Wild Mixology, il foraging da bere

Valeria Mosca ed Enrico Vignoli firmano un libro di tecniche e ricette per una nuova miscelazione

13-11-2016

La copertina del libro di Woo*ding Lab, edito da Mondadori Electa

Di foraging, e del bel progetto del Wild food lab di Wood*ing su queste pagine abbiamo iniziato a parlare diverso tempo fa, con questa intervista di Gabriele Zanatta, invitando poi la sua fondatrice, Valeria Margherita Mosca, a tenere una lezione durante l'ultima edizione del congresso milanese di Identità Golose.

E' quindi con particolare piacere che torniamo a parlare con lei, in questo caso per presentare l'uscita di un libro, molto particolare e pieno di spunti, uscito in questi giorni per Mondadori Electa. Si chiama "Wild Mixology" (143 pagg., €29,90), ma il sottotitolo è soprattutto molto utile per anticiparne il contenuto: Tecniche innovative e ingredienti selvatici per una nuova filosofia di miscelazione dei cocktail.

Wood*ing come detto è un laboratorio dedicato al foraging, o meglio, alla ricerca su raccolta, conservazione e utilizzo del cibo selvatico per l’alimentazione umana. E' la stessa Valeria Mosca, nell'introduzione del libro, a raccontarci come la prima volta in cui pensò di usare aghi di pino e foglie per cucinare avesse solo cinque o sei anni. Seguendo poi l'esempio di sua nonna, negli anni successivi, che “preparava sciroppi, rimedi e, a volte, intere cene con il suo raccolto”.

Valeria Margherita Mosca

Valeria Margherita Mosca

Questo anche per ricordarci di come il cosidetto foraging, ovvero l'uso di ingredienti selvatici per la nostra alimentazione, non sia come qualcuno potrebbe pensare una moda del momento. Qualcosa da liquidare con una scrollata di spalle, perché “non sanno più cosa inventarsi”. E' anche e soprattutto un pezzo importante della storia dell'alimentazione umana, oltre che un elemento fondamentale della cultura dei territori che abitiamo.

Ed ecco che la conferma di questo concetto la troviamo nella prefazione di “Wild Mixology”, affidata alla penna del cuoco più famoso e celebrato del momento, Massimo Bottura: “Libri come questo – scrive lo chef – non sono fatti per vedere soltanto le tecniche, non sono manuali ma spunti di conoscenza, che ci aiutano a tenere occhi e orecchie bene aperti”.

Enrico Vignoli

Enrico Vignoli

Le tecniche, chiaramente, in questo libro ci sono: è infatti una raccolta esauriente, ricchissima, dell'applicazione delle ricerche del Wood*ing Lab al mondo della mixology. Ma è anche un libro di racconti: oltre a Valeria Mosca infatti tra gli autori figura anche Enrico Vignoli, comunicatore, tra gli animatori dell'associazione Raw Magna che organizza il da noi ben noto Postrivoro. E splendido narratore nelle pagine di questo volume, con il compito di accostare a ogni ricetta dei frammenti di storie, che servono a riportare al lettore elementi culturali e antropologici.

«Non volevo che questo fosse un libro solo per professionisti, chef o miscelatori – ci conferma Valeria Mosca – così insieme a Enrico abbiamo pensato a questa formula, per fare di questo libro anche qualcosa di bello da leggere. Enrico è stato bravissimo nello svolgere questo compito e questo è molto importante per me, perché lavorando sul foraging succede spessissimo di avere a che fare con temi come la cultura e l'identità di un territorio. Elementi che fanno parte di queste narrazioni».

Marco Varoli

Marco Varoli

Ulteriore valore aggiunto, le immagini che Marco Varoli ha regalato a questo libro. Un fotografo che già conosceva molto bene il lavoro di Wood*ing e al cui intervento, altrettanto, è stato affidato uno scopo narrativo. Di illustrare con i suoi scatti sia le ricette, i cocktail, che gli scritti di Vignoli. Un compito eseguito davvero con passione, riuscendo a comunicare molto bene la bellezza di queste preparazioni, ma anche la vita di chi le ha pensate e studiate.

Infine, importanti tanto quanto le ricette dei cocktail, sono le ricette di base che si trovano in fondo al volume: sono strumenti di lavoro preziosissimi per tutti i professionisti, ma anche una guida inestimabile per chi professionista non è, per comprendere meglio molte delle tecniche che vengono applicate nel Wood*ing Lab (ma non solo).


Rubriche

In libreria

Pubblicazioni e novità editoriali del pianeta gola