Ristorante Frosio, un’istituzione golosa

Nella Bergamasca, un locale divenuto posto del cuore per ii buongustai. Grazie alla passione dei fratelli Camillo e Paolo

30-07-2017
Gualtiero Spotti ci racconta il ristorante Frosio

Gualtiero Spotti ci racconta il ristorante Frosio ad Almè

Con una storia ormai quasi trentennale (il ristorante è stato inaugurato nell’agosto del 1990), si può ben considerare Frosio come una delle istituzioni della ristorazione d’eccellenza bergamasca. A guidare la brigata di cucina nell’elegante villa posizionata nel centro di Almé, ci sono sempre i fratelli Camillo e Paolo, l’ultima generazione di una famiglia numerosa e che vede anche altri esponenti alla guida di locali di successo (ed è il caso del rinomato Posta di Sant’Omobono Imagna).

Paolo Frosio

Paolo Frosio

Paolo, talento precoce, come sempre si occupa della cucina, dall’alto di una lunga esperienza maturata prima nel dietro le quinte del Dell’Angelo, a Bergamo (era la prima metà degli anni Ottanta), e in seguito con la trasferta statunitense nel ristorante Valentino di Piero Selvaggio. Una volta rientrato ed essere passato attraverso altre brevi esperienze (la principale è quella alla corte di Georges Cogny) a Paolo si è presentata l’opportunità di fare ristorazione in proprio a due passi da casa. Così con il fratello Camillo, esperto di vini, è nato Frosio, un indirizzo destinato a raccogliere, nel giro di due anni dall’apertura, la stella Michelin che mantiene tutt’ora.

La cucina qui parla la lingua della tradizione locale, ma sa destreggiarsi con sicurezza su preparazioni che in qualche modo abbracciano l’intero stivale d’Italia. Ciò grazie alla qualità della materia prima che si manifesta soprattutto sulle carni e i piatti di terra, anche se risultano equilibrate e gustose anche le scelte che pescano, è il caso di dire, dalla cucina di mare.

Certo è difficile resistere alla polenta con lumache in umido, e a tutte quelle delizie che mettono in grande evidenza i prodotti più vicini alla montagna o alla tradizione contadina. Poco importa che si tratti di formaggi, di funghi o degli animali dell’aia: i sapori sono sempre rispettati e i piatti succulenti ma con giudizio.

La discrezione e l’abitudine alla concretezza d’altro canto sono elementi che da sempre sono in cima ai valori proposti dalla famiglia Frosio. Per questo il ristorante ha un posto del cuore tra gli affezionati gourmand orobici. E non solo.

Ristorante Frosio
Piazza Lemine, 1
Almé (Bg)
Tel. 035.541633
www.frosioristoranti.it


Rubriche

East Lombardy

Il racconto delle eccellenze di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova