Un grande di tanti piccoli

Alce Nero da quasi 40 anni traccia un percorso di equità e conoscenza, ora raccontato in un libro

Lucio Cavazzoni, dal 2004 Presidente di Alce Nero, ha iniziato a fare l'apicoltore alla fine degli anni '70. Il suo libro, firmato insieme a Gaia De Pascale, racconta diverse storie che hanno come comune denominatore la scelta di un percorso di cambiamento, di economie differenti, di relazione con la terra

Lucio Cavazzoni, dal 2004 Presidente di Alce Nero, ha iniziato a fare l'apicoltore alla fine degli anni '70. Il suo libro, firmato insieme a Gaia De Pascale, racconta diverse storie che hanno come comune denominatore la scelta di un percorso di cambiamento, di economie differenti, di relazione con la terra

Si prova un senso di vertigine nel leggere il libro che Lucio Cavazzoni ha scritto con Gaia De Pascale, “I semi di mille rivoluzioni. Alce Nero: storie di ulivi, uomini e api”, edito da Ponte alle Grazie (pp. 144, 13,50 euro), tipico di quando ti confronti con una vita intensa, onesta e unica di cui vorresti emulare l’eticità e la genuinità.

a cura di Sara Salmaso

Leggi | 26-03-2015 | In libreria

Italian Signature Wines Academy

Presentata al Vinitaly la nuova associazione di vignaioli. La presidentessa è Marilisa Allegrini

ISWA nasce come alleanza strategica tra alcune delle eccellenze del vino italiano, per ampliarne la presenza nel mondo attraverso una sinergia nella promozione e nello sviluppo sui mercati internazionali. E grazie anche anche alla valorizzazione di beni ambientali, archeologici, architettonici, storici, artistici, naturalistici

ISWA nasce come alleanza strategica tra alcune delle eccellenze del vino italiano, per ampliarne la presenza nel mondo attraverso una sinergia nella promozione e nello sviluppo sui mercati internazionali. E grazie anche anche alla valorizzazione di beni ambientali, archeologici, architettonici, storici, artistici, naturalistici

Quest’anno l’appuntamento serale di casa Allegrini, durante il Vinitaly, ha fornito l’occasione alla padrona di casa Marilisa per presentare ai suoi ospiti non solo il consolidato legame con l’arte - un vero fil rouge tra l’amore per il vino e le espressioni artistiche, un connubio perfetto per suscitare ricordi ed emozionare - bensì un club di cui è presidentessa.

a cura di Cinzia Benzi

Leggi | 26-03-2015 | In cantina

Domani Esco con Passalacqua

Apre il nuovo "bistrò mediterraneo" dell'ex chef di Pane e Acqua. Proposte easy d'alta qualità

Francesco Passalacqua ai fornelli di Esco, il bistrò mediterraneo (via Tortona 26 a Milano, +39.02.8358144, escobistromediterraneo.it) che apre le sue porte domani, giovedì 26 marzo
Francesco Passalacqua ai fornelli di Esco, il bistrò mediterraneo (via Tortona 26 a Milano, +39.02.8358144, escobistromediterraneo.it) che apre le sue porte domani, giovedì 26 marzo
Fa parte del “club degli alti” Francesco Passalacqua, un po’ come Massimiliano Alajmo, Andrea Berton o Enrico Panero: misura 1,94 x 42 (anni), sangue piemontese – è nato a Cuneo nel 1973 ma è cresciuto nella campagna di Alba in una grande casa rurale dove la famiglia possiede frutteti, vigne e alleva animali da cortile. Lo iscriviamo d’ufficio anche al club dei veloci: nel luglio 2014 ha lasciato il suo precedente locale, Pane e Acqua, che conduceva con successo da sei anni e mezzo; il 27 gennaio scorso ha firmato il contratto di locazione del suo nuovo indirizzo in via Tortona 26, dove subentra a un’anonima churrascaria, Leblon Milano.

a cura di Carlo Passera

Leggi | 25-03-2015 | Carlo Mangio

Appunti da Vinitaly

Orientarsi nel mare magnum di Verona con una serie di interessanti produttori ed etichette

Anche per l'edizione 2015 il Vinitaly si è dimostrato un evento capace di attrarre migliaia e migliaia di visitatori. Dagli addetti ai lavori, agli appassionati, ai semplici curiosi

Anche per l'edizione 2015 il Vinitaly si è dimostrato un evento capace di attrarre migliaia e migliaia di visitatori. Dagli addetti ai lavori, agli appassionati, ai semplici curiosi

Nel mare magnum del Vinitaly, in quello che per gli esperti è una sorta di girone infernale dantesco e che per gli “utenti medi” e gli pseudo appassionati di vino è una sorta di parco giochi del vino, districarsi è una vera impresa. Nel senso fisico, perché Vinitaly a Verona è sinonimo di caos, sia dentro che fuori dalla fiera, con un traffico per il quale, se si dovesse fare un commento, sarebbe difficile eliminare le imprecazioni.

a cura di Raffaele Foglia

Leggi | 25-03-2015 | In cantina

Capitan Ego e la salvezza del mare

20 starchef, da Adrià a Humm, da Bottura a Roca, cucineranno pesce azzurro in favore di Oceana

Foto ricordo per gli chef coinvolti nella conferenza di presentazione del progetto Oceana. Si sono ritrovati sulla spiaggia più bella di San Sebastian la mattina del 17 marzo. Da sinistra verso destra: Ashley Palmer-Watts, José Luis Gonzàlez, Normand Laprise, Rodolfo Guzmàn, Joan Roca, Elena Arzak, Joachim Wissler, Ferran Adrià, Gaston Acurio, Grant Achatz, Heinz Reitbauer, Brett Graham, Daniel Humm, Massimo Bottura, Enrique Olvera, Pedro Subijana, Andoni Luiz Aduriz e Alex Atala

Foto ricordo per gli chef coinvolti nella conferenza di presentazione del progetto Oceana. Si sono ritrovati sulla spiaggia più bella di San Sebastian la mattina del 17 marzo. Da sinistra verso destra: Ashley Palmer-Watts, José Luis Gonzàlez, Normand Laprise, Rodolfo Guzmàn, Joan Roca, Elena Arzak, Joachim Wissler, Ferran Adrià, Gaston Acurio, Grant Achatz, Heinz Reitbauer, Brett Graham, Daniel Humm, Massimo Bottura, Enrique Olvera, Pedro Subijana, Andoni Luiz Aduriz e Alex Atala

L’idea è di quelle che ti fanno scattare in piedi, Save the Oceans: feed the world per dirla nella lingua madre di chi ha promosso il tutto, la fondazione Oceana a Washington, Salva gli Oceani: nutri il mondo tradotto nella nostra. Oceana data 2001, dal 2003 ne è capo Andrew Sharpless, autore nella primavera del 2013 di The perfect protein, La proteina perfetta, libro tornato ora alla ribalta per l’iniziativa lanciata a metà marzo a San Sebastian in Spagna.

Dato per nulla trascurabile: Oceana è la più grande organizzazione per la salvaguardia del mare, controlla qualcosa come...

a cura di Paolo Marchi

Leggi | 24-03-2015 | Dal Mondo

Cucina e magia

Humm e Guidara alzano ancora l'asticella dell'esperienza gastronomica. Con l'illusionismo

Dan White in un esperimento di lievitazione. L’illusionista americano è protagonista dello show “The Magician” (qui il trailer della perfomance), organizzato da Daniel Humm e Will Guidara al NoMad di New York a partire da questo venerdì. Lo spettacolo del 27 marzo è andato sold-out in appena 7 minuti

Dan White in un esperimento di lievitazione. L’illusionista americano è protagonista dello show “The Magician” (qui il trailer della perfomance), organizzato da Daniel Humm e Will Guidara al NoMad di New York a partire da questo venerdì. Lo spettacolo del 27 marzo è andato sold-out in appena 7 minuti

Negli ultimi anni, di intrecci tra cucina e magia se n’è visti diversi. Come dimenticare, ad esempio, la lezione del britannico Heston Blumenthal nel 2007 a Identità Milano, con le caramelle che scoppiettavamo all’improvviso sotto al sedere dei convenuti? Ricordiamo una sala in visibilio. E come non ribadire una volta di più la magia di El Somni dei fratelli Roca, uno spettacolo a sorpresa di 5 ore, in cui l’aspetto gastronomico era (è) solo uno dei tanti?

a cura di Gabriele Zanatta

Leggi | 24-03-2015 | Dal Mondo

Tel Aviv, il sapore della pace

Open Restaurants ci fa conoscere gli chef della città più dinamica di Israele. E scopriamo che...

