Identità Expo

Mantovani, pasta in FM

Conchiglioni con conchiglie, quelle spinose del murice. Un bel piatto del cuoco faentino

I Conchiglioni con conchiglie, primo piatto presentato ieri da Fabrizio Mantovani, chef del bistrot Fm di Faenza (Ravenna) a Identità Expo. E' un piatto che sa di Adriatico, d’ispirazione francese, in cui compare il murice, mollusco dalla conchiglia spinosa

I Conchiglioni con conchiglie, primo piatto presentato ieri da Fabrizio Mantovani, chef del bistrot Fm di Faenza (Ravenna) a Identità Expo. E' un piatto che sa di Adriatico, d’ispirazione francese, in cui compare il murice, mollusco dalla conchiglia spinosa

Conchiglioni con conchiglie, uno scioglilingua di nome e di fatto, il piatto che Fabrizio Mantovani del bistrot Fm di Faenza, ha proposto agli ospiti di Identità di Pasta, a Expo. La ricetta pesca nella tradizione, con una spruzzata di mare Adriatico, d’ispirazione francese, dove le lumache sono ben note e dove il cuoco, romagnolo di nascita, si è rimesso ai fornelli dopo una pausa da bassista nella “Frutta e Verdura Band”.

a cura di Valeria Senigaglia

Leggi | 04-07-2015 | Identità Expo

Una cena a cinque stelle

Sabato protagonisti Apreda e Schmidberger, due grandi chef in hotel di lusso. Ecco il loro menu

Cappellotti Double Umami (Blend Spicy Bomba-y): sarà l'attesissimo secondo piatto del menu di quattro portate firmato Francesco Apreda e Matthias Schmidberger, domani sera, sabato, a Identità Expo (il costo è di 75 euro vini compresi, prenotazioni expo@magentabureau.it e telefono +39.02.62012701)

Cappellotti Double Umami (Blend Spicy Bomba-y): sarà l'attesissimo secondo piatto del menu di quattro portate firmato Francesco Apreda e Matthias Schmidberger, domani sera, sabato, a Identità Expo (il costo è di 75 euro vini compresi, prenotazioni expo@magentabureau.it e telefono +39.02.62012701)

Una gran bella cena sull’asse Roma-St.Moritz. La preparano domani, sabato 4 luglio Francesco Apreda, chef dell’Imàgo, ristorante dell’hotel Hassler capitolino, 1 stella Michelin, e il tedesco Matthias Schmidberger, "esiliato" al Cà d’Oro dell’hotel Kempinski Grand Hotel des Bains nella località svizzera, una stella anche per lui (oltre ai 17 punti sulla guida della Gault Millau locale). Due professionisti autori di una cucina raffinata ed elegante ma per nulla ingessata negli schemi di un hotel.
Leggi | 03-07-2015 | Identità Expo

Austria da respirare

Un padiglione da visitare a pieni polmoni, che ieri ha ospitato sapori ed eccellenze della Carinzia

Entrare nel padiglione austriaco significa entrare in un suggestivo bosco, che accoglie i visitatori con un'aria fresca e rigenerante

Entrare nel padiglione austriaco significa entrare in un suggestivo bosco, che accoglie i visitatori con un'aria fresca e rigenerante

In giornate calde e afose come quelle di questa settimana, quando il Decumano di Expo Milano 2015 diventa rovente nonostante sia completamente all'ombra, e quando ai visitatori sembra quasi che manchi l'aria da respirare, il padiglione dell'Austria è davvero un'oasi di serenità e relax. L'idea che infatti è stata declinata con precisione e gusto è quella di riprodurre il microclima di un bosco austriaco. A chi lo visita...

a cura di Niccolò Vecchia

Leggi | 03-07-2015 | Tutto Expo

Così Buonocore ha pescato 3 jolly

Il patron di Langosteria 10 (e di altre due insegne) racconta il miglior pesce d'Italia: quello milanese

Enrico Buonocore, della Langosteria 10 (e Langosteria 10 Bistro e Langosteria Fish Bar) è stato protagonista ieri a Identità Milano, lo spazio grazie al quale Identità Expo racconta la ristorazione del capoluogo lombardo

Enrico Buonocore, della Langosteria 10 (e Langosteria 10 Bistro e Langosteria Fish Bar) è stato protagonista ieri a Identità Milano, lo spazio grazie al quale Identità Expo racconta la ristorazione del capoluogo lombardo

Sotto la Madonnina si mangia il miglior pesce d’Italia? Vero, certifica Enrico Buonocore, patron di Langosteria 10 e al centro dei riflettori ieri a Identità Milano, lo spazio che Identità Expo riserva al racconto del capoluogo lombardo visto con gli occhi dei protagonisti della sua ristorazione.

a cura di Carlo Passera

Leggi | 03-07-2015 | Identità Expo

Al via a Expo le Women's Weeks

L'Esposizione Universale celebra il fondamentale ruolo delle donne nell'alimentazione del mondo

Women’s Weeks, l’altra metà della Terra: con questo titolo è stato organizzato un ricco programma di eventi e incontri internazionali che mette al centro la donna a Expo Milano 2015. Nelle intense giornate dedicate a Women for Expo verranno discusse tutte le sfide che le donne devono affrontare per affermarsi come motore di crescita e di cambiamento in tutto il mondo

Women’s Weeks, l’altra metà della Terra: con questo titolo è stato organizzato un ricco programma di eventi e incontri internazionali che mette al centro la donna a Expo Milano 2015. Nelle intense giornate dedicate a Women for Expo verranno discusse tutte le sfide che le donne devono affrontare per affermarsi come motore di crescita e di cambiamento in tutto il mondo

Dal 29 giugno al 10 luglio Expo si tinge di rosa per valorizzare il ruolo centrale delle donne nel nutrire il pianeta. Informazione e intrattenimento si alterneranno con un fitto calendario, in cui oltre 200 invitate tra cui artiste, scrittrici, cantanti e manager provenienti dai 5 continenti racconteranno il cibo, per il corpo e per la mente. Madrine e ideatrici della manifestazione sono...

a cura di Valeria Senigaglia

Leggi | 02-07-2015 | 16:00 | Tutto Expo

Sedano rapa con orzo e fieno

La ricetta con cui Mark Moriarty ha conquistato la giuria del S.Pellegrino Young Chef 2015

Nei prossimi giorni pubblicheremo le tre ricette che hanno raggiunto la finale nella prima edizione del premio S.Pellegrino Young Chef 2015, che si è tenuta venerdì 26 giugno al The Mall di Milano. Iniziamo con il vincitore, lo chef irlandese Mark Moriarty, del Culinary Counter di Dublino ha conquistato il titolo con il suo piatto tutto a base di sedano rapa, che nel servizio prevedeva l'uso di una tazza appartenuta a sua nonna

Nei prossimi giorni pubblicheremo le tre ricette che hanno raggiunto la finale nella prima edizione del premio S.Pellegrino Young Chef 2015, che si è tenuta venerdì 26 giugno al The Mall di Milano. Iniziamo con il vincitore, lo chef irlandese Mark Moriarty, del Culinary Counter di Dublino ha conquistato il titolo con il suo piatto tutto a base di sedano rapa, che nel servizio prevedeva l'uso di una tazza appartenuta a sua nonna

Lo chef irlandese Mark Moriarty, vincitore della prima edizione del San Pellegrino Young Chef 2015, illustrando il suo signature dish ha spiegato che: «È un pezzo intero di sedano rapa arrostito sulla fiamma e marinato con un miso in stile irlandese preparato con orzo perlato e fieno. È accompagnato dalle nocciole e dal sedano rapa in altre versioni. La forza del piatto è la sua potenza al palato e la sua rappresentazione della tradizione culinaria irlandese in chiave moderna».

a cura di Mark Moriarty

Leggi | 02-07-2015 | Ricette d’autore

Intervista doppia Marchesi-Santin

I due primi "tre stelle" della storia italiana rispondono alle nostre domande parallele

Gualtiero Marchesi ed Ezio Santin: i due meastri dell'alta cucina italiana erano poche ore fa a Identità Expo, da dove si sono poi recati negli studi Rai per The Cooking Show

Gualtiero Marchesi ed Ezio Santin: i due meastri dell'alta cucina italiana erano poche ore fa a Identità Expo, da dove si sono poi recati negli studi Rai per The Cooking Show

Gualtiero Marchesi ed Ezio Santin, ovvero la storia della tavola italiana. Erano poche ore fa a Identità Expo, per un abbraccio con il successore del primo all’Albereta, quel Fabio Abbattista che ha cucinato nel nostro temporary restaurant oggi e ieri a pranzo. Poi, i due “grandi vecchi” della tavola tricolore sono andati negli studi Rai per “The Cooking show” di Lisa Casali.

a cura di Carlo Passera

Leggi | 30-06-2015 | Identità Expo

Potenziale Russia

La vastità di risorse e i padri della scienza. Nel padiglione del più grande paese al mondo

L'ingresso del padiglione della Federazione Russa a Expo. Il padiglione è centrato sulle grandi risorse alimentari del paese e sul ruolo storico dei grandi scienziati Mendeleev, Vavilov e Vernadskij

L'ingresso del padiglione della Federazione Russa a Expo. Il padiglione è centrato sulle grandi risorse alimentari del paese e sul ruolo storico dei grandi scienziati MendeleevVavilovVernadskij

Il giorno in cui la Russia prenderà davvero consapevolezza del tesoro su cui è seduta saranno dolori per tutti. È il primo pensiero che viene in mente a chi scrive, appena dopo aver superato la linea d’ingresso dell’ambizioso padiglione, dedicato «alla forza della terra del paese, alle sue distese e inesauribili ricchezze», è scritto giustamente nei pannelli esplicativi appena dietro alla 'concierge'. Dal Caucaso alla Kamchatka si sommano infatti 180 popoli, divisi in 11 regioni, 17 milioni di chilometri quadrati che ospitano le più grandi riserve d’acqua dolce dell’emisfero settentrionale terrestre (un quinto del totale mondiale, circa), la più vasta produzione di colture cerealicole e circa un decimo delle terre arabili del Pianeta. Un patrimonio che fa brillare gli occhi ai cuochi più illuminati della generazione post-sovietica (sui quali abbiamo scritto a suo tempo).

a cura di Gabriele Zanatta

Leggi | 01-07-2015 | 10:00 | Tutto Expo

La Foresta di Anders Ramsay

Presentiamo la ricetta con cui lo chef svedese ha vinto il premio The Vegetarian Chance

Forest è il nome del piatto di cui oggi pubblichiamo la ricetta. E' uno dei due che ha convinto la giuria della seconda edizione di The Vegetarian Chance a premiare come vincitore lo chef scozzese, ma di stanza a Stoccolma, Anders Ramsay

Forest è il nome del piatto di cui oggi pubblichiamo la ricetta. E' uno dei due che ha convinto la giuria della seconda edizione di The Vegetarian Chance a premiare come vincitore lo chef scozzese, ma di stanza a Stoccolma, Anders Ramsay

Anders Ramsay del Shiso Cafè Rönninge di Stoccolma ha sbaragliato la concorrenza a fendenti di campo e foresta, Field e Forest, i due piatti con cui ha vinto il contest culinario di The Vegetarian Chance. Alla sua seconda edizione, The Vegetarian Chance è un contest gastronomico ideato e promosso dallo chef Pietro Leemann e dal giornalista Gabriele Eschenazi che sfida cuochi di ogni nazionalità e filosofia a cimentarsi nell’alta cucina vegetale.

a cura di Valeria Senigaglia

Leggi | 01-07-2015 | Ricette d’autore

I Sapori di Viaggio di Apreda

Lo chef sarà a Identità Expo dall'1 al 5 luglio, con un menu tra ispirazioni internazionali e Blend

Dopo più di dieci anni in viaggio per il mondo, Francesco Apreda è tornato in Italia, a Roma, prendendo la guida dell'Imàgo dell’Hotel Hassler, con cui ha conquistato una stella Michelin. Da mercoledì 1 a domenica 5 luglio guiderà la cucina del temporary restaurant di Identità Expo: sia a pranzo che a cena è possibile effettuare le prenotazioni (il costo è di 75 euro per quattro portate vini compresi) mandando una mail a expo@magentabureau.it o telefonando al +39 02 62012701

Dopo più di dieci anni in viaggio per il mondo, Francesco Apreda è tornato in Italia, a Roma, prendendo la guida dell'Imàgo dell’Hotel Hassler, con cui ha conquistato una stella Michelin. Da mercoledì 1 a domenica 5 luglio guiderà la cucina del temporary restaurant di Identità Expo: sia a pranzo che a cena è possibile effettuare le prenotazioni (il costo è di 75 euro per quattro portate vini compresi) mandando una mail a expo@magentabureau.it o telefonando al +39 02 62012701

Sarà Francesco Apreda il prossimo protagonista della settimana di “Italian & International Best Chefs”, i migliori chef del mondo che cucinano a Identità Expo, dal mercoledì alla domenica sia a pranzo che a cena. Napoletano, classe 1974, Apreda si è appassionato alla cucina già a 14 anni. A 19 anni è all’Hotel Hassler di Roma come commis e poi capo-partita, ma ha il desiderio di andare all’estero: a Londra a Le Gavroche, all’Ibla e poi è chef del Green Olive. Cinque anni dopo la famiglia dell’Hassler lo richiama: è chef del Cicerone all’Imperial di Tokyo.

a cura di Niccolò Vecchia

Leggi | 30-06-2015 | 12:00 | Identità Expo
Identità Expo - Cartella Stampa

Grant Achatz, moto perpetuo

Un tumore superato e una miniera di progetti davanti. Intervista al grande cuoco di Chicago

Un intenso primo piano di Grant Achatz, 41 anni, originario di St.Clair nel Michigan. Nel 2004 ha aperto Alinea a Chicago, 3 stelle Michelin e 26° nella classifica World's 50Best (dopo essere stato anche 6°). Nell'aprile del 2011 ha aperto anche Next e il cocktail bar The Aviary. In autunno nascerà Roister, nel 2016 Alinea cambierà volto a Chicago e diventerà anche pop-up a Miami e Madrid

Un intenso primo piano di Grant Achatz, 41 anni, originario di St.Clair nel Michigan. Nel 2004 ha aperto Alinea a Chicago, 3 stelle Michelin e 26° nella classifica World's 50Best (dopo essere stato anche 6°). Nell'aprile del 2011 ha aperto anche Next e il cocktail bar The Aviary. In autunno nascerà Roister, nel 2016 Alinea cambierà volto a Chicago e diventerà anche pop-up a Miami e Madrid

Leggi | 29-06-2015 | 14:00 | Gabriele Zanatta | Zanattamente buono

Breve storia dell'aperitivo

Il bartender Antonio Marteddu riassume bene le vicende del grande rito italiano. Fino al Negroni

Antonio Marteddu, bartender astigiano di origini sarde, dal 2003 al timone del bar Cocktail and Dreams di Castagnole Lanze (Asti) e bartender di Identità Expo. Ieri ha ricapitolato in un'ora scarsa l'avvincente storia dell'aperitivo dalla Grecia Antica alla triade (Italianissima) Americano-Negroni-MiTo (foto Brambilla/Serrani)

Antonio Marteddu, bartender astigiano di origini sarde, dal 2003 al timone del bar Cocktail and Dreams di Castagnole Lanze (Asti) e bartender di Identità Expo. Ieri ha ricapitolato in un'ora scarsa l'avvincente storia dell'aperitivo dalla Grecia Antica alla triade (Italianissima) Americano-Negroni-MiTo (foto Brambilla/Serrani)

Leggi | 30-06-2015 | Gabriele Zanatta | Identità Expo

Una super-cena a sei mani

Andrea Ribaldone, Davide Oldani e Gianluca Fusto cucinano a Identità Expo per due sere imperdibili

Andrea Ribaldone, Davide Oldani e Gianluca Fusto, protagonisti di due serate d'eccezione a Identità Expo

Andrea Ribaldone, Davide Oldani e Gianluca Fusto, protagonisti di due serate d'eccezione a Identità Expo

Leggi | 29-06-2015 | 10:00 | Carlo Passera | Identità Expo

I ristoranti world di Milano - 2

Tutto il meglio della ristorazione internazionale in città: seconda parte con Africa e Asia

La bella sala di una delle due sedi del ristorante Vietnamonamour (in particolare quella di via Taramelli) fa da copertina alla seconda parte della nostra selezione del meglio della ristorazione internazionale di Milano. Dopo Europa e Americhe, questa volta ci occupiamo di Africa e Asia

La bella sala di una delle due sedi del ristorante Vietnamonamour (in particolare quella di via Taramelli) fa da copertina alla seconda parte della nostra selezione del meglio della ristorazione internazionale di Milano. Dopo Europa e Americhe, questa volta ci occupiamo di Africa e Asia

Leggi | 29-06-2015 | Niccolò Vecchia | Fuori Expo

Così voglio cambiare il mondo

Intervista con Gastón Acurio: alleanza globale tra chef e contadini per maggiore giustizia sociale

Gastón Acurio venerdì scorso con Daniel Canzian, al ristorante Daniel di Milano, per presentare il suo menu peruviano che sarà possiile gustare fino al 2 luglio. Per lo chef sudamericano la cucina è uno strumento per diffondere cultura, ma anche la più importante arma di pace

Gastón Acurio venerdì scorso con Daniel Canzian, al ristorante Daniel di Milano, per presentare il suo menu peruviano che sarà possiile gustare fino al 2 luglio. Per lo chef sudamericano la cucina è uno strumento per diffondere cultura, ma anche la più importante arma di pace

Leggi | 28-06-2015 | Carlo Passera | Identità Expo

Abbattista, promessa mantenuta

Lo chef dell'Albereta sarà a Identità Expo per due grandi pranzi, lunedì 29 e martedì 30 giugno

Due imperdibili pranzi per aprire la settimana: lo chef pugliese Fabio Abbattista, di stanza a L'Albereta, porterà a Identità Expo la sua passione per l'eccellenza della materia prima, per la tradizione gastronomica italiana, per la stagionalità degli ingredienti. Per assaggiare i suoi piatti è possibile prenotarsi (il costo è di 75 euro per quattro portate vini compresi) mandando una mail a expo@magentabureau.it o telefonando al +39 02 62012701

Due imperdibili pranzi per aprire la settimana: lo chef pugliese Fabio Abbattista, di stanza a L'Albereta, porterà a Identità Expo la sua passione per l'eccellenza della materia prima, per la tradizione gastronomica italiana, per la stagionalità degli ingredienti. Per assaggiare i suoi piatti è possibile prenotarsi (il costo è di 75 euro per quattro portate vini compresi) mandando una mail a expo@magentabureau.it o telefonando al +39 02 62012701

Leggi | 28-06-2015 | Niccolò Vecchia | Identità Expo

Moriarty è il #SPYoungChef 2015

L'Irlanda trionfa nella prima edizione del concorso. Tutti i commenti dei grandi della giuria

E' la mezzanotte a cavallo tra venerdì 26 e sabato 27 giugno: al termine di una giornata (e di una stagione) lunga ed emozionante, l'irlandese Mark Moriarty (chef del ristorante The Culinary Council di Dublino) vince la prima edizione del S.Pellegrino Young Chef 2015.  L'award ha premiato anche la Miglior coppia chef-designer, votata dagli ospiti della serata e dal web: in tutti e due casi ha vinto la coppia peruviano-brasiliana Maria José Jordan e Paula Cademartori. Il premio di Best designer deciso da Vogue Italia è andato invece alla cinese Xiao Li

E' la mezzanotte a cavallo tra venerdì 26 e sabato 27 giugno: al termine di una giornata (e di una stagione) lunga ed emozionante, l'irlandese Mark Moriarty (chef del ristorante The Culinary Council di Dublino) vince la prima edizione del S.Pellegrino Young Chef 2015. L'award ha premiato anche la Miglior coppia chef-designer, votata dagli ospiti della serata e dal web: in tutti e due casi ha vinto la coppia peruviano-brasiliana Maria José Jordan e Paula Cademartori. Il premio di Best designer deciso da Vogue Italia è andato invece alla cinese Xiao Li

Leggi | 27-06-2015 | Gabriele Zanatta | Primo piano

Il pizzaiolo che viene dalla Cina

Liu Ya Qi, 25 anni, di Tianjin: miglior pizza-maker cinese, è stato apprezzato anche da noi in Italia

Liu Ya Qi, campione cinese di pizza, a maggio ha rappresentato il suo paese al Campionato Mondiale che si è svolto a Parma, facendosi notare anche dagli italiani

Liu Ya Qi, campione cinese di pizza, a maggio ha rappresentato il suo paese al Campionato Mondiale che si è svolto a Parma, facendosi notare anche dagli italiani

Leggi | 27-06-2015 | 16:00 | Claudio Grillenzoni | China Grill

Tutti al mare con Fossaceca

L'estroso cuoco abruzzese rapisce la platea di Identità Expo con i suoi spaghettoni estivi

Nicola Fossaceca, chef del ristorante Al Metrò di San Salvo (Chieti), ieri con Eleonora Cozzella a lezione a Identità Expo per il ciclo Identità Expo. Oggetto della dimostrazione, un piatto che ci conduce dritti ai grandi sapori dell'estate adriatica (foto Chiara Nicolini)

Nicola Fossaceca, chef del ristorante Al Metrò di San Salvo (Chieti), ieri con Eleonora Cozzella a lezione a Identità Expo per il ciclo "Identità Expo". Oggetto della dimostrazione, un piatto che ci conduce dritti ai grandi sapori dell'estate adriatica (foto Chiara Nicolini)

Leggi | 27-06-2015 | 10:00 | Valeria Senigaglia | Identità Expo

Bocuse d'Or per la Francia a Expo

Una selezione di chef premiati anima l'offerta d'haute cuisine transalpina. Ora tocca ad Adamski

Il padiglione francese a Expo 2015. Presenta all'ultimo piano anche il Café des Chefs, con una brasserie informale e un ristorante gourmet, nelle cui cucine s'avvicendano cuochi premiati al Bocuse d'Or

Il padiglione francese a Expo 2015. Presenta all'ultimo piano anche il Café des Chefs, con una brasserie informale e un ristorante gourmet, nelle cui cucine s'avvicendano cuochi premiati al Bocuse d'Or

Leggi | 26-06-2015 | Carlo Passera | Tutto Expo

Cartoline dal #SPYoungChef

Volti e piatti della prima parte del grande evento di Milano. Se la giocano Peru, Irlanda e Norvegia

PARTERRE DE ROI. I giudici della prima edizione del S.Pellegrino Young Chef, in fila questa mattina nei sotterranei del Mall di Milano, zona Porta Nuova. Da sinistra a destra, l'americano Grant Achatz, il peruviano Gaston Acurio, il francese Yannick Alleno, il modenese Massimo Bottura, la sudafricana Margot Janse, il giapponese Yoshihiro Narisawa e il catalano Joan Roca (fotogallery di Alice Cateni, Elisa Pella e Zanatta)

PARTERRE DE ROI. I giudici della prima edizione del S.Pellegrino Young Chef, in fila questa mattina nei sotterranei del Mall di Milano, zona Porta Nuova. Da sinistra a destra, l'americano Grant Achatz, il peruviano Gaston Acurio, il francese Yannick Alleno, il modenese Massimo Bottura, la sudafricana Margot Janse, il giapponese Yoshihiro Narisawa e il catalano Joan Roca (fotogallery di Alice Cateni, Elisa Pella e Zanatta)

Leggi | 26-06-2015 | 16:00 | Gabriele Zanatta | Primo piano

Perù protagonista a Expo e in città

La cucina come bandiera culturale, sventolata da Muñoz e Acurio. Con Massimo Bottura che plaude

Diego Muñoz con Massimo Bottura, venuto a salutare il collega peruviano durante la presentazione al pubblico a Identità Expo

Diego Muñoz con Massimo Bottura, venuto a salutare il collega peruviano durante la presentazione al pubblico a Identità Expo

Leggi | 25-06-2015 | Carlo Passera | Identità Expo

«Io, Cristina, mentore di Griffa»

Domani, finalissima del S.Pellegrino Young Chef. L'intervista a chi ha seguito il candidato italiano

Paolo Griffa, sous chef del Piccolo Lago di Verbania e candidato italiano del S.Pellegrino Young Chef of the Year, con la sua mentore Cristina Bowerman, cuoca di Glass Hostaria, Roma. Griffa domani se la dovrà vedere con 19 giovani talenti del mondo. L'annuncio del vincitore, attorno a mezzanotte

Paolo Griffa, sous chef del Piccolo Lago di Verbania e candidato italiano del S.Pellegrino Young Chef of the Year, con la sua mentore Cristina Bowerman, cuoca di Glass Hostaria, Roma. Griffa domani se la dovrà vedere con 19 giovani talenti del mondo. L'annuncio del vincitore, attorno a mezzanotte

Leggi | 25-06-2015 | 10:00 | Gabriele Zanatta | Identità Expo

La poetica della luce

Davide Groppi racconta la sua storia. Da una lampada costruita per gioco al grande successo

Davide Groppi nel 2012 ha curato l'illuminazione della nuova Osteria Francescana di Massimo Bottura. Da quel lavoro sono nate due lampade, Sampei e Nulla, che nel 2014 hanno vinto il prestigioso premio Compasso D'Oro ADI. La lampada che si trova invece nel ristorante di Identità Expo, la Tetatet, è stata selezionata per il prossimo Compasso D'Oro, che verrà assegnato nel 2017

Davide Groppi nel 2012 ha curato l'illuminazione della nuova Osteria Francescana di Massimo Bottura. Da quel lavoro sono nate due lampade, Sampei e Nulla, che nel 2014 hanno vinto il prestigioso premio Compasso D'Oro ADI. La lampada che si trova invece nel ristorante di Identità Expo, la Tetatet, è stata selezionata per il prossimo Compasso D'Oro, che verrà assegnato nel 2017

Leggi | 26-06-2015 | Niccolò Vecchia | Identità Expo

Una cena tra Perù e Lazio

Sabato 27 giugno a Identità Expo un menu da non perdere, con Diego Muñoz insieme ai fratelli Serva

Il primo, Diego Muñoz, ha portato il ristorante  Astrid y Gastón di Gastón Acurio alla 14esima posizione della classifica del San Pellegrino 50Best. I secondi, Sandro e Maurizio Serva, portano avanti una storia cinquantennale con un ristorante, La Trota di Rivodutri (Rieti), premiato con due stelle Michelin. Sabato 27 giugno saranno insieme per una cena speciale: è possibile prenotare (il costo è di 75 euro per quattro portate con altrettanti calici di vino abbinati) mandando una mail a expo@magentabureau.it o telefonando al numero +39.02.62012701

Il primo, Diego Muñoz, ha portato il ristorante Astrid y Gastón di Gastón Acurio alla 14esima posizione della classifica del San Pellegrino 50Best. I secondi, Sandro e Maurizio Serva, portano avanti una storia cinquantennale con un ristorante, La Trota di Rivodutri (Rieti), premiato con due stelle Michelin. Sabato 27 giugno saranno insieme per una cena speciale: è possibile prenotare (il costo è di 75 euro per quattro portate con altrettanti calici di vino abbinati) mandando una mail a expo@magentabureau.it o telefonando al numero +39.02.62012701

Leggi | 25-06-2015 | Niccolò Vecchia | Identità Expo
Grana Padano Home
S.Pellegrino Home sopra indice
Lavazza Home
Birra Moretti Home
Monograno Felicetti Home
Petra Molino Quaglia Home
Expo IG2015 Host home Caraiba
marchi di gola nuova cucina italiana ADConvivio