Identità Expo_Scarello
Identità Expo

Gilmozzi, l'anti-starchef

A Identità di Pasta prepara delle splendide linguine di farro che sanno di bosco e di magia

Alessandro Gilmozzi, de El Molin di Cavalese (piazza Cesare Battisti 11, tel. +39.0462.340074), è stato il protagonista ieri a Identità di Pasta, la sezione d'Identità Expo dedicato al cibo più amato dagli italiani. 

Alessandro Gilmozzi, de El Molin di Cavalese (piazza Cesare Battisti 11, tel. +39.0462.340074), è stato il protagonista ieri a Identità di Pasta, la sezione d'Identità Expo dedicato al cibo più amato dagli italiani. 

La tranquillità al potere (in cucina). Alessandro Gilmozzi è l’anti-starchef: quieto, silenzioso, modesto, quadrato, vagamente dimesso. Ha un tono di voce monocorde, quasi cantilenante come capita spesso nel nostro NordEst, lui viene da Cavalese in Trentino. Anche l’aspetto è umile, senza pretese; non si direbbe affatto elegante.

a cura di Carlo Passera

Leggi | 23-05-2015 | Identità Expo

Superpranzo Cracco-Colagreco

Il masterchef italiano e il bistellato argentino protagonisti domenica a Identità Expo. Il menu

Pranzo speciale, domenica 24 maggio, a Identità Expo. Protagonisti saranno due grandissimi della cucina mondiale, l'italiano Carlo Cracco e l'argentino Mauro Colagreco. Hanno studiato un inedito menu a quattro mani; è possibile prenotarlo (il costo è di 90 euro, vini compresi, per il menu di cinque portate) mandando una mail al seguente indirizzo: expo@magentabureau.it, Oppure telefonando al +39.02.62012701

Pranzo speciale, domenica 24 maggio, a Identità Expo. Protagonisti saranno due grandissimi della cucina mondiale, l'italiano Carlo Cracco e l'argentino Mauro Colagreco. Hanno studiato un inedito menu a quattro mani; è possibile prenotarlo (il costo è di 90 euro, vini compresi, per il menu di cinque portate) mandando una mail al seguente indirizzo: expo@magentabureau.it, Oppure telefonando al +39.02.62012701

Pranzo a sorpresa d'altissimo livello, domenica prossima 24 maggio. Doveva essere un quattro mani Scarello-Colagreco: ma lo chef udinese ha dovuto dare forfait, troppo forti i dolori alla schiena per poter dialogare ai fornelli col collega argentino. E allora? E allora largo all'italiano più famoso, che ha offerto immediatamente la propria disponibilità, in attesa di poterlo avere come ospite per cinque giorni, pranzo e cena, per "Italian & International Best Chefs", a settembre.
 

a cura di Carlo Passera

Leggi | 21-05-2015 | Identità Expo

La cucina del tempio di Seul

In Corea del Sud, per scoprire la dieta millenaria delle monache buddiste. Di incredibile attualità

La venerabile monaca buddista Gye-Ho davanti a decine di onggi, i recipienti della tradizione coreana che contengono alimenti fermentati e marinati. E' il momento più emozionante della nostra visita al tempio di Jingwansa, alle porte di Seul. Una giornata dedicata a scoprire i segreti millenari della cucina buddista coreana

La venerabile monaca buddista Gye-Ho davanti a decine di onggi, i recipienti della tradizione coreana che contengono alimenti fermentati e marinati. E' il momento più emozionante della nostra visita al tempio di Jingwansa, alle porte di Seul. Una giornata dedicata a scoprire i segreti millenari della cucina buddista coreana

Verdure sradicate e cucinate senza passare dal frigo (il farm-to-table degli americani). Fondine riempite per sfamare il commensale il giusto, evitando sprechi. Alimenti dalle proprietà anti-cancerogene, colesterolo basso e veloci da digerire. Fermentazioni e marinature che conservano il cibo aggiungendo al contempo umami (=sapori deliziosi e più complessi). Pietanze da condividere con ognuno dei commensali seduti a tavola.

a cura di Gabriele Zanatta

Leggi | 22-05-2015 | Zanattamente buono

I tanti climi della Colombia

Il padiglione colombiano a Expo propone un viaggio attraverso i diversi piani termici del paese

Fin dal primo giorno di Expo Milano 2015 il padiglione colombiano, disegnato da Manuel Villa Arquitectos di Bogotà insieme allo Studio Cardenas Conscious Design di Milano, ha stimolato la curiosità dei visitatori, che formano quasi costantemente delle piccole (e veloci) code sulla scala che conduce all'ingresso

Fin dal primo giorno di Expo Milano 2015 il padiglione colombiano, disegnato da Manuel Villa Arquitectos di Bogotà insieme allo Studio Cardenas Conscious Design di Milano, ha stimolato la curiosità dei visitatori, che formano quasi costantemente delle piccole (e veloci) code sulla scala che conduce all'ingresso

Appena si arriva nell'atrio del padiglione della Colombia si coglie molto chiaramente il concetto che accompagnerà poi l'intera visita. Ci si trova infatti circondati di mappe, che indicano con colori diversi le differenti aree climatiche del paese sudamericano. I 114 milioni di ettari del suo territorio, infatti, sono caratterizzati da tre catene montuose e bagnati da due mari, e si distinguono per una biodiversità unica al mondo.

a cura di Niccolò Vecchia

Leggi | 22-05-2015 | 10:00 | Tutto Expo

Una serata vegetariana taglia XXL

A Pescara un lunedì scandito da nutrizioniste, giornaliste grintose, cuoche naturali e un attore

Uno scatto bello e singorlare scattato durante la presentazione di XXL, 50 piatti che hanno allargato la mia vita allo Spaziodipaolo a Spoltore vicino a Pescara. Da sinistra verso destra: la chef Cinzia Mancini, l'autore del libro Paolo Marchi, l'altra chef che ha ingolosito i presenti, Emanuela Tommolini, e il padrone di casa Mario Di Paolo

Uno scatto bello e singorlare scattato durante la presentazione di XXL, 50 piatti che hanno allargato la mia vita allo Spaziodipaolo a Spoltore vicino a Pescara. Da sinistra verso destra: la chef Cinzia Mancini, l'autore del libro Paolo Marchi, l'altra chef che ha ingolosito i presenti, Emanuela Tommolini, e il padrone di casa Mario Di Paolo

Un libro come XXL, 50 piatti che hanno allargato la mia vita si presta a essere cucinato in più maniere. C’è chi ha iniziato dal primo racconto, quello dedicato alla polenta, in autunno a Milano e chi invece, lunedì scorso, ha preferito puntare sul 50° e ultimo. Serata vegetariana infatti (con eccezione…) a Spoltore, a pochi passi da Pescara, perché la mia bio si conclude con un inno all’alta cucina vegana e crudista grazie alle Lasagne di zucchine e pomodori di Sarma Melngailis a New York e Daniela Cicioni in Italia.

Tutto merito di Sabina De Deo, titolare a Pescara dello...

a cura di Paolo Marchi

Leggi | 22-05-2015 | XXL Marchi

Grande Italia a Seul

Massimo Bottura e Giorgio Nava entusiasmano i giovani cuochi a congresso in Corea del Sud

Massimo Bottura e la calca dei giovani colleghi coreani al termine della lezione tenuta al Seul Gourmet Festival questa mattina (l'alba in Italia). Il modenese ha tenuto alto il valore della nostra cucina assieme al collega Giorgio Nava, milanese trasferito da tempo a Capetown in Sudafrica. Con loro, c'erano anche Jordi Roca, Alain Coumont, Pascal Lorange e Juan Amador

Massimo Bottura e la calca dei giovani colleghi coreani al termine della lezione tenuta al Seul Gourmet Festival questa mattina (l'alba in Italia). Il modenese ha tenuto alto il valore della nostra cucina assieme al collega Giorgio Nava, milanese trasferito da tempo a Capetown in Sudafrica. Con loro, c'erano anche Jordi RocaAlain CoumontPascal Lorange e Juan Amador

Non è mica detto che, in un congresso che ha luogo a 9mila chilometri dall’Italia, organizzato dal fotografo-scrittore belga Jean-Pierre Gabriel a favore delle nuove leve della cucina sud-coreana, l’Italia debba per forza uscire trionfante. Ma questo succede a Seul, tra gli “oooh” del pubblico per le lezioni di Massimo Bottura e Giorgio Nava, orientate ben oltre la triade spaghetti-pizza-lasagna. Gli Spaghetti che volevano diventare lasagna sono uno dei quattro piatti con cui il modenese ha aperto questa mattina (all’alba in Italia) il Seoul Gourmet Festival. «Sono cresciuto sotto il tavolo di mia mamma mentre tirava la pasta», ha esordito, «la mia cucina comincia qui, da una prospettiva insolita». Noi identitagolosoni conosciamo bene il repertorio che seguirà nel crescendo successivo, scandito da 4 piatti: la lasagna croccante, psychedelic veal not flamed grilled, l’evoluzione della Ceasar’s Salad e Oops mi è caduta la crostata al limone.

a cura di Gabriele Zanatta

Leggi | 21-05-2015 | Dal Mondo

Il Nord a Milano

Danimarca, Norvegia, Finlandia e Svezia da oggi insieme per la seconda edizione di BeNordic

I paesi nordici migrano a Sud per BeNordic, rassegna di cultura ed enogastronomica scandinava inaugurata con un'anteprima ieri sera, che si terrà a Milano dal 22 al 24 maggio nello spazio espositivo Bou-Tek a due passi dal Duomo

I paesi nordici migrano a Sud per BeNordic, rassegna di cultura ed enogastronomica scandinava inaugurata con un'anteprima ieri sera, che si terrà a Milano dal 22 al 24 maggio nello spazio espositivo Bou-Tek a due passi dal Duomo

Aveva destato un certo stupore la mancanza di un padiglione nordico all’interno di Expo 2015, ma la New Nordic Cuisine e la cultura scandinava della sostenibilità faranno capolino nella capitale meneghina durante BeNordic, manifestazione organizzata dagli uffici del turismo di Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia.

a cura di Valeria Senigaglia

Leggi | 21-05-2015 | Dall'Italia

Tanto Pepe per la pizza del futuro

L'uomo di Caiazzo racconta a Identità Expo la formula del suo successo: territorio + tecnica

Franco Pepe ieri a Identità Expo. Lui è uno dei re della pizza, con Pepe in Grani, aperto nell'ottobre 2012 nella sua Caiazzo, provincia di Caserta (tel. +39.0823.862718)

Franco Pepe ieri a Identità Expo. Lui è uno dei re della pizza, con Pepe in Grani, aperto nell'ottobre 2012 nella sua Caiazzo, provincia di Caserta (tel. +39.0823.862718)

Territorio + tecnica = Pepe in Grani. E’ la regola della buona pizza, quella che Franco Pepe espone a Milano, ospite di Identità Expo per la sezione Identità di Pizza. Non c’è un forno adatto per cuocere le pizze, nel temporary restaurant di crescente successo targato Identità Golose – di scena fino a domenica è Emanuele Scarello, per saperne di più leggete qui. Ma Pepe non vuol far a meno di concludere la propria lezione con un assaggio, così prende in prestito il forno del Berberé (la migliore pizzeria ad Expo, come abbiamo spiegato qui) e presenta tre impasti bell’e cotti, con la mozzarella già fusa e nient’altro. Poi li guarnirà live con salsa del suo pomodoro riccio e gocce di basilico.
 

a cura di Carlo Passera

Leggi | 21-05-2015 | Identità Expo

Acrilammidi free: ecco come

Tre ricette a basso contenuto di pericolosi ammidi dell'acido acrilico: chips di patate, pane e cracker

Queste Patatine in sfoglia con erbe e pepe rosa sono, come anche per le altre foto che accompagnano l'articolo di Lisa Casali, ricette di Daniela Cicioni a basso contenuto di acrilammidi. Un tema di cui si parla troppo poco e che invece ha una grande importanza

Queste Patatine in sfoglia con erbe e pepe rosa sono, come anche per le altre foto che accompagnano l'articolo di Lisa Casali, ricette di Daniela Cicioni a basso contenuto di acrilammidi. Un tema di cui si parla troppo poco e che invece ha una grande importanza

Parliamo ancora di Acrilammidi perché in questo paese se ne parla decisamente troppo poco e la scarsa attenzione riservata a questo argomento è alquanto strana. I più complottisti potrebbero quasi pensare a una censura voluta su questo tema per timore di danneggiare il settore alimentare e soprattutto le grandi aziende che producono patatine chips, patate fritte, caffè in chicchi, solubile e d’orzo e tutti i prodotti da forno, ovvero una bella fetta del mercato alimentare italiano.

a cura di Lisa Casali

Leggi | 20-05-2015 | 19:00 | Naturalmente

Il capolavoro Del Duca

Lo chef ciociaro conferma il suo gran talento presentando un piatto da applausi a Identità Expo

Il piatto preparato da Davide Del Duca, giovane chef della romana Osteria Fernanda, che ha da poco cambiato sede, aprendone una nuova, sempre a Porta Portese ma più ampia (e paradossalmente con meno coperti, «così possiamo seguire meglio il cliente») in via Monte Crescenzo 18, tel. +39.347.4459593

Il piatto preparato da Davide Del Duca, giovane chef della romana Osteria Fernanda, che ha da poco cambiato sede, aprendone una nuova, sempre a Porta Portese ma più ampia (e paradossalmente con meno coperti, «così possiamo seguire meglio il cliente») in via Monte Crescenzo 18, tel. +39.347.4459593

Davide Del Duca arriva come una furia a Identità Giovani, sezione d’Identità Expo dedicata ai talenti del futuro: è sicuro del fatto suo, non ha timori reverenziali. La fama che lo circonda lo rafforza; i paragoni con altri illustri vincitori del Premio Birra Moretti Grand Cru - Giuliano Baldessari, Christian Milone, Luigi Salomone, mentre il diretto interessato s’è aggiudicato l’ultima edizione – altro che intimorirlo! Lo caricano ancor più.
 

a cura di Carlo Passera

Leggi | 20-05-2015 | Identità Expo
Identità Expo - Cartella Stampa

Caraiba: semplicità e buon gusto

Storia di un partner storico di Identità Golose, che è al nostro fianco anche sulle tavole dell'Expo

Cristina Franceschetti e Alessandro Guidi hanno fondato la Caraiba nel 1993. Decisi a cambiare vita e determinati nel creare un progetto che li rappresentasse a pieno, hanno lasciato le loro attività professionali nel settore dell’agroalimentare e hanno iniziato a selezionare i migliori bicchieri e a distribuirli al top della ristorazione italiana

Cristina Franceschetti e Alessandro Guidi hanno fondato la Caraiba nel 1993. Decisi a cambiare vita e determinati nel creare un progetto che li rappresentasse a pieno, hanno lasciato le loro attività professionali nel settore dell’agroalimentare e hanno iniziato a selezionare i migliori bicchieri e a distribuirli al top della ristorazione italiana

Leggi | 20-05-2015 | Identità Golose | Identità Expo

Godia(moci) il menu di Scarello

Dal borgo alle porte di Udine a Identità Expo: ecco i piatti che potremo gustare fino a domenica

Il Vitello al rosa, acciughe e salsa d’uovo soffice (abbinamento con un lambrusco reggiano secco, il Quercioli 2014 di Medici Ermete): uno dei piatti che Emanuele Scarello ha studiato per Identità Expo, da mercoledì a domanica prossimi, sia a pranzo che a cena, eccetto il pranzo di domenica (info e prenotazioni per il menu di quattro portate con altrettanti calici di vino abbinati: expo@magentabureau.it. Oppure telefonare al +39.02.62012701). La foto è di Gianni Antoniali, tratta dal recente libro Scarello (editore Italian Gourmet, 240 pp, 69 euro)

Il Vitello al rosa, acciughe e salsa d’uovo soffice (abbinamento con un lambrusco reggiano secco, il Quercioli 2014 di Medici Ermete): uno dei piatti che Emanuele Scarello ha studiato per Identità Expo, da mercoledì a domanica prossimi, sia a pranzo che a cena, eccetto il pranzo di domenica (info e prenotazioni per il menu di quattro portate con altrettanti calici di vino abbinati: expo@magentabureau.it. Oppure telefonare al +39.02.62012701). La foto è di Gianni Antoniali, tratta dal recente libro Scarello (editore Italian Gourmet, 240 pp, 69 euro)

Leggi | 19-05-2015 | Carlo Passera | Identità Expo

Il cibo è cultura, noi la difendiamo

Bona Frescobaldi, ospite di Identità Expo, spiega il suo impegno per la difesa del nostro patrimonio

Bona Frescobaldi, al centro della foto, l'altro giorno durante il pranzo dei Friends of Fai a Identità Expo, chef era Antonia Klugmann

Bona Frescobaldi, al centro della foto, l'altro giorno durante il pranzo dei Friends of Fai a Identità Expo, chef era Antonia Klugmann

Leggi | 19-05-2015 | Identità Golose | Tutto Expo

Maestro Ichikawa, che lezione!

Lo chef di Iyo a Identità Expo con nuova brigata e Claudio Liu. In attesa del suo duetto con Cedroni

Al centro, il maestro Haruo Ichikawa circondato dai suoi principali collaboratori, Masaki Okada e Hiroshi Noda. Lo chef di Iyo, locale stellato di via Piero della Francesca 74, a Milano (tel: +39.02.45476898) e gestito da Claudio Iyo, è stato protagonista della lezione di ieri pomeriggio a Identità Expo. E tornerà nella stessa cucina per il pranzo a quattro mani di domenica 7 giugno, insieme a Moreno Cedroni (cinque portate con abbinamento vini a 90 euro. Per prenotare expo@magentabureau.it o +39 02 62012701)

Al centro, il maestro Haruo Ichikawa circondato dai suoi principali collaboratori, Masaki Okada e Hiroshi Noda. Lo chef di Iyo, locale stellato di via Piero della Francesca 74, a Milano (tel: +39.02.45476898) e gestito da Claudio Iyo, è stato protagonista della lezione di ieri pomeriggio a Identità Expo. E tornerà nella stessa cucina per il pranzo a quattro mani di domenica 7 giugno, insieme a Moreno Cedroni (cinque portate con abbinamento vini a 90 euro. Per prenotare expo@magentabureau.it o +39 02 62012701)

Leggi | 19-05-2015 | 10:00 | Carlo Passera | Identità Expo

Dove mangiare pesce a Milano

Vi consigliamo dieci porti sicuri per trovare il sapore del mare anche in riva al Naviglio

'O puorp adda cocere inta'llacua soja: è uno dei bellissimi piatti che Viviana Varese serve nel suo Alice Ristorante, da circa un anno ospitato da Eataly Smeraldo. Ottimo non solo da mangiare, ma anche come copertina per la selezione di Identità Golose dei migliori ristoranti di pesce di Milano

'O puorp adda cocere inta'llacua soja: è uno dei bellissimi piatti che Viviana Varese serve nel suo Alice Ristorante, da circa un anno ospitato da Eataly Smeraldo. Ottimo non solo da mangiare, ma anche come copertina per la selezione di Identità Golose dei migliori ristoranti di pesce di Milano

Leggi | 18-05-2015 | 10:00 | Niccolò Vecchia | Fuori Expo

Faby la sognatrice

La giovane chef Fabiana Scarica quest'hanno ha coronato la sua ambizione aprendo Villa Chiara

Faby Scarica con Carlo Cracco e il fotografo Giovanni Gastel. Lo chef veneto l'ha recentemente invitata a fare parte dell'Ambasciata del gusto (di cui abbiamo parlato qui), che ha esordito con la mostra fotografica “Gli ambasciatori del gusto”, ospitata dal complesso dell'Annunciata di Abbiategrasso e curata proprio da Gastel. La cuoca campana nel 2015 è riuscita a realizzare il proprio sogno, con l'apertura di Villa Chiara Orto&Cucina, sulle colline di Vico Equense

Faby Scarica con Carlo Cracco e il fotografo Giovanni Gastel. Lo chef veneto l'ha recentemente invitata a fare parte dell'Ambasciata del gusto (di cui abbiamo parlato qui), che ha esordito con la mostra fotografica “Gli ambasciatori del gusto”, ospitata dal complesso dell'Annunciata di Abbiategrasso e curata proprio da Gastel. La cuoca campana nel 2015 è riuscita a realizzare il proprio sogno, con l'apertura di Villa Chiara Orto&Cucina, sulle colline di Vico Equense

Leggi | 18-05-2015 | 14:00 | Faby Scarica | Storie di cuoche

Un, due, tre... stella!

L'incredibile storia d'amore e di cucina di Ezio e Renata Santin, l'autodidatta che sfidò Marchesi

Ezio e Renata Santin durante la presentazione del loro libro Un, due, tre... stella! a Identità Expo

Ezio e Renata Santin durante la presentazione del loro libro Un, due, tre... stella! a Identità Expo

Leggi | 18-05-2015 | Paolo Marchi | In libreria

Il New York Times parla di noi

La leggendaria testata di Manhattan si occupa di Identità Expo e dà la parola a Paolo Marchi

Anche il prestigioso New York Times, uno dei quotidiani più autorevoli e conosciuti del mondo, parla di Identità Expo, il format studiato da Identità Golose per l'Esposizione 2015. Cita una lezione di Andrea Ribaldone, nostro executive chef, e dà la parola al fondatore e curatore Paolo Marchi

Anche il prestigioso New York Times, uno dei quotidiani più autorevoli e conosciuti del mondo, parla di Identità Expo, il format studiato da Identità Golose per l'Esposizione 2015. Cita una lezione di Andrea Ribaldone, nostro executive chef, e dà la parola al fondatore e curatore Paolo Marchi

Leggi | 16-05-2015 | Carlo Passera | Identità Expo

Argentina operaia

Coi suoi silos, il padiglione bianco-azzurro invita a riflettere sul nutrimento del mondo. Dal basso

L'ingresso del padiglione Argentina all'Expo. All'interno, spiccano uno corner di ristorazione con specialità tradizionali (anche nei prezzi: dai 5 ai 10 euro a piatto), una bella proiezione multimediale e spettacoli di percussioni industriali

L'ingresso del padiglione Argentina all'Expo. All'interno, spiccano uno corner di ristorazione con specialità tradizionali (anche nei prezzi: dai 5 ai 10 euro a piatto), una bella proiezione multimediale e spettacoli di percussioni industriali

Leggi | 18-05-2015 | Gabriele Zanatta | Tutto Expo

Ritorno a Roma

Dopo 4 anni, Valerio Capriotti lascia il Duomo di Ragusa Ibla e lo chef Ciccio Sultano. E si racconta

Valerio Capriotti ha governato per quattro anni la cantina del Duomo di chef Ciccio Sultano, gestendo anche il dopo Angelo Di Stefano, lo storico maître del ristorante. In questo pezzo, per cui ringraziamo anche Roberto Bentivegna di Passione Gourmet per la collaborazione, racconta la sua storia e la scelta di vita che lo vede di ritorno a Roma 

Valerio Capriotti ha governato per quattro anni la cantina del Duomo di chef Ciccio Sultano, gestendo anche il dopo Angelo Di Stefano, lo storico maître del ristorante. In questo pezzo, per cui ringraziamo anche Roberto Bentivegna di Passione Gourmet per la collaborazione, racconta la sua storia e la scelta di vita che lo vede di ritorno a Roma 

Leggi | 17-05-2015 | Valerio Capriotti | In sala

Il falso cous cous della Cicioni

La chef vegana presenta uno straordinario piatto crudista a Identità Naturali. E parla di pressatura...

Cous cous di cavolfiore con maionese di avocado, lo squisito piatto crudista presentato da Daniela Cicioni a Identità Expo, nell'ambito di Identità Naturali

Cous cous di cavolfiore con maionese di avocado, lo squisito piatto crudista presentato da Daniela Cicioni a Identità Expo, nell'ambito di Identità Naturali

Leggi | 17-05-2015 | 10:00 | Carlo Passera | Identità Expo

Evan Hanczor: uova e letteratura

Lo chef, in occasione di Expo, è stato a Milano per cucinare al James Beard American Restaurant

Evan Hanczor, a destra, con George Weld. Quest'ultimo è il fondatore del ristorante di Brooklyn Egg, dove Hanczor lavora dal 2009. Insieme lo hanno fatto diventare un punto di riferimento per le colazioni, a New York e non solo. Recentemente hanno anche pubblicato insieme un libro tutto dedicato al primo pasto della giornata

