L'irresistibile estate dell'Acqua Pazza di Ponza

Nuova sede mozzafiato per il ristorante, bed & breakfast Casa Pesce e pasticceria Bar dei Pesci. Gino Pesce è scatenato

08-08-2020
La nuova terrazza dell'Acqua Pazza, una stella

La nuova terrazza dell'Acqua Pazza, una stella Michelin dal 2006. Il ristorante di Gino Pesce ha lasciato la sede storica di corso Pisacane per trasferirsi in quella scenografica che una volta ospitava Orestorante

Gino Pesce è un uomo che sa sorprendere: quando tutti pensano che un percorso sia compiuto, lui spariglia le carte in tavola e ricomincia da capo, con un’altra avventura.

Tutto comincia con un sogno: avere il ristorante nella location più bella di Ponza, dove una volta sorgeva Orestorante, chiuso da diversi anni. La tenacia, si sa, non difetta ai ponzesi, popolo testardo e inarrestabile (c’è chi ha scavato un tunnel sotto la montagna, chi sfida i mari ogni giorno). Dopo contrattazioni durate anni interi, l’obiettivo è raggiunto: l’Acqua Pazza può lasciare l’indirizzo storico di corso Carlo Pisacane, proprio sul porto, e si trasferisce nella nuova “casa”.

Qui a picco sulla scogliera, arroccato tra le rocce vulcaniche, ben visibile fin dall’arrivo a Ponza, sorge la nuova struttura: ampia, ariosa, abbracciata dal mare e dal cielo e, come accade in costiera o in Liguria, disposta su 6 differenti livelli, 3 riservati al ristorante e 3 dedicati al cocktail bar, dove sorseggiare un drink guardando il tramonto o respirando i profumi della notte.

Mario e Gino Pesce

Mario e Gino Pesce

Patrizia Ronca

Patrizia Ronca

Illuminato dal sole, Gino insieme alla moglie Patrizia Ronca (coadiuvati in sala da Mario Pesce e in cucina da Lucia Ronca, due sorelle che hanno sposato due fratelli!) mette in scena la sua magia, incantandoci con i profumi del Tirreno. Infatti tutto il pesce arriva rigorosamente dalla Cooperativa Pescatori Ponzesi, così da celebrarlo senza lasciare nulla al caso, sia maniera tradizionale che innovativa. Ci sorprende ogni volta con un tocco nuovo, che gli consente di rendere, per esempio, un semplice trancio di ottimo tonno, un piatto tutto da scoprire: così, il Tonno crudo e cotto con panure di olive nere, crema di peperoncelli verdi e sentori di fumo è una piccola invenzione.

Sulle bianche tovaglie rallegrate dalle bouganville, si posano piatti come la sempre ottima Polpetta fritta di merluzzo, servita come amuse bouche, la Zuppa di granchio con pesce e crostacei (da mangiare con il cucchiaio, per percepire tutte le sfumature del pescato), i Tortelli di Dentice con salsa di pomodoro crudo versato a freddo (piatto storico in cui lo spessore della pasta fresca ben armonizza con il pesce, con la bella spinta del pomodoro), lo Spaghetto (mitico!) con i ricci di mare,  il Filetto di pesce bianco con scarola e salsa bagna cauda senza dimenticare i Crudi di pesce, sempre serviti con delicati accostamenti.

Ma la magia, per essere completa, ci deve coinvolgere completamente: e così, fa Gino, non lasciando mai soli i suoi ospiti. Infatti, la vecchia sede è divenuta il Bar dei Pesci, una caffetteria/pasticceria/cocktail bar affacciata sul porto, aperto tutti i giorni, dalle 7 del mattino alle 3 di notte. Il nuovo locale è guidato dalla figlia di Gino, Ludovica che, fresca di laurea in Relazioni internazionali, è qui a raccontare la passione della famiglia Pesce per l’accoglienza. Qui si viene a fare colazione, a impigrirsi davanti a un croissant uscito appena dal forno, ai dolci come i Babà o i Tiramisù, frutto della sapienza della pasticcera, per poi concedersi un aperitivo al rientro dalle gite in barca e proseguire fino a tarda notte.

Il nuovo Acqua Pazza, veduta esterna

Il nuovo Acqua Pazza, veduta esterna

Il b&b Casa Pesce

Il b&b Casa Pesce

Il bancone del Bar dei Pesci

Il bancone del Bar dei Pesci

E nemmeno per dormire la famiglia Pesce ci abbandona. Ci accoglie in Casa Pesce, a pochi passi (verticali) dal porto: un b&b di sole 5 camere, incastonato tra rocce e gradini, curatissimo fin nei dettagli con ampio spazio esterno, piscina (una rarità sull’isola, dove scarseggia l’acqua, portata ogni giorno da navi cisterna) e colazione fatta in casa servita in camera. Insomma, dire Ponza, ormai significa dire Gino Pesce, solido imprenditore e grande maestro di accoglienza.

Acqua Pazza
via Dietro la Chiesa, 3-4
Ponza (Latina)
+39077180643
Prezzi medi: antipasti 24, primi 24, secondi 30, dessert 13 euro
Menu degustazione: 75 euro


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose