Frescobaldi: la magia, il Brunello e l'arte a CastelGiocondo

Viaggio nella Tenuta di Montalcino: un progetto nato nel 1989 con la costante ricerca dell'eleganza nei vini

15-04-2021
CastelGiocondo è la Tenuta di Montalcino della fa

CastelGiocondo è la Tenuta di Montalcino della famiglia Frescobaldi

Entrare nella tenuta CastelGiocondo a Montalcino, proprietà della famiglia Frescobaldi, significa attraversare un mondo a sé stante, un vero paradiso verde che si estende per mille ettari nella zona ad est della denominazione.

Un’oasi felice dove regna il silenzio, dominata e “difesa” dall’antica roccaforte del 1100, costruita a difesa della via che dal mare portava a Siena. Mare che si fa sentire, con una brezza che d’estate porta sollievo agli ospiti della tenuta e che diventa anche un fattore di qualità nel ciclo vitale delle vigne.

La Tenuta si estende su mille ettari, dei quali 187 vitati

La Tenuta si estende su mille ettari, dei quali 187 vitati

Un regno quasi magico, all’interno del quale trova spazio anche il progetto Luce, avviato con il gruppo statunitense di Robert Mondavi e che ora la famiglia Frescobaldi porta avanti in autonomia. Ma questa è un’altra storia.

I vigneti ricoprono 187 ettari di terreno (88 sono dedicati a Luce) e si trovano a un’altitudine di circa 300 metri sul livello del mare, con esposizione a sud ovest e terreni ben drenati: una situazione ideale per il Sangiovese, tanto che indusse la famiglia Frescobaldi nel 1989 ad acquistare la Tenuta CastelGiocondo per trasferire tutta l’esperienza enologica accumulate in generazioni sulla produzione di Brunello di Montalcino.

La cantina di affinamento, nella parte storica

La cantina di affinamento, nella parte storica

Il paletto fondamentale, al di là delle sperimentazioni e delle ricerche, rimane il rispetto dei tempi della vite e del vino: per fare una grande bottiglia la virtù più importante resta la pazienza.

Ne sono due grandi esempi il Brunello di Montalcino CastelGiocondo 2016 e la Riserva Ripe al Convento 2015, nati sotto le buone stelle di due annate eccezionali, anche se con andamenti differenti.

Il CastelGiocondo 2016 è un Brunello che stupisce per equilibrio ed eleganza. Al naso le note fruttate ben si conciliano con sentori balsamici e di erbe aromatiche, con un bouquet ampio e molto piacevole. All’assaggio è un vino che è immediatamente piacevole, lasciando comunque la sensazione che “il meglio deve ancora venire”, con un’ottima potenzialità di affinamento.

Il Brunello di Montalcino Riserva Ripe al Convento 2015 nasce da un piccolo vigneto di Sangiovese situato sul poggio più alto della Tenuta, attorno ai 450 metri. Al naso è forse leggermente più introverso del 2016, ma l’eleganza è una virtù che contraddistingue i vini della famiglia Frescobaldi. I frutti di bosco scuri trovano nelle spezie dolci, nel tabacco, degli amplificatori di sentori. Al sorso è un vino dalla grande profondità: forse meno immediato rispetto al 2016, ma con una struttura importante e con tannini morbidi, ma ben presenti.

La parte nuova della cantina di CastelGiocondo

La parte nuova della cantina di CastelGiocondo

La magia della Tenuta CastelGiocondo viene poi tradotta anche in opere d’arte. Artisti per Frescobaldi è infatti un Premio biennale d’Arte Contemporanea che a ogni edizione coinvolge tre artisti.

Ideato da Tiziana Frescobaldi nel 2012 e curato da Ludovico Pratesi, si collega all’antico mecenatismo della famiglia Frescobaldi che fin dal Rinascimento è stata vicina ai più grandi artisti: ogni anno vengono infatti invitati tre artisti a interpretare la tenuta di CastelGiocondo.

L'opera Les Grandes di Sonia Kacem, vincitrice di Artisti per Frescobaldi nel 2018

L'opera Les Grandes di Sonia Kacem, vincitrice di Artisti per Frescobaldi nel 2018

Poi una giuria specializzata conferisce il premio all’opera che meglio ha saputo racchiudere l’anima della tenuta. I tre artisti realizzano anche il disegno d’un etichetta per un’edizione dedicata, limitata e numerata, di bottiglie di CastelGiocondo Brunello di Montalcino. Parte del ricavato della vendita andrà a sostegno dell’Arte Contemporanea italiana.

Si possono ammirare tutte queste opere proprio a CastelGiocondo, che ha accolto la Collezione Artisti per Frescobaldi nel 2017. Le opere realizzate sono allestite in diversi spazi della tenuta: dalla cantina, al garage, alla sala da pranzo.


Rubriche

In cantina

Storie di uomini, donne e bottiglie che fanno grande la galassia del vino, in Italia e nel mondo