Franco Pepe e Identità Milano: un incontro di pura gioia

Il pizzaiolo di Caiazzo studierà tre pizze speciali per il pranzo dell’Hub. Si potranno assaggiare da lunedì 24 settembre

12-09-2018

Franco Pepe, uno dei più grandi interpreti della pizza in tutto il mondo, sarà un partner cruciale per l'offerta gastronomica a pranzo dell'Hub di Identità Golose Milano

Non c’è niente di più bello dell’entusiasmo condiviso, della gioia corrisposta. L’entusiasmo e la gioia di tutti noi a Identità Golose stanno nel poter annunciare ufficialmente - come ha iniziato a fare ieri Carlo Passera in questo articolo di presentazione dell’offerta enogastronomica della nuova casa dei cuochi e come viene confermato in questa anticipazione del menu del pranzo - la collaborazione con un numero uno della pizza, oltre che un carissimo amico di Identità: Franco Pepe.

Ma lo stesso entusiasmo e la stessa gioia li troviamo nelle parole del pizzaiolo fondatore di Pepe in Grani, ormai da più parti segnalata come la migliore pizzeria del mondo. «Sono davvero felice e orgoglioso di far parte di questo progetto. Per me ricevere una proposta dalla famiglia di Identità Golose è motivo di grande soddisfazione, per la stima che ho per chi ci lavora e per quello che da anni state facendo. Inoltre per me essere un pizzaiolo non è mai stato sufficiente: da tempo sogno di poter accostare il mio lavoro, la mia pizza, alla cucina d’autore, grazie all’Hub di Identità Milano coronerò questo sogno».

Foto Brambilla - Serrani

Foto Brambilla - Serrani

L’offerta gastronomica del pranzo a Identità Golose Milano sarà dinamica e contemporanea: anche per questo le tre pizze che Franco Pepe ha studiato per il menu sono diverse da quelle che si trovano da Pepe in Grani. Più piccole e agili, per poter essere accostate ad altre proposte del giorno: «E’ un’idea molto interessante che ho abbracciato subito quella di trasformare la pizza in un piatto di un piccolo percorso gastronomico, invece che proporla come unica pietanza. In questo modo la mia idea di pizza si inserisce all’interno dell'offerta di un ristorante di grande livello, studiata da chef di talento ed esperienza. La mia pizza originale resta a Caiazzo, a Milano porto le mie idee e la mia filosofia».

D’altronde erano in molti a desiderare l’arrivo di un fuoriclasse come Franco Pepe sulla scena gastronomica più ricca e vivace d’Italia. Ma l’idea di una succursale di Pepe in Grani non ha mai convinto Franco: «Ho detto molti no in questi anni. Non mi interessava assolutamente accodarmi al boom di aperture di pizzerie nelle grandi città, non era quello che mi sentivo di fare. Per me è più importante entrare in punta di piedi in un progetto più ampio, legato all’alta cucina, con cui collaboro da anni, a cui sono legato non solo professionalmente, ma anche per il fattore umano, che a Identità Golose fa da sempre la differenza».

Franco Pepe sul palco del Congresso 2018

Franco Pepe sul palco del Congresso 2018

Franco Pepe, che sarà presente alle due giornate di inaugurazione del 18 e 19 settembre e poi verrà spesso a trovarci nell’Hub di via Romagnosi al 3, affiderà i suoi impasti a un giovane e talentuoso pastry chef, Gabriele Tangari, che a Identità Golose Milano avrà anche la responsabilità di tutti i lievitati e che ha seguito uno stage di formazione proprio con il pizzaiolo di Caiazzo per realizzare al meglio le sue idee. Il tutto sempre con il coordinamento del nostro super-chef Andrea Ribaldone

«Questa per me - aggiunge Pepe - sarà anche l’occasione per ribadire la mia apertura a nuove sperimentazioni e nuove sfide. Infatti oltre al mio impasto classico, per una delle tre pizze che serviremo, proporrò un impasto realizzato con un blend di farine Molino Quaglia, che stiamo mettendo a punto proprio in queste ore. Mi piace affrontare nuove sfide e sono certo che il risultato sarà all’altezza delle aspettative, partendo da farine di qualità assoluta».

Il primo servizio in cui poter assaggiare le creazioni firmate Franco Pepe sarà il pranzo di lunedì 24 settembre: in carta troverete tre classici di Pepe in Grani. La Margherita Sbagliata, forse la pizza più famosa di Franco, la Scarpetta (mozzarella di bufala campana Dop, fonduta di Grana Padano Dop 12 mesi, composta di pomodoro, basilico liofilizzato, scaglie di Grana Padano Dop 24 mesi) e la Memento (crema di cipolle di Alife, crema di ceci delle colline caiatine, cicoria selvatica, olio extravergine d’oliva, proposta con l’impasto Molino Quaglia).

La pizza Scarpetta

La pizza Scarpetta

Ma presto arriveranno delle novità. Intanto Franco Pepe e Andrea Ribaldone vogliono coinvolgere gli chef ospiti (qui il calendario delle prime cene, che si arricchirà in contemporanea con l'inaugurazione) che si alterneranno nelle cucine di Identità Milano, per far creare loro il condimento di una pizza che li racconti e li rappresenti. Un gioco divertente e molto intrigante, che potrebbe dare vita a squisite idee. E poi nella mente di Pepe ribolle la voglia di creare una pizza apposta per Identità: «La pizza Identità Golose sta per nascere, ci sto lavorando in questi giorni e ve la presenterò presto, come omaggio a una realtà che mi sta molto a cuore». 

E noi non vediamo l’ora di assaggiarla, insieme a tutto il pubblico di via Romagnosi 3. 


Rubriche

Primo piano

Gli appuntamenti da non perdere e tutto ciò che è attuale nel pianeta gola