Evan Hanczor, a destra, con George Weld. Quest'ultimo è il fondatore del ristorante di Brooklyn Egg, dove Hanczor lavora dal 2009. Insieme lo hanno fatto diventare un punto di riferimento per le colazioni, a New York e non solo. Recentemente hanno anche pubblicato insieme un libro tutto dedicato al primo pasto della giornata

Leggi | 16-05-2015 | 14:00 | Niccolò Vecchia | Dal Mondo

Fotografie dall'Argine

Iper-stagionalità e territorio, i due cardini dei pranzi di Antonia Klugmann a Identità Expo

I Cannelloni verdi all’aglio orsino e baccalà mantecato, uno dei 4 piatti che Antonia Klugmann, chef dell'Argine di Vencò a Dolegna del Collio (Gorizia) porterà a Identità Expo nei pranzi di lunedì 18 e martedì 19 maggio (2 turni: ore 12.30 e ore 14, costo 75 euro vini inclusi, prenotazioni su expo@magentabureau.it oppure al telefono +39.02.62012701). La versione della foto contempla delle foglie di cima di rapa che non troverete a Milano: stagionalità è un concetto essenziale nella filosofia della talentuosa cuoca triestina (foto Mattia Mionetto)

I Cannelloni verdi all’aglio orsino e baccalà mantecato, uno dei 4 piatti che Antonia Klugmann, chef dell'Argine di Vencò a Dolegna del Collio (Gorizia) porterà a Identità Expo nei pranzi di lunedì 18 e martedì 19 maggio (2 turni: ore 12.30 e ore 14, costo 75 euro vini inclusi, prenotazioni su expo@magentabureau.it oppure al telefono +39.02.62012701). La versione della foto contempla delle foglie di cima di rapa che non troverete a Milano: stagionalità è un concetto essenziale nella filosofia della talentuosa cuoca triestina (foto Mattia Mionetto)

Leggi | 16-05-2015 | 10:00 | Gabriele Zanatta | Identità Expo

La calamarata per Andrea Aprea

Lo chef partenopeo del Vun di Milano propone una ricetta inedita (e golosa) a Identità di Pasta

La Calamarata con genovese di vitello e mousse di pecorino allo zafferano, la ricetta inedita presentata da Andrea Aprea a Identità di Pasta, appuntamento settimanale all'interno di Identità Expo. Aprea cucina al Vun del Park Hyatt a Milano, in via Silvio Pellico 3, tel. +39.02.88211350

La Calamarata con genovese di vitello e mousse di pecorino allo zafferano, la ricetta inedita presentata da Andrea Aprea a Identità di Pasta, appuntamento settimanale all'interno di Identità Expo. Aprea cucina al Vun del Park Hyatt a Milano, in via Silvio Pellico 3, tel. +39.02.88211350

Leggi | 16-05-2015 | Carlo Passera | Identità Expo

Il ritorno di Tuccino

Riapre lo storico ristorante di Polignano. Una bella rivicincita sulla malattia che ha colpito il patron

Il bancone del pesce è il simbolo più significativo del ristorante Da Tuccino di Polignano, luogo fondamentale per la gastronomia pugliese. Che ha annunciato la propria riapertura, dopo la pausa imposta dalla Sclerosi laterale amiotrofica che ha paralizzato l'anima di questo locale, Pasquale Tuccino Centrone

Il bancone del pesce è il simbolo più significativo del ristorante Da Tuccino di Polignano, luogo fondamentale per la gastronomia pugliese. Che ha annunciato la propria riapertura, dopo la pausa imposta dalla Sclerosi laterale amiotrofica che ha paralizzato l'anima di questo locale, Pasquale Tuccino Centrone

Leggi | 15-05-2015 | 16:00 | Sonia Gioia | Alice a quel paese
Grana Padano Home
S.Pellegrino Home sopra indice
Lavazza Home
Birra Moretti Home
Monograno Felicetti Home
Petra Molino Quaglia Home
Expo IG2015 Host home Caraiba
marchi di gola nuova cucina italiana ADConvivio