Foto di gruppo degli chef creativi di Tel Aviv che partecipano a Open Restaurants: l'evento, che apre le porte delle cucine nei locali più trendy della città, verrà presto esportato anche in Europa

Foto di gruppo degli chef creativi di Tel Aviv che partecipano a Open Restaurants: l'evento, che apre le porte delle cucine nei locali più trendy della città, verrà presto esportato anche in Europa

«Israele è attorno Tel Aviv. Se Israele sarà migliore, Tel Aviv sarà grande» ci racconta Oren Schnabel tra un sorriso e una battuta. Nella terza città del Paese, dopo Gerusalemme e Haifa, c’è una dannata voglia di superare problemi storici e fanatismi religiosi, dissidi etnici e conflitti politici, per godere la vita che, da queste parti, è piacevolissima: clima mite, lunghe spiagge sul Mediterraneo più bello, gente accogliente, prezzi ragionevoli. Le tensioni appaiono lontane, si gode una sorta di dolce vita capace di attrarre tanti nostri giovani connazionali, che di tornare in Italia manco ci pensano, «qui stiamo benissimo».

a cura di Carlo Passera

Leggi | 23-03-2015 | Carlo Mangio

Il nuovo viaggio del Postrivoro

L'evento torna a Faenza il 18 e 19 aprile. Tra echi letterari e incontri tra esploratori del gusto

Andrea Solimeo, chef italiano di stanza a Nantucket, sarà uno dei due protagonisti del prossimo Postrivoro, nella consueta sede di Faenza i prossimi 18 e 19 aprile. A condividere con lui la preparazione di una cena e un pranzo per soli venti appassionati, ci sarà Brabant Iaccarino, anche lui con un po' di Italia nel sangue e nelle esperienze professionali, ma anche tanto mondo passato sotto la suola delle sue scarpe

Andrea Solimeo, chef italiano di stanza a Nantucket, sarà uno dei due protagonisti del prossimo Postrivoro, nella consueta sede di Faenza i prossimi 18 e 19 aprile. A condividere con lui la preparazione di una cena e un pranzo per soli venti appassionati, ci sarà Brabant Iaccarino, anche lui con un po' di Italia nel sangue e nelle esperienze professionali, ma anche tanto mondo passato sotto la suola delle sue scarpe

Il periodico appuntamento con il Postrivoro è accolto sempre con curiosità e interesse dagli appassionati di cucina d'autore e cultura del bere. Il motivo è semplice: dal 2012 a questa parte, l'evento faentino rende felice una folta schiera di "gastropellegrini", grazie a incontri sempre immaginifici tra uno chef e un sommelier, che spesso giungono da luoghi ed esperienze lontane fra loro. Tutto per fare nascere una cena e un pranzo assolutamente unici nel loro genere, del tutto irripetibili.

Leggi | 23-03-2015 | Dall'Italia

Benedette siano le uova

Le Eggs Benedict a Milano sono ormai una moda: merito di Domenico Della Salandra e di Taglio

Le Uova alla Benedict di Domenico Della Salandra di Taglio (a Milano, telefono +39.02.36534294) in una delle  variazioni più classiche, con il salmone marinato a sostituire il prosciutto cotto (che a sua volta ha preso il posto del Canadian bacon della ricetta originale). A sorreggere uova, salsa olandese e salmone, c'è una fetta di pane caserereccio tostato

Le Uova alla Benedict di Domenico Della Salandra di Taglio (a Milano, telefono +39.02.36534294) in una delle  variazioni più classiche, con il salmone marinato a sostituire il prosciutto cotto (che a sua volta ha preso il posto del Canadian bacon della ricetta originale). A sorreggere uova, salsa olandese e salmone, c'è una fetta di pane caserereccio tostato

Avete in mente quella storia per cui "la prima volta non si scorda mai?". Ecco: succede anche con la prima volta che si assaggiano le Uova alla Benedict. Comfort food per eccellenza, piatto fondamentale per la ristorazione d'hotel, soprattutto negli Stati Uniti, dove è stato inventato questo modo di servire le uova (al Waldorf Astoria di Manhattan, secondo quanto dice una leggenda mai confermata ufficialmente). In Italia lo si è sempre trovato poco, purtroppo. Nonostante la sua ricetta classica sia piuttosto elementare.

a cura di Niccolò Vecchia

Leggi | 22-03-2015 | Dall'Italia

Vinitaly 2015: si parte

Da domani torna a Verona la più importante fiera enologica d'Italia. Sarà un'anteprima di Expo

Mancano poche ore all'apertura della nuova edizione del Vinitaly: un evento accorsatissimo e molto popolare, a volte criticato anche proprio per queste caratteristiche. Quest'anno l'organizzazione della fiera veronese sarà impegnata anche nella gestione degli spazi dedicati al vino a Expo Milano 2015

Mancano poche ore all'apertura della nuova edizione del Vinitaly: un evento accorsatissimo e molto popolare, a volte criticato anche proprio per queste caratteristiche. Quest'anno l'organizzazione della fiera veronese sarà impegnata anche nella gestione degli spazi dedicati al vino a Expo Milano 2015

Cosa dobbiamo aspettarci dal Vinitaly? Tutto e niente. E comunque vada, sarà un successo. Nel mondo dell’enologia la fiera di Verona (aperta dal 22 al 25 marzo per la sua 49esima edizione) è vista in maniera assolutamente discordante: c’è chi la vede come il diavolo, c’è chi la vede come l’acqua santa (o forse meglio, il vin santo).

a cura di Raffaele Foglia

Leggi | 21-03-2015 | In cantina
Guida 2015 - Acquista Alce Nero Spirito Contadino

Spagna e Giappone pronte al via

Le due nazioni svelano le idee gastronomiche che animeranno i loro padiglioni a Expo 2015

Un'immagine di quello che sarà il padiglione della Spagna a Expo Milano 2015: mentre si avvicina il giorno dell'inaugurazione, si moltiplicano presentazioni e anteprime di quanto accadrà all'esposizione universale

Un'immagine di quello che sarà il padiglione della Spagna a Expo Milano 2015: mentre si avvicina il giorno dell'inaugurazione, si moltiplicano presentazioni e anteprime di quanto accadrà all'esposizione universale

Leggi | 21-03-2015 | Identità Golose | Dall'Italia

Nell'orto di Crippa

La biodinamica, l'iperstagionalità e un sogno da coltivare. I segreti di un maestro di cucina vegetale

ORTO DELLE MIE BRAME. Enrico Crippa, chef del Piazza Duomo, 3 stelle Michelin. Alle sue spalle, Walter Danusso, contadino di Langa. Dall'orto che curano alle porte di Barolo, secondo i principi della biodinamica, passa una buona fetta della verdura, della frutta e delle erbe che vengono servite e al ristorante 3 stelle Michelin di Alba (Cuneo) e al ristorante sottostante (foto del servizio di Brambilla/Serrani)

ORTO DELLE MIE BRAME. Enrico Crippa, chef del Piazza Duomo, 3 stelle Michelin. Alle sue spalle, Walter Danusso, contadino di Langa. Dall'orto che curano alle porte di Barolo, secondo i principi della biodinamica, passa una buona fetta della verdura, della frutta e delle erbe che vengono servite e al ristorante 3 stelle Michelin di Alba (Cuneo) e al ristorante sottostante (foto del servizio di Brambilla/Serrani)

Leggi | 20-03-2015 | Gabriele Zanatta | Zanattamente buono

Le 85 candeline di Marchesi

Intervista esclusiva al più grande di tutti. Racconta passato, presente e anche un po' di futuro

Identità Milano 2007: Gualtiero Marchesi riceve l'omaggio di Pierre Troisgros, un mostro intoccabile della cucina mondiale. Il cuoco italiano compie oggi 85 anni: il nostro omaggio è più umile, ma ugualmente sentito

Identità Milano 2007: Gualtiero Marchesi riceve l'omaggio di Pierre Troisgros, un mostro intoccabile della cucina mondiale. Il cuoco italiano compie oggi 85 anni: il nostro omaggio è più umile, ma ugualmente sentito

Leggi | 19-03-2015 | Carlo Passera | Dall'Italia

Creare è non copiare

Per il suo compleanno, è Gualtiero a fare un regalo: il decalogo del cuoco contemporaneo

Gualtiero Marchesi ritratto da Luisa Valieri all'interno del Marchesino, il ristorante accanto al Teatro alla Scala a Milano

Gualtiero Marchesi ritratto da Luisa Valieri all'interno del Marchesino, il ristorante accanto al Teatro alla Scala a Milano

Leggi | 19-03-2015 | Paolo Marchi | Primo piano

Divine Creazioni senza uguali

Pasta fresca d'autore: tutte le bontà targate Surgital protagoniste a Identità Milano 2015

Una panoramica su Divine Creazioni, la produzione targata Surgital di pasta fresca d'alta qualità per la ristorazione gourmand

Una panoramica su Divine Creazioni, la produzione targata Surgital di pasta fresca d'alta qualità per la ristorazione gourmand

Leggi | 19-03-2015 | Identità Golose | Dall'Italia

Le verdure di Cesare Battisti

Identità Golose vi invita martedì 24 al Ratanà di Milano, per una speciale cena vegetariana

La cena vegetariana di Identità Golose, martedì 24 al Ratanà di Milano, sarà anche un modo perfetto per festeggiare l'arrivo della primavera. Un inno alla stagione della rinascita è anche questo risotto di Cesare Battisti - tra i piatti che verranno offerti nella serata - a base di asparagi pugliesi, limoni sotto sale, petali di viola e semi di nigella sativa. Il menu sarà firmato anche da Alice Delcourt dell'Erba Brusca e dal pasticcere Luca De Santi

La cena vegetariana di Identità Golose, martedì 24 al Ratanà di Milano, sarà anche un modo perfetto per festeggiare l'arrivo della primavera. Un inno alla stagione della rinascita è anche questo risotto di Cesare Battisti - tra i piatti che verranno offerti nella serata - a base di asparagi pugliesi, limoni sotto sale, petali di viola e semi di nigella sativa. Il menu sarà firmato anche da Alice Delcourt dell'Erba Brusca e dal pasticcere Luca De Santi

Leggi | 18-03-2015 | Niccolò Vecchia | Primo piano

Identità Milano rock 'n' roll

Il video ufficiale dell'11ma edizione del congresso. Un viaggio in soggettiva al ritmo dei Black Keys

Leggi | 18-03-2015 | Francesca Brambilla, Federico Cicogna e Serena Serrani | Primo piano

La Francia celebra il suo passato

Il 19 marzo 1300 chef cucineranno francese, 100 tra loro sono italiani ma la grandeur è un ricordo

Leggi | 18-03-2015 | Paolo Marchi | Dal Mondo

Un Pizzarium, due vetrine

La pizza al taglio più famosa di Roma allarga i suoi spazi. Più a misura del vulcanico Gabriele Bonci

Da giovedì scorso, Pizzarium (via della Meloria, 43, telefona +39.06.39745416) ha raddoppiato i suoi spazi. Le vetrine della pizza al taglio più celebre di Roma ora sono due. Una grande notizia per i fan di Gabriele Bonci

Da giovedì scorso, Pizzarium (via della Meloria, 43, telefona +39.06.39745416) ha raddoppiato i suoi spazi. Le vetrine della pizza al taglio più celebre di Roma ora sono due. Una grande notizia per i fan di Gabriele Bonci

Leggi | 17-03-2015 | Andrea Cuomo | Dall'Italia

JRE, comincia l'era Stabile

Missione e obiettivi del neo-eletto presidente italiano dell'associazione di cuochi-patron

Marco Stabile (a destra) è il settimo presidente di Jre Italia, costola nazionale dei Jeunes Restaurateurs d'Europe, associazione di cuochi-patron presente in 13 paesi del vecchio continente. Lo chef dell'Ora d'Aria di Firenze ha ricevuto ieri all'Argentario Resort il testimone dal presidente uscente Andrea Sarri (a sinistra). Il mandato di Stabile è triennale

Marco Stabile (a destra) è il settimo presidente di Jre Italia, costola nazionale dei Jeunes Restaurateurs d'Europe, associazione di cuochi-patron presente in 13 paesi del vecchio continente. Lo chef dell'Ora d'Aria di Firenze ha ricevuto ieri all'Argentario Resort il testimone dal presidente uscente Andrea Sarri (a sinistra). Il mandato di Stabile è triennale

Leggi | 17-03-2015 | Gabriele Zanatta | Dall'Italia

Tickets e Pakta, gusti senza limiti

La seconda vita dei fratelli Adrià: assaggi memorabili nei loro locali (ma non in tutti…)

Albert Adrià (nome completo: Albert Adrià Acosta, da qui la tripla “A” stilizzata del suo marchio) è l’anima dei locali raggruppati sotto l’”ombrello” Bcn5.0. Siamo stati in tre di essi, i principali: due pasti indimenticabili, il terzo deludente

Albert Adrià (nome completo: Albert Adrià Acosta, da qui la tripla “A” stilizzata del suo marchio) è l’anima dei locali raggruppati sotto l’”ombrello” Bcn5.0. Siamo stati in tre di essi, i principali: due pasti indimenticabili, il terzo deludente

Leggi | 17-03-2015 | Carlo Passera | Carlo Mangio

La seconda vita dei fratelli Adrià

Aprono a Ibiza col Cirque du Soleil, rinviano Enigma a Barcellona. Con una nuova strategia...

Ferran e Albert Adrià secondo Inspiring Chefs, progetto fotografico firmato lo scorso anno da Martin Schoeller per Lavazza. Immagine profetica: gli Adrià stanno per aprire a Ibiza un locale che coniugherà cibo e show, insieme a quelli del Cirque du Soleil

Ferran e Albert Adrià secondo Inspiring Chefs, progetto fotografico firmato lo scorso anno da Martin Schoeller per Lavazza. Immagine profetica: gli Adrià stanno per aprire a Ibiza un locale che coniugherà cibo e show, insieme a quelli del Cirque du Soleil

Leggi | 16-03-2015 | Carlo Passera | Carlo Mangio

Chef che ripopolano gli oceani

Domani in Spagna, alcuni dei più grandi cuochi del mondo si riuniscono per una nobile campagna

Domani al Basque Culinary Center di San Sebastian, alcuni dei più grandi cuochi di tutto il mondo si riuniranno per sostenere la campagna di Oceana “Save the Oceans: Feed the World”. La pesca selvaggia sta spopolando i mari, con gravi ripercussioni sulle possibilità di alimentazione della popolazione mondiale (foto Steve DeNeef)

Domani al Basque Culinary Center di San Sebastian, alcuni dei più grandi cuochi di tutto il mondo si riuniranno per sostenere la campagna di Oceana “Save the Oceans: Feed the World”. La pesca selvaggia sta spopolando i mari, con gravi ripercussioni sulle possibilità di alimentazione della popolazione mondiale (foto Steve DeNeef)

Leggi | 16-03-2015 | Identità Golose | Dal Mondo

Zuma, il Giappone a Dubai

Cenare nel migliore ristorante nippo-gourmet degli Emirati Arabi. Tra robata e piatti vegani

L'ambientazione speciale di Zuma, nel cuore del financial center di Dubai, Emirati Arabi. Il ristorante giapponese è un format di successo che si moltiplica nel mondo: da Londra ha aggiunto anche sedi a Hong Kong, Istanbul, Miami, Bangkok, Abu Dhabi, New York e penisola di Datça in Turchia (foto Executive Women)

L'ambientazione speciale di Zuma, nel cuore del financial center di Dubai, Emirati Arabi. Il ristorante giapponese è un format di successo che si moltiplica nel mondo: da Londra ha aggiunto anche sedi a Hong Kong, Istanbul, Miami, Bangkok, Abu Dhabi, New York e penisola di Datça in Turchia (foto Executive Women)

Leggi | 15-03-2015 | Cinzia Benzi | Dal Mondo

Tutto Scarello

Nel volume di Italian Gourmet c'è tutto il mestiere del grande cuoco friulano. In 68 ricette

Nello scatto di Gianni Antoniali, un'espressione curiosa di Emanuele Scarello, chef classe 1970 del ristorante Agli Amici di Godia, una frazione di Udine. Il mestiere del cuoco e la storia della sua insegna, attiva dal 1887, sono ben riassunti nel volume Scarello edito da Italian Gourmet (244 pagine, 69 euro, acquistabile online)

Nello scatto di Gianni Antoniali, un'espressione curiosa di Emanuele Scarello, chef classe 1970 del ristorante Agli Amici di Godia, una frazione di Udine. Il mestiere del cuoco e la storia della sua insegna, attiva dal 1887, sono ben riassunti nel volume "Scarello" edito da Italian Gourmet (244 pagine, 69 euro, acquistabile online)

Leggi | 14-03-2015 | Gabriele Zanatta | In libreria
Grana Padano Home
S.Pellegrino Home sopra indice
Lavazza Home
Birra Moretti Home
Monograno Felicetti Home
Petra Molino Quaglia Home
Regione Veneto Expo IG2015 Host home Ebnt Congresso Fipe congresso jobmatch - congresso Caraiba Coldline Berto's Radio2 Agrodolce Italian Gourmet Italia Squisita Pasticceria Internazionale Newsfood lifetaste
marchi di gola nuova cucina italiana ADConvivio