Il Fornaio della Domenica: farsi il pane a casa è semplice

Il volume di Sabrine d'Aubergine è una collezione di ricette buone ed efficaci per chi non ha mai messo le mani in pasta

19-03-2020
Il Pan di pane contenuto nel libro di Sabrine d&#

Il Pan di pane contenuto nel libro di Sabrine d'Aubergine "Il fornaio della domenica", un manuale ben fatto e divertente per panificare a casa

Nei giorni dell’emergenza, l’articolo alimentare più lesto a sparire dagli scaffali è la farina. Siamo tutti diventati pizzaioli e panificatori, anche chi non aveva mai messo mani in pasta prima d’ora.

“Il fornaio della domenica” (Guido Tommasi, 29,75 euro se acquistato online) è un libro tagliato su misura per i secondi, cioè «i principianti che non hanno mai nemmeno immaginato di mettersi a impastare». Lo specifica nella prefazione del testo Sabrine d'Aubergine, autrice celata dietro a uno pseudonimo vegetariano, «foodblogger per passione su www.fragoleamerenda.it», si autodefinisce, «convinta che stare ai fornelli sia un esercizio di creatività, da praticare in assoluta leggerezza»

Il libro è coerente con le intenzioni. Intanto, per mettere in pratica le istruzioni di Sabrine, sono sufficienti una piccola cucina «spartana e low tech». Poi, farina e lievito, quest’ultimo «il vero metronomo del pane, l’agente che scandisce i tempi e ne determina le tecniche di lavorazione».

Le sezioni in cui è diviso libro sono principalmente quattro: 1. Il pane con lievito chimico, capitolo “a prova di principiante” 2. Il pane con lievito di birra (o “dell’infallibile cubetto”) 3. Il pane con lievito naturale (lievito madre, pasta madre) 4. Il pane di segale (“un’appiccicosa farina nordica”). Un itinerario sviluppato per gradi di complessità crescente, dunque, a partire dal cosiddetto soda bread («il pane al bicarbonato pronto in un’ora») fino al pane di segale ai semi di zucca e girasole.

La cover del libro (editore Guido Tommasi, 356 pagine; 29,75 euro se acquistato online),

La cover del libro (editore Guido Tommasi, 356 pagine; 29,75 euro se acquistato online),

In mezzo, un mondo raccontato con un linguaggio semplice e piacevole, per novizi appunto, che snocciola decine e decine di ricette, uno spaccato eclettico di quel che lieviti e farine possono fare in combinazione, dalle trecce alle ciambelle, dai bagel ai croissant sfogliati, dagli Zopf (pan brioches svizzero) ai Pani di grano duro rinforzato, dal Pan di notte (pan bauletto capace di mettere in soffitta le pallide versioni dei supermercati) alla Pizza con caciotta e pecorino fino al Pan di pane, un prodotto ottenuto sostituendo una parte di farina con del pane vecchio.

Tutte preparazioni che richiedono tempi che vanno mediamente da 1 a 6 ore (fino alle 3 settimane richieste dalla pro-genitura del lievito madre, dall’innesco dello starter all’equilibrio finale del lievito). Con piacevoli finestre non-tecniche di alleggerimento, da leggere anche a letto con le mani pulite (“Il pane di Fibonacci”, “La pagnotta matemagica”…). Leggerezza, divertimento, risultato.


Rubriche

In libreria

Pubblicazioni e novità editoriali del pianeta gola