Premio Grand Cru, atto quarto

Scatta oggi la nuova edizione del concorso di Birra Moretti dedicato agli chef under 35

12-05-2014
Luigi Salomone, sous chef del ristorante Marennà

Luigi Salomone, sous chef del ristorante Marennà di Sorbo Serpico (Avellino), vincitore nel novembre scorso della terza edizione del Premio Birra Moretti Grand Cru. La quarta rassegna scatta oggi e la prima fase si conclude il 22 luglio. Quