Identità Expo 1-3 maggio Bottura
Identità Expo

Identità Expo al via con Bottura

Venerdì l'inaugurazione. I "Tagliolini primavera in astratto" saranno il primo piatto servito

Nello scatto dell'agenzia Fotogramma, una emozionante e romantica veduta aerea del sito dell'Expo al tramonto. Ormai mancato tre giorni appena al via della seconda Esposizione Universale allestita a Milano. La prima risale al 1906 e aveva per tema i trasporti, allora solo quelli su rotaia

Nello scatto dell'agenzia Fotogramma, una emozionante e romantica veduta aerea del sito dell'Expo al tramonto. Ormai mancato tre giorni appena al via della seconda Esposizione Universale allestita a Milano. La prima risale al 1906 e aveva per tema i trasporti, allora solo quelli su rotaia

Tre giorni ancora, domani, dopodomani e dopodomani ancora, e finalmente venerdì prossimo verrà inaugurato l’Expo 2015 di Milano. Appuntamento al giorno 1 maggio, data già carica di per sé di significati, ai quali si aggiungono quelli legati all’Esposizione Universale che per il capoluogo lombardo sarà la seconda. La prima data 1906 – e non 1905 – perché il tema, quello dei trasporti, da intendersi allora il treno, era strettamente legato all’apertura del traforo ferroviario del Sempione tra Italia e Svizzera, tra Piemonte e Vallese, opera che venne ultimata con un anno di ritardo. Vietata ogni ironia: si trattava di un’opera titanica, quasi 20 chilometri di lunghezza per entrambe le canne, fino al 1982 il traforo più lungo al mondo.

L’Expo di centonove anni fa venne inaugurato il 28 aprile per concludersi l’11 novembre. La vigilia fu grigia e piovosa come quella che stiamo vivendo adesso tanto che...

a cura di Paolo Marchi

Leggi | 27-04-2015 | Identità Expo

Il maître del Mosaico: «Parisi mente»

Ecco la versione di Paolo Belluardo sulle ultime convulse giornate del grande ristorante ischitano

MOSAICOGATE. Un tavolo del Mosaico, ristorante contenuto all'interno dell'hotel Terme Manzi di Casamicciola Terme, Ischia (Napoli). L'insegna, condotta alle due stelle da Nino Di Costanzo, sta vivendo giorni convulsi: domenica ha lasciato, dopo un solo giorno di servizio e con coda polemica, lo chef Corrado Parisi. Ora pubblichiamo la versione del maître Paolo Belluardo, in sella da appena 11 giorni

MOSAICOGATE. Un tavolo del Mosaico, ristorante contenuto all'interno dell'hotel Terme Manzi di Casamicciola Terme, Ischia (Napoli). L'insegna, condotta alle due stelle da Nino Di Costanzo, sta vivendo giorni convulsi: domenica ha lasciato, dopo un solo giorno di servizio e con coda polemica, lo chef Corrado Parisi. Ora pubblichiamo la versione del maître Paolo Belluardo, in sella da appena 11 giorni

La nostra intervista di questa mattina allo chef Corrado Parisi (leggi qui), transfuga dal Mosaico di Ischia dopo un solo giorno di servizio, ha destato molto rumore. In attesa del comunicato ufficiale della proprietà dell’hotel Terme Manzi, atteso a ore, abbiamo voluto ascoltare una seconda campana, quella del neo-maître Paolo Belluardo, siciliano come lo chef ma assestato su posizioni a dir poco distanti. «E’ il mio punto di vista personale», tiene a precisare subito il ragazzo di Modica, «non parlo a nome della proprietà».

a cura di Gabriele Zanatta

Leggi | 28-04-2015 | Dall'Italia

«Perché ho lasciato il Mosaico»

Corrado Parisi ci racconta i motivi per cui ha abbandonato Ischia dopo un solo giorno

In primo piano, Corrado Parisi, chef siciliano rimasto al timone del Mosaico del Terme Manzi hotel di Ischia (Napoli) un solo giorno di servizio, sabato 25 aprile scorso. Aveva ereditato il posto di Nino Di Costanzo, 2 stelle Michelin. Con lui, ha lasciato l'intera brigata di cucina (foto facebook)

