Grandi chef, ma di marzapane

Da Panella, a Roma, Simone Braghetta ha messo in vetrina statuine edibili che raffigurano i maggiori cuochi italiani

10-04-2017
Gli chef di marzapane da Panella a Roma

Gli chef di marzapane da Panella a Roma

Galleria fotografica

Si sa, ormai è tradizione: quando si avvicina il Natale a Napoli si fa a gara a realizzare la statuina raffigurante il personaggio famoso del momento, da inserire nel presepe e forse più semplicemente per attirare lo scatto del fotografo. Bella e originale, allora, l'iniziativa di Simone Braghetta, patron di Panella in via Merulana a Roma, uno storico forno che da quasi cento anni delizia capitolini e turisti con le proprie profumate e fragranti specialità. Braghetta ha infatti messo in vetrina (non sono in vendita) tante statuette di marzapane raffiguranti i maggiori chef italiani. Un modo simpatico per celebrare la Pasqua e un'eccellenza tricolore.

Ci sono tutti, o quasi. L'elenco comprende Massari, Iaccarino, Bowerman, Bottura, Santini, Barbieri, Cedroni, Oldani, Feolde, Beck, Dandini, Scabin, Colonna, Cracco, Cannavacciuolo, Romito, Marchesi, Uliassi, più il pluripremiato pasticcere romano Attilio Serni. Spiega Braghetta: «Perché ho realizzato queste statuine di marzapane? Il motivo è semplice: se devo pensare a due cose per le quali dobbiamo essere fieri di essere italiani (oltre che per l'Italia stessa e la sua bellezza) mi vengono in mente certamente l'agricoltura con i suoi prodotti e la tavola con i suoi chef, che ben rappresentano la nostra tradizione gastronomica. Mi sembrava dunque carino rendere omaggio alla nostra grande cucina e ai suoi protagonisti».


Rubriche

Dall'Italia

Recensioni, segnalazioni e tendenze dal Buonpaese, firmate da tutti gli autori legati a Identità Golose


Galleria fotografica