Da Identità Expo a Identità Golose Milano: la storia in numeri

L'esperienza del 2015, con oltre 58mila visitatori e più di 200 chef coinvolti, guida l'avvicinamento al prossimo progetto

29-06-2018

Il logo di Identità Golose Milano: lo spazio di via Romagnosi al 3 a Milano sarà inagurato il prossimo 18 settembre

Si avvicina, giorno dopo giorno, l’inaugurazione del nuovo grande progetto di Identità Golose: forse il più ambizioso in una storia lunga ormai quasi quindici anni. Il 18 settembre inaugureremo Identità Golose Milano, il primo hub internazionale della gastronomia, che troverà la propria sede in via Romagnosi al 3, dove fino a poco tempo fa sorgeva la Fondazione Feltrinelli.

I lavori di ristrutturazione e di allestimento procedono con impegno, così come l’organizzazione dei primi appuntamenti che riempiranno di intelligenze, di talento, di passione e di gusto questo nuovo spazio. E settimana dopo settimana vi sveleremo qualche nuovo dettaglio, con l’emozione di condividere qualcosa di davvero importante.

C’è un’esperienza, anch’essa molto importante, che ha ispirato l’idea di Identità Golose Milano e che guida, almeno in parte, la marcia di avvicinamento a questo debutto. Ed è quella che per sei mesi ci ha visti impegnati in Identità Expo, durante l’Esposizione universale di Milano nel 2015: «Il 31 ottobre 2015, quando Expo è finita - raccontava qualche mese fa l'ideatore di Identità Paolo Marchi - ci siamo guardati negli occhi e abbiamo pensato che sarebbe stato un peccato non dar seguito a quell’iniziativa, che aveva fatto convergere nei nostri spazi grandi chef italiani e internazionali».

Claudio Ceroni, a sinistra, e Paolo Marchi presentano dal palco del Congresso di Identità Golose il nuovo progetto

Claudio Ceroni, a sinistra, e Paolo Marchi presentano dal palco del Congresso di Identità Golose il nuovo progetto

E soprattutto, un pubblico numerosissimo: in sei mesi furono oltre 58mila i visitatori complessivi del nostro spazio dedicato alla cultura gastronomica, all'accoglienza e alla ristorazione, per 172mila piatti serviti. Persone che, come ama ricordare l'altro fondatore di Identità Golose Claudio Ceroni «in maggioranza non avevano mai messo piede in un ristorante stellato. E che, invece, grazie a una formula di prezzo vincente, hanno superato il timore di un conto fuori controllo, magari a causa dell’incognita dei vini».

Vale quindi la pena di ricordare altri numeri che hanno caratterizzato il successo dell'esperienza di Identità Expo 2015 e che si ritroveranno nell'offerta di Identità Golose Milano, ovvero i prezzi: 75 euro per 4 portate, compresi gli abbinamenti con i vini (e gli amouse-bouche). 

L'obiettivo di Identità Golose Milano, infatti, in perfetta coerenza con quanto fatto da Identità Golose sin dalla sua nascita, è di avvicinare il pubblico più vasto possibile alla conoscenza della cucina d'autore, stimolando ulteriori esperienze e approfondimenti, promuovendo una cultura fatta non già di lusso sfarzoso, ma di ricerca del gusto, di valorizzazione delle materie prime e dei territori, e soprattutto del grande impegno degli chef che stanno facendo grande l'Italia, e il mondo, del cibo.

Un dettaglio della planimetria dei nuovi spazi

Un dettaglio della planimetria dei nuovi spazi

Nei sei mesi di Identità Expo furono 202 gli chef totali coinvolti, e di questi 78 hanno firmato un intero menu, arrivando da luoghi vicinissimi e lontanissimi, portando con sé esperienze diverse, rappresentando tanto Milano, quanto l'Italia e il mondo intero. 

Grazie a un spazio che consideriamo già una "casa degli chef", Identità Golose Milano si propone di ripartire da questi numeri e di superarli, proponendo giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, il racconto di un movimento ricco e in continua evoluzione come quello della gastronomia internazionale: già in queste ore stiamo raccogliendo adesioni prestigiose, che presto sveleremo.

Ma non basta: lo spazio dedicato alla ristorazione sarà solo una piccola parte di quel centro polifunzionale che sta alla base del nostro progetto. A Identità Expo furono 450 gli eventi gratuiti aperti al pubblico, in cui abbiamo affrontato una miriade di argomenti legati al vasto mondo della cucina. Nel nuovo hub via Romagnosi le possibilità saranno molto superiori, grazie alla sala centrale - che sarà contemporaneamente super-tecnologica e illuminata naturalmente dalla cupola in cui gli oblò di vetrocemento formano il disegno del logo di Identità Golose Milano - dove potremo ospitare eventi, presentazioni, cooking show, attività didattiche e di formazione.

Una foto della sala di Identità Expo gremita nel giorno dell'inaugurazione, il primo maggio 2015

Una foto della sala di Identità Expo gremita nel giorno dell'inaugurazione, il primo maggio 2015

Infine, come sempre, non saremo soli in questa avventura. A Identità Expo ci hanno accompagnato 77 partner che, a vario titolo, decisero di arricchire il nostro padiglione col loro nome e con la loro eccellenza. Nella marcia di avvicinamento al debutto di Identità Golose Milano sono già molte le collaborazioni che ci permetteranno di lavorare al meglio e di offrire al pubblico un'accoglienza di alto livello: anche in questo caso, presto inizieremo a raccontare i contenuti di questi incontri che ci riempiono di soddisfazione.

Gli ultimi numeri che vi proponiamo oggi sono l'1 e il 18. Il primo maggio 2015, con un pranzo firmato da Massimo Bottura, inaugurammo infatti lo spazio di Identità Expo. Il 18 settembre 2018 sarà invece il giorno in cui finalmente alzeremo il sipario su Identità Golose Milano, il nuovo teatro del gusto che offriremo alla città. 


Rubriche

Primo piano

Gli appuntamenti da non perdere e tutto ciò che è attuale nel pianeta gola