In primo piano, Corrado Parisi, chef siciliano rimasto al timone del Mosaico del Terme Manzi hotel di Ischia (Napoli) un solo giorno di servizio, sabato 25 aprile scorso. Aveva ereditato il posto di Nino Di Costanzo, 2 stelle Michelin. Con lui, ha lasciato l'intera brigata di cucina (foto facebook)

E’ durato un solo giorno il servizio di Corrado Parisi in sella al Mosaico del Terme Manzi hotel di Ischia (Napoli). Lo chef, siciliano di Ispica, era stato chiamato a succedere a Nino Di Costanzo, cuoco ischitano capace di condurre l’insegna di Casamicciola Terme alle 2 stelle Michelin. Venti giorni fa le prime prove di cucina, sabato scorso l’apertura al pubblico e domenica l’annuncio dell’abbandono del timone. Per capirne di più, abbiamo sentito Parisi direttamente al telefono.

a cura di Gabriele Zanatta

Leggi | 28-04-2015 | Dall'Italia

Le colonne di Identità Expo

Le attività dei principali sponsor dietro al più grande ristorante di cucina d’autore del mondo

Da venerdì 1 maggio ci ritroveremo tutti a Identità Expo. Con noi, gli sponsor che ci hanno permesso di mettere in piedi una struttura da capogiro che ospiterà 200 grandi chef, oltre 450 eventi e 184 giorni all’insegna del gusto e dell’innovazione. Nella foto, Paolo Griffa, chef del Piccolo Lago di Verbania, vincitore a febbraio scorso della finale italiana del talent Young Chef of the Year, organizzata da S.Pellegrino. L'attesissima finale mondiale si terrà venerdì 26 giugno

Da venerdì 1 maggio ci ritroveremo tutti a Identità Expo. Con noi, gli sponsor che ci hanno permesso di mettere in piedi una struttura da capogiro che ospiterà 200 grandi chef, oltre 450 eventi e 184 giorni all’insegna del gusto e dell’innovazione. Nella foto, Paolo Griffa, chef del Piccolo Lago di Verbania, vincitore a febbraio scorso della finale italiana del talent Young Chef of the Year, organizzata da S.Pellegrino. L'attesissima finale mondiale si terrà venerdì 26 giugno

Mancano tre giorni all’attesissimo varo di Expo e non possiamo che alimentare l’attesa con tutti i dettagli che ci hanno aiutato a definire Identità Expo, un’avventura emozionante che ci terrà compagnia, ogni giorno, per 6 mesi filati. La panoramica degli sponsor che ci accompagneranno lungo tutto il viaggio non può che avere inizio con S.Pellegrino, main partner e, prima ancora, unico brand alimentare ad aver ottenuto la doppia partnership con Expo e Padiglione Italia. La firma di S.Pellegrino è quella che verga il più “grande“ ristorante di cucina d’autore del mondo”, una vera celebrazione del buon cibo e dei suoi protagonisti che dura da 11 anni, quelli di una collaborazione tra il brand e Identità.

Leggi | 28-04-2015 | 08:00 | Identità Expo

Volevo lavorare con Bottura...

Bilal è pasticcere al ristorante del modenese a Istanbul. Ci racconta il suo amore per l'Italia

Il 22enne Bilal Topologlu è pasticcere al ristorante di Massimo Bottura a Eataly Istanbul (Zorlu Center, Levazim Mahellesi Koru Sokak 2, Besiktas. Tel. +90.212.3366666). Ama l'Italia e in questo articolo ci racconta il perché

Il 22enne Bilal Topologlu è pasticcere al ristorante di Massimo Bottura a Eataly Istanbul (Zorlu Center, Levazim Mahellesi Koru Sokak 2, Besiktas. Tel. +90.212.3366666). Ama l'Italia e in questo articolo ci racconta il perché

I sogni? Mi chiedo sempre: davvero sono i sogni l'unica cosa che collega la vita delle persone? Quando ero bambino sognavo di diventare un bravo chef. Poi ho letto questa frase su un libro di Massimo Bottura: "Vivi la tua vita come un sogno". Da quel momento non ho più avuto dubbi. 

a cura di Bilal Topaloglu

Leggi | 28-04-2015 | 12:00 | Dal Mondo

Ciccio Sultano si fa in tre

A giugno il secondo indirizzo, sempre a Ragusa Ibla. E già L'Aia Gaia funziona a gran ritmo…

Ciccio Sultano al cantiere del proprio secondo indirizzo, I Banchi, che aprirà a giugno presso i bassi di Palazzo di Quattro, in via dell’Orfanotrofio, sempre a Ragusa Ibla

Ciccio Sultano al cantiere del proprio secondo indirizzo, I Banchi, che aprirà a giugno presso i bassi di Palazzo di Quattro, in via dell’Orfanotrofio, sempre a Ragusa Ibla

Ciccio Sultano crea un suo piccolo impero. «E’ dal 2008 che meditavo sull’opportunità di affiancare al ristorante Duomo qualcosa di diverso. Poi la crisi economica ha un po’ ritardato i nostri programmi», spiega lo chef ragusano a Identità Golose. Così ora ha perfino esagerato, due attività nuove di zecca, ci chiamano L'Aia Gaia e I Banchi.

a cura di Carlo Passera

Leggi | 27-04-2015 | Carlo Mangio

Paco Morales: missione Andalusia

Noor, un'anteprima sull'imminente apertura del grande chef a Cordoba. Cucina alta e colta

Paco Morales, cuoco andaluso di Cordoba, vecchia conoscenza di Identità Golose. Entro la fine dell'anno realizzerà il suo sogno: aprire un ristorante ambizioso per dare valore alle primizie di una regione sempre trascurata in fatto di alta cucina. Si chiamerà Noor e si troverà in calle Pablo Ruiz Picasso numero 6

Paco Morales, cuoco andaluso di Cordoba, vecchia conoscenza di Identità Golose. Entro la fine dell'anno realizzerà il suo sogno: aprire un ristorante ambizioso per dare valore alle primizie di una regione sempre trascurata in fatto di alta cucina. Si chiamerà Noor e si troverà in calle Pablo Ruiz Picasso numero 6

Globetrotter, presenza di spicco nei grandi congressi di cucina, ricercatore instancabile e professionista meticoloso, Paco Morales è ancora uno chef poco conosciuto in Italia. Ma la Spagna già da tempo ha riconosciuto il suo enorme talento e la sua recente partecipazione a Le Strade della Mozzarella ci ha brindato l’opportunitá di avvicinarlo in un momento particolarmente “dolce” della sua carriera.

a cura di Angela Barusi

Leggi | 27-04-2015 | BIP BIP Urrah

Il Grand Tour di Dispensa

Il nuovo numero della bookzine è dedicato all’Italia e alle sue storie di Alimentari & Umani

La copertina del nuovo, terzo, numero di Dispensa, 136 pagine, 21 euro (si acquista online qui)

La copertina del nuovo, terzo, numero di Dispensa, 136 pagine, 21 euro (si acquista online qui)

“Sottobanco, poche lire” diceva il cartello fuori dalla salumeria del signor Villa in via Piolti de’Bianchi. Aimo Moroni è arrivato a Milano dalla Toscana nel 1946, a soli 13 anni. «È andato a Milano a guadagnarsi il pane», diceva il padre di agli amici. I tedeschi...

a cura di Sara Salmaso

Leggi | 26-04-2015 | In libreria

La grande zuppetta di Torsiello

Acciughe e mandorle: le chiavi di volta del piacevole antipasto dell'Osteria Arbustico

La Zuppetta tiepida di mandorle e acciughe di Cristian Torsiello, classe 1983 e a lungo al fianco di Niko Romito. Oggi è al timone dell'Osteria Arbustico di Valva (Salerno)

La Zuppetta tiepida di mandorle e acciughe di Cristian Torsiello, classe 1983 e a lungo al fianco di Niko Romito. Oggi è al timone dell'Osteria Arbustico di Valva (Salerno)

Il piatto è nato quasi per caso: volevo realizzarne uno dalle tonalità molto chiare. Utilizzavo la salsa di acciughe per un piatto e quella di mandorle per un altro. Ho deciso di unirle e il risultato è andato oltre ogni attesa e abbinamento cromatico.

a cura di Cristian Torsiello

Leggi | 26-04-2015 | Ricette d’autore

Il miglior Giappone di Milano

Partiamo dal Sol Levante per inaugurare una selezione del meglio della ristorazione meneghina

Un bellissimo piatto del ristorante Iyo: la copertina perfetta per la nostra selezione dei migliori indirizzi in cui mangiare giapponese nella città che sta per ospitare Expo, prima puntata di una serie di pubblicazioni che passeranno in rassegna il top della gastronomia milanese

Un bellissimo piatto del ristorante Iyo: la copertina perfetta per la nostra selezione dei migliori indirizzi in cui mangiare giapponese nella città che sta per ospitare Expo, prima puntata di una serie di pubblicazioni che passeranno in rassegna il top della gastronomia milanese

Con l'inaugurazione di Expo Milano 2015 ormai imminente, nel corso delle prossime settimane offriremo una serie di piccole guide per orientarsi tre le molte offerte della ristorazione milanese.

a cura di Niccolò Vecchia

Leggi | 25-04-2015 | Fuori Expo
Identità Expo - Cartella Stampa

Partenio, una sfida per il futuro

Parte da Summonte sopra Avellino il progetto qualità di un parco che tocca 4 province campane

Leggi | 25-04-2015 | Paolo Marchi | Affari di Gola di Paolo Marchi

Nordic cuisine? Morta. E l'Italia...

Colloquio con Christian Puglisi, lo chef che "osa" persino produrre mozzarella in Danimarca

Christian Puglisi, chef sicuro-norvegese. Ha tre locali a Copenhagen, dopo essere stato secondo di Rene Redzepi al Noma

Christian Puglisi, chef sicuro-norvegese. Ha tre locali a Copenhagen, dopo essere stato secondo di Rene Redzepi al Noma

Leggi | 24-04-2015 | Carlo Passera | Carlo Mangio

Attenzione alle acrilammidi

Determinate cotture danno origine a un composto chimico nocivo che tutti dovremmo conoscere

Le acrilammidi sono composto cancerogeno, sottoprodotto della reazione di Maillard, che si forma a temperature superiori ai 120°C, per reazione tra amminoacidi e zuccheri. E' una scoperta scientifica recente sulla quale occorrerebbe saperne di più. Tra gli altri alimenti, sono presenti nei prodotti da forno

Le acrilammidi sono composto cancerogeno, sottoprodotto della reazione di Maillard, che si forma a temperature superiori ai 120°C, per reazione tra amminoacidi e zuccheri. E' una scoperta scientifica recente sulla quale occorrerebbe saperne di più. Tra gli altri alimenti, sono presenti nei prodotti da forno

Leggi | 24-04-2015 | Lisa Casali | Green

Una cucina sui tetti di Piazza Scala

Priceless Milano, il locale promosso da Mastercard sopra le Gallerie d'Italia. In cucina Colonna e i JRE

Leggi | 23-04-2015 | Sara Salmaso | Tutto Expo

La sostanza della Trippa

Apre a Milano la Trattoria di Diego Rossi e Pietro Caroli, per una cucina semplice e concreta

Pietro Caroli, a sinistra, e Diego Rossi: insieme apriranno ai primi di maggio la Trattoria Trippa, in zona Porta Romana a Milano

Pietro Caroli, a sinistra, e Diego Rossi: insieme apriranno ai primi di maggio la Trattoria Trippa, in zona Porta Romana a Milano

Leggi | 23-04-2015 | Claudia Orlandi | Dall'Italia

Racconto di una sera a Sestri

All'Osteria Cantine Cattaneo si gusta l'equilibrio tra una cucina raffinata e una ricca selezione di vini

L'Osteria Cantine Cattaneo si trova poco fuori il centro di Sestri Levante, immersa nel verde

L'Osteria Cantine Cattaneo si trova poco fuori il centro di Sestri Levante, immersa nel verde

Leggi | 23-04-2015 | Chiara Nicolini | Dall'Italia

Ricotta fresca per monsieur Genin

Il super-pasticcere entusiasta tra le bufale di Paestum: «Anche Parigi ne parlerà»

Jacques Genin (a destra) con Raffaele Barlotti davanti alle bufale dell'allevamento di quest'ultimo, a Paestum. Genin è stato tra i relatori a Le Strade della Mozzarella

Jacques Genin (a destra) con Raffaele Barlotti davanti alle bufale dell'allevamento di quest'ultimo, a Paestum. Genin è stato tra i relatori a Le Strade della Mozzarella

Leggi | 22-04-2015 | Carlo Passera | Carlo Mangio

L'Extravergine al Sol

Sol&Agrifood, una buona occasione per fare il punto sulla produzione olearia italiana

Anche quest'anno Sol&Agrifood, Rassegna Internazionale dell'Agroalimentare di Qualità, si è confermata come una prestigiosa vetrina che promuove l'eccellenza olivicola ed agroalimentare sul mercato nazionale e internazionale

Anche quest'anno Sol&Agrifood, Rassegna Internazionale dell'Agroalimentare di Qualità, si è confermata come una prestigiosa vetrina che promuove l'eccellenza olivicola ed agroalimentare sul mercato nazionale e internazionale

Leggi | 22-04-2015 | Luciana Squadrilli | Frantoio Squadrilli

Gli Ambasciatori del gusto

Cracco fa incontrare immagine e cucina: in mostra ad Abbiategrasso 12 chef in 12 scatti d’autore

Carlo Cracco immortalato in uno degli splendidi scorci del Refettorio dell'Annunciata, ad Abbiategrasso. Dal 2016 l'associazione Maestro Martino, presieduta dallo stesso chef veneto, potrebbe stabilire in questo grande Complesso la sede operativa della sua Accademia Internazionale di Cucina d’Autore italiana

Carlo Cracco immortalato in uno degli splendidi scorci del Refettorio dell'Annunciata, ad Abbiategrasso. Dal 2016 l'associazione Maestro Martino, presieduta dallo stesso chef veneto, potrebbe stabilire in questo grande Complesso la sede operativa della sua Accademia Internazionale di Cucina d’Autore italiana

Leggi | 21-04-2015 | Sara Salmaso | Dall'Italia

Anteprima Mandarin Oriental

Esclusiva su dettagli e brigata di una delle aperture più attese della calda estate milanese

Antonio Guida e Federico dell’Omarino, rispettivamente chef ed executive sous-chef dell'insegna gourmet che dovrebbe aprire entro giugno all'interno del Mandarin Oriental di via Andegari 9 a Milano (l'ingresso del ristorante sarà anche in via Monte di Pietà 18). Entrambi reduci da una lunga esperienza nelle cucine delll'Hotel Pellicano di Porto Ercole, 2 stelle Michelin, sono a Milano per ambire al massimo. Il restaurant manager sarà Alberto Tasinato

Antonio GuidaFederico dell’Omarino, rispettivamente chef ed executive sous-chef dell'insegna gourmet che dovrebbe aprire entro giugno all'interno del Mandarin Oriental di via Andegari 9 a Milano (l'ingresso del ristorante sarà anche in via Monte di Pietà 18). Entrambi reduci da una lunga esperienza nelle cucine delll'Hotel Pellicano di Porto Ercole, 2 stelle Michelin, sono a Milano per ambire al massimo. Il restaurant manager sarà Alberto Tasinato

Leggi | 21-04-2015 | Gabriele Zanatta | Zanattamente buono

I frutti di Parabere

Intervista a Maria Canabal, la donna che vuole migliorare la gastronomia con la visione femminile

L'immagine festosa conclusiva di Parabere, forum che ha avuto luogo a Bilbao l'1 e il 2 marzo scorso allo scopo di «migliorare il mondo gastronomia attraverso la visione delle donne». Al centro, vestita di bianco, si riconosce la curatrice e organizzatrice, Maria Canabal

L'immagine festosa conclusiva di Parabere, forum che ha avuto luogo a Bilbao l'1 e il 2 marzo scorso allo scopo di «migliorare il mondo gastronomia attraverso la visione delle donne». Al centro, vestita di bianco, si riconosce la curatrice e organizzatrice, Maria Canabal

Leggi | 20-04-2015 | Gabriele Zanatta | Zanattamente buono

Tutte le novità di Pisaniello

Il cuoco irpino ha spostato la sua Locanda di Bu e ha aperto un campus enogastronomico

Antonio Pisaniello, dopo più di trent'anni di carriera, non ha alcuna intenzione di fermarsi: dopo aver lasciato Vico dello Spagnuolo per arrivare con il suo ristorante in via Stigmatine, ha anche deciso di aprire una scuola di cucina, con cui trasferire ad altri le sue conoscenze

Antonio Pisaniello, dopo più di trent'anni di carriera, non ha alcuna intenzione di fermarsi: dopo aver lasciato Vico dello Spagnuolo per arrivare con il suo ristorante in via Stigmatine, ha anche deciso di aprire una scuola di cucina, con cui trasferire ad altri le sue conoscenze

Leggi | 20-04-2015 | Valentina Santonastaso | Dall'Italia

Perdomo e il valore della qualità

Dalla mozzarella ai pasticciotti, quando la tradizione rischia di mortificare il genio creativo

Un particolare del banco dell'Arte Bianca, la pasticceria di Antonio Campeggio a Parabita in provincia di Lecce, telefono +39.0833.595833. Questo maestro pasticciere salentino è un innovatore in materia di pasticciotti, il dolce simbolo del tacco d'Italia. Non solo ne propone di ogni gusto nella casa madre di Parabita alle spalle di Gallipoli, ma nella stessa Gallipoli ha aperto un paio di anni fa il Pasticciottino, il trionfo della fantasia in doppia versione: dolce e salata. Ne esiste anche una per gli intolleranti al latte, perfetta pure per i vegani perché prima di burro

Un particolare del banco dell'Arte Bianca, la pasticceria di Antonio Campeggio a Parabita in provincia di Lecce, telefono +39.0833.595833. Questo maestro pasticciere salentino è un innovatore in materia di pasticciotti, il dolce simbolo del tacco d'Italia. Non solo ne propone di ogni gusto nella casa madre di Parabita alle spalle di Gallipoli, ma nella stessa Gallipoli ha aperto un paio di anni fa il Pasticciottino, il trionfo della fantasia in doppia versione: dolce e salata. Ne esiste anche una per gli intolleranti al latte, perfetta pure per i vegani perché prima di burro

Leggi | 19-04-2015 | Paolo Marchi | Affari di Gola di Paolo Marchi

Alla ricerca dello Skrei / 2

Le isole Lofoten, tra gennaio e aprile, sono il luogo dove si pesca questo straordinario e unico pesce

Le isole Lofoten non sono solamente un luogo magico, caratterizzato da panorami intensi e romantici. Ma sono anche il centro della pesca del merluzzo in Norvegia, dopo la Cina la più importante del mondo per quantità

Le isole Lofoten non sono solamente un luogo magico, caratterizzato da panorami intensi e romantici. Ma sono anche il centro della pesca del merluzzo in Norvegia, dopo la Cina la più importante del mondo per quantità

Leggi | 19-04-2015 | Gualtiero Spotti | Spotti e mangiati

Tutta la verità di Lopriore

Martedì a sorpresa l'esordio milanese, ma c'è sempre Como nel suo futuro. Ecco perché

Paolo Lopriore al congresso Identità Milano 2015. Lo chef esordirà martedì prossimo con il suo primo indirizzo milanese, in attesa che l'insegna comasca sia pronta, nel 2016

Paolo Lopriore al congresso Identità Milano 2015. Lo chef esordirà martedì prossimo con il suo primo indirizzo milanese, in attesa che l'insegna comasca sia pronta, nel 2016

Leggi | 17-04-2015 | Carlo Passera | Carlo Mangio
Grana Padano Home
S.Pellegrino Home sopra indice
Lavazza Home
Birra Moretti Home
Monograno Felicetti Home
Petra Molino Quaglia Home
Expo IG2015 Host home Caraiba
marchi di gola nuova cucina italiana ADConvivio