "il Piatto del 2022"...che sia il simbolo di questo nuovo anno.

Il piatto del 2022 per noi è senza dubbio Lattuga, recentemente inserito nel menu Orto.
Un'idea che nasce da una delle mie passioni: proprio l’orto, appunto. Si tratta di un piatto semplice ma allo stesso tempo estremamente gustoso e sostenibile, che nasce dal buono che offre la terra.

 

LATTUGA
Ricetta per 4 persone

Ingredienti
1 lattuga romana
Succo di limone
1 Limone
q.b. sale
300g robiola di capra
q.b. olio evo
q.b. pepe bianco

La chef Caterina Ceraudo del ristorante Dattilo, 1 stella Michelin, a Strongoli (Crotone)

La chef Caterina Ceraudo del ristorante Dattilo, 1 stella Michelin, a Strongoli (Crotone)

Procedimento

Per il cuore di lattuga
Mondare la lattuga prendendo solo il cuore. Usate le foglie esterne per altre preparazioni.

Per la centrifuga di foglie di lattuga 
Usare le foglie esterne dell’insalata; lavarle bene e passare all’estrattore/centrifuga con qualche goccia di limone.

Per le foglie arrosto
Sbollentare le foglie della lattuga in acqua salata per 20 secondi, asciugare e arrostire su una piastra o una padella, condite con un filo d’olio e pepe bianco.

Per la robiola di capra
Frullare la robiola e aggiungere la buccia di limone.

Impiattamento
Alla base di un piatto fondo, disporre la lattuga arrosto tagliata a cubetti, aggiungere al di sopra la mousse di robiola, adagiare quindi il cuore di lattuga precedentemente condito con la centrifuga di lattuga, sale e un filo d’olio.


Rubriche

Ricette d'autore