Milano: Colonna è Open

Chiusa l'esperienza romana al Palazzo delle Esposizioni, lo chef approda sotto la Madonnina con un nuovo progetto

05-10-2019
Antonello Colonna al lavoro con il suo chef al nuo

Antonello Colonna al lavoro con il suo chef al nuovo Open Colonna Milano, Alessio Sebastiani. Tutte le foto sono di Massimiliano Ninni, quelle dei piatti di Alessandro Scipioni

Una via stretta e buia, dietro Piazza Cordusio. Grande passaggio di auto e, fuori, un po’ di confusione. Manca la famosa Porta Rossa del ristorante di Labico, nel Lazio, ma questa è la nuova casa milanese di Antonello Colonna. Lo chef romano ha invertito la rotta e ha compiuto, dopo 35 anni di onorata carriera, la sua Marcia su Milano. Dopo aver messo la parola fine alla più che decennale esperienza al Roof Garden del Parco delle Esposizioni di Roma e confermato il suo impegno in zona con il Relais Colonna sui Castelli, eccolo arrivare nel capoluogo lombardo con Open Colonna Milano. Pieno di entusiasmo e un’idea ben chiara di cucina.

Il locale

Il locale

«Tutti mi chiedono, come sarà il menu? Quale sarà la proposta? Beh, sarà una cucina cucinata, casereccia, con i grandi classici della tradizione romana e milanese, alleggeriti e attualizzati con materie prime di qualità. È quella che facciamo da sempre, senza aggettivi roboanti ma oggettivamente buona. Mi piace togliere e non aggiungere e regalare un’esperienza appagante a chi si siederà alla nostra tavola». Semplice no?

Antonello Colonna

Antonello Colonna

La svolta ambrosiana dello chef più romano che c’è nasce da un momento storico e da una constatazione, forse un po’ amara. «Milano oggi è la capitale della ristorazione italiana. Dopo Expo la città ha ritrovato lo splendore degli anni Ottanta, che poi si era un po’ perso. A Roma invece c’è tanta confusione. Abbiamo perso i punti di riferimento e devo dire anche lo stile, con un conseguente livellamento verso il basso dell’offerta gastronomica. Milano è rinata e rappresenta un’opportunità per chi vuole fare una cucina che riporti alla memoria sapori mai tramontati, basati su materie prime di qualità e tanta tecnica».

Negativo di carbonara

Negativo di carbonara

Cacio e pepe

Cacio e pepe

Amatriciana

Amatriciana

Abbacchio e verdure di stagione

Abbacchio e verdure di stagione

La comunicazione di Open Colonna Milano lo definisce un: all day dining. Cioè, con parole nostrane, un ristorante aperto da mattina a sera. Si inizia con la pasticceria romana per una gustosa colazione. Poi alle 12,30 apre la cucina che non chiude sino alle 22,30 per offrire business lunch e, perché no, una carbonara al posto del té delle 5, per insaziabili golosi metropolitani. I piatti destinati a diventare cult saranno i Romanissimi come la trippa, l’abbacchio, la amatriciana. Tante le verdure e le incursioni di milanesità. La carta si apre con la sezione Antonello Colonna, ossia i grandi classici dello chef già stellato che ne raccontano la storia e le origini. A seguire in carta una proposta Healthy e, per i più golosi, la sezione Sandwich & More. Buoni per l’aperitivo e per una cena informale i To Share, piatti da condividere tra due o più persone.

Alessio Sebastiani

Alessio Sebastiani

La proposta gastronomica è curata e firmata da Colonna in persona. In cucina si muove con disinvoltura Alessio Sebastiani, non ancora trentenne, un po’ pugliese e po’ veneto. Alle spalle diverse esperienze in Italia e all’estero, ha conosciuto Colonna al ristorante dell’hub Identità Golose Milano, nella cui brigata Alessio lavorava e dove Colonna era intervenuto come ospite. Lo chef di Labico ne ha subito apprezzato la propensione a una cucina antica e gentile, che non tralascia la sperimentazione. Proprio la filosofia di Open Colonna Milano, e così lo ha ingaggiato per questo nuovo progetto.

Simone Dimitri, Emanuele Sala, Antonello Colonna

Simone Dimitri, Emanuele Sala, Antonello Colonna

Lo staff di sala

Lo staff di sala

La squadra si completa dietro al bancone con Mattia Battistelli, 25 anni, già bartender al Mag Cafè e al Backdoor43, mentre la gestione della sala compete a Devis Giuliano che porta in dote le sue esperienze londinesi. I partner milanesi di Colonna sono Emanuele Sala e Simone Dimitri (ex restaurant manager di Trussardi alla Scala e poi al Mandarin Oriental). Open Colonna Milano sarà aperto dal prossimo 7 ottobre.
Colonna e Sebastiani

Colonna e Sebastiani


Open Colonna Milano
via Bassano Porrone 8, Milano
tel. +39 02 36758360
opencolonnamilano.it
chiuso la domenica
menu degustazione a 80 euro


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose