Premio Birra Moretti Grand Cru: intervista a Natalia Irazoqui

Votate il vostro piatto preferito tra i dieci finalisti. Cherry, cioccolato amaro e birra dell'uruguaiana

18-09-2016

Natalia Irazoqui, sous chef e pastry chef di origini uruguayane, del ristorante Minerva di Martiniscuro (Teramo), è la quinta dei 10 finalisti del Premio Birra Moretti Grand Cru, che vi presentiamo attraverso un video e un'intervista. Domani è il turno di Michele Lazzarini

E’ partito il 12 settembre scorso il voto popolare (fino alla mezzanotte del 31 ottobre) del Premio Birra Moretti Grand Cru, dieci tra chef e sous-chef under 35 impegnati nella volata finale per aggiudicarsi il titolo per il miglior piatto con una delle referenze di Birra Moretti in ingrediente e in abbinamento. Il grande evento finale, con la premiazione dei vincitori (quelli decisi dalla people’s choicee quelli premiati dalla giuria), si terrà il 7 novembre a Milano: qui tutti i finalisti e le loro videoricette.

E’ possibile votare, una e una sola volta al giorno, semplicemente registrandosi o attraverso Facebook oppure compilando l’apposito form on line. Partecipare quest’anno è ancora più entusiasmante perché sarete voi a decidere quale video verrà premiato nel corso della finale di novembre e, soprattutto perché, in occasione di questo grande evento, verrà estratto tra tutti i votanti il vincitore di una cena d’autore per due persone in un prestigioso ristorante.

Cherry, cioccolato amaro e birra. In abbinamento, Birra Moretti Grand Cru

Cherry, cioccolato amaro e birra. In abbinamento, Birra Moretti Grand Cru

Sous-chef del ristorante Minerva di Martinsicuro, Natalia Irazoqui è un uruguayana che ha sposato l’Italia e le sue eccellenze. Dopo il diploma e le prime esperienza sulle Crystal Cruises e per Emirates, realizza il suo sogno frequentando la French Pastry School di Chicago e approda in Europa come pastrychef prima in Austria e poi al Minerva. I suoi dolci sono caratterizzati da una materia prima selezionata, abbinata alle tecniche apprese dai suoi maestri – Sébastien Canonne e chef Jacquy Pfeiffer. Il dessert che presenta, Cherry cioccolato amaro e birra, vede la ciliegia come ingrediente principe. Ne esalta le qualità con l’abbinamento del cioccolato amaro e della Birra Moretti Grand Cru.

Natalia, com’è nata la tua passione per la cucina?
Da piccola, vedendo mia madre cucinare per la famiglia. Faceva il pane nel forno a legna e molte preparazioni europee; Dopo molti anni ho avuto l’occasione di realizzare o miei sogni, prima nella scuola alberghiera in Uruguay e dopo nella French Pastry School di Chicago.

Quali sono i tuoi maestri, gli chef che ti hanno influenzato?
Chef Jacquy Pfeiffer, maestro e fondatore della French Pastry School: mi ha insegnato che in pasticceria non si piange e non ci si arrende. Poi Jonathan Dendauw, maestro panificatore: mi ha insegnato il valore e il rispetto verso il pane. Oggi Stephane Leroux e Leonardo Di Carlo: mi hanno dimostrato che la pasticceria è un bel gioco di ingredienti, come il cioccolato e lo zucchero. È anche un’arte in cui uno deve aver le basi ben formate ma nello stesso tempo la mente aperta a nuovi esperimenti e nuovi orizzonti.

Natalia Irazoqui

Natalia Irazoqui

Quali sono il tuo signature dish e il tuo ingrediente prediletto?
Il cioccolato, un ingrediente molto nobile e versatile: si può lavorare in tantissimi modi e abbinarlo sia ai dolci che al salato. Il mio signature dish ancora non esiste di preciso, perché mi sento al principio del mio percorso: sto sperimentando le tecniche apprese fino a oggi. Ogni giorno cerco la novità, l’avanguardia.

Qual è la filosofia del piatto che presenti? Puoi descriverlo in poche righe?
La freschezza dell’estate, la possibilità di abbinare un ingrediente nobile come il cioccolato alla freschezza della ciliegia, frutto di stagione e altrettanto la freschezza della birra ben fredda per poter chiudere un circuito completo di sapori.

I volti dei 10 giovani chef finalisti della nuova edizione di Premio Birra Moretti Grand Cru: la finale si terrà il prossimo 7 novembre. Vota qui

I volti dei 10 giovani chef finalisti della nuova edizione di Premio Birra Moretti Grand Cru: la finale si terrà il prossimo 7 novembre. Vota qui

Tu sei una giovane chef. Quale sarà a tuo giudizio la tendenza della cucina del futuro?
Secondo me sarà basata molto sulla qualità della materia prima, la provenienza del prodotto e la sua genuinità, bisogna sapersi distinguere con la ricerca, il lavoro e la fatica. Stare dietro ai fornelli non è così facile come ci sta mostrando negli ultimi anni la televisione, ma sono tante ore di lavoro, sacrifici e difficoltà da affrontare ogni giorno.

Ti piace la birra in cucina? Cosa ne pensi?
Sì, mi piace, credo sia un ingrediente che si può abbinare molto bene sia al dolce sia al salato, sempre con accortezza e astuzia nel saperlo abbinare.


Rubriche

A tutta birra

Le ricette e i migliori momenti della seconda edizione del Premio Birra Moretti Grand Cru