«Ristorazione italiana più viva che mai» pur tra mille difficoltà: la presentazione della Guida Identità Golose 2021

Cronaca dell'evento a Identità Golose Milano. Nonostante tutto cresce il numero delle insegne nella Penisola. E cresce anche Identità: annunciato per aprile il rilascio di una app

18-03-2021
Paolo Marchi, Claudio Ceroni, Federico Quaranta, G

Paolo Marchi, Claudio Ceroni, Federico Quaranta, Gabriele Zanatta e Cinzia Benzi sul palco delle premizioni della Guida Identità Golose 2021, a Identità Golose Milano. Tutte le foto sono di Sonia Santagostino-OnStage Studio

Un evento di premiazione ai tempi del Covid ha come fil rouge l'onnipresenza delle mascherine e l'attenzione massima a evitare contatti; ma anche il piacere di ritrovarsi insieme, seppur a debita distanza. Forse è così tanta la voglia di normalità in ognuno di noi, che la presentazione della Guida Identità Golose 2021 - avete potuto vederla su questo sito poche ore fa, e potete tuttora gustarvela cliccando qui - lungi dall'essere resa fredda e impersonale dalle condizioni di sicurezza necessarie, è apparsa anche più partecipata del solito, calorosa.

L'attesa dei premiati

L'attesa dei premiati

C'è necessità di rapporti umani. Ci si limita a cenni a distanza, a far ciao ciao con la mano senza avvicinarsi troppo, come è capitato a chi scrive mentre spaziava con lo sguardo sulla sala principale di Identità Golose Milano, primo hub internazionale della gastronomia: ogni tavolo un premiato, spesso volti noti e amici (per sapere quali, clicca qui), ciascuno in attesa del proprio turno per salire sul palco posto nell'attigua Sala Ovale, dove a menar le danze, dopo gli interventi introduttivi di Claudio Ceroni, Paolo Marchi e Gabriele Zanatta (e un colto intervento di Davide Rampello), sono stati Federico Quaranta e Cinzia Benzi, con le telecamere dirette da Massimo Tomagnini a immortalare il tutto.

L'intervento di Claudio Ceroni

L'intervento di Claudio Ceroni

La nuova app

La nuova app

I due hanno appunto dato per primo la parola a Ceroni, presidente e co-fondatore di Identità Golose. Che ha annunciato una grande novità: «Nonostante la drammaticità di quello che è successo e sta succedendo, il mondo della ristorazione è vivo più che mai. Per questo abbiamo deciso di procedere alla presentazione della Guida 2021. Noi ci crediamo fino in fondo: ripartiamo con l'unica guida completamente online e con una svolta molto importante: nella prima metà di aprile lanceremo - abbinata alla guida online - anche una specifica applicazione, che allargherà ulteriormente il nostro pubblico, già largamente conquistato dalla nostra scelta di passare al digitale. La app renderà molto pratico e immediato l'utilizzo di tutte le funzioni già note, oltre ad aggiungerne di nuove, mi viene subito in mente la geolocalizzazione che consentirà di trovare e  raggiungere facilmente il ristorante che ci interessa. Sarà un'applicazione diversa da molte altre, perché manterrà tutti i contenuti già presenti sul sito, non sarà dunque qualcosa di "liofilizzato"».

L'intervento di Paolo Marchi

L'intervento di Paolo Marchi

Paolo Marchi sale sul palco e pare raggiante: «Questa è una giornata proprio importante, anche perché erano mesi che mi chiedevo quando mai l'avremmo vissuta. Per quanto la situazione sia complessa, non potevamo rimanere lì sempre ad aspettare, come il tenente Drogo nel Deserto dei Tartari. Certo, per ora abbiamo dovuto rivedere i nostri orizzonti, eravamo abituati ad andare in giro per il mondo, oggi non è ancora possibile, è stato già difficile spostarsi in Italia; così questa è una guida che dedichiamo perlopiù alla ristorazione nazionale, dove registriamo comunque un bilancio positivo. La pandemia ha scandito ritmi e modi del nostro lavoro: ma abbiamo scoperto tanti posti sempre disposti a dire e dare qualcosa di nuovo. E di sicuro non ci fermeremo qui: presto allargheremo di nuovo la nostra ricerca anche all'estero. Questione di mesi». Per leggere l'introduzione della Guida Identità Golose 2021, firmata da Marchi, clicca qui.

Un gioiello l'intervento di Davide Rampello, per ascoltarlo clicca qui 

Un gioiello l'intervento di Davide Rampello, per ascoltarlo clicca qui 

Gabriele Zanatta sul palco

Gabriele Zanatta sul palco

Dopo un bellissimo cameo di Davide Rampello (ascoltalo qui) la parola al caporedattore della Guida Identità Golose 2021, Gabriele Zanatta. L'uomo dei dati, interessantissimi: «Grazie al lavoro di 85 collaboratori abbiamo in guida 830 schede, 815 delle quali sono italiane, 25 in più dell'anno scorso, con 118 nuove aperture, ciò dimostra la vitalità delle cucine d'autore. Solo 15 schede sono straniere, come detto, ma appena ci sarà consentito faremo in modo di integrare questa parte. Interessante anche il numero di pizzerie presenti, circa 100: un mondo in fermento, dentro e fuor di metafora, e questo è molto importante». Altri numeri: «Sono 415 gli chef sotto i 40 anni, dunque poco più di metà, da sempre noi diamo molto peso alla cucina giovane. Inseriamo infine nella guida due nuove voci: quella delle insegne con delivery e quella dei ristoranti che offrono i tavoli all'aperto, ben più della metà, circa 500». Per approfondire questi e leggere tutti gli altri dati della Guida Identità Golose 2021, clicca qui.

Il premio era il piatto di Caraiba Luxury che è anche piatto simbolo di Identità Golose Milano

Il premio era il piatto di Caraiba Luxury che è anche piatto simbolo di Identità Golose Milano

Doverosi, infine, i ringraziamenti ai main sponsor della Guida Identità Golose 2021, ossia Acqua Panna-S.Pellegrino, Veuve Clicquot, Birra del Borgo e The Fork. E a Caraiba Luxury, che ha offerto il trofeo consegnato ai premiati: si tratta del piatto simbolo di Identità Golose Milano.

Le impronte dei premiati

Le impronte dei premiati

La regia tv

La regia tv

Elisa Pella e Alice Delcourt

Elisa Pella e Alice Delcourt

Doppia coppia: Claudio Ceroni con Paola Jovinelli e Paolo Marchi con Luisa Acciarri

Doppia coppia: Claudio Ceroni con Paola Jovinelli e Paolo Marchi con Luisa Acciarri

E altra "doppia coppia": i due di Retrobottega a Roma, Alessandro Miocchi e Giuseppe Lo Iudice, e i due di Mezza Pagnotta a Ruvo di Puglia, Francesco e Vincenzo Montaruli

E altra "doppia coppia": i due di Retrobottega a Roma, Alessandro Miocchi e Giuseppe Lo Iudice, e i due di Mezza Pagnotta a Ruvo di Puglia, Francesco e Vincenzo Montaruli

La felicità di Leila Salimbeni

La felicità di Leila Salimbeni

I Serva al tavolo

I Serva al tavolo

Ilaria Puddu e Claudio Ceroni

Ilaria Puddu e Claudio Ceroni

Gabriele Zanatta e Alessandro Miocchi

Gabriele Zanatta e Alessandro Miocchi

Cinzia Benzi sul palco, elegante come sempre

Cinzia Benzi sul palco, elegante come sempre

Nell'attesa, Mauro Buffo legge Marino Niola

Nell'attesa, Mauro Buffo legge Marino Niola

Federico Quaranta microfonato

Federico Quaranta microfonato

Massimo Tomagnini e Davide Rampello

Massimo Tomagnini e Davide Rampello

Cristiano Tomei

Cristiano Tomei

Mauro Buffo e Michele Lazzerini

Mauro Buffo e Michele Lazzerini

L'arrivo della famiglia Serva

L'arrivo della famiglia Serva


Rubriche

Guida alla Guida

Tutte le novità della Guida ai Ristoranti d'Italia, Europa e Mondo di Identità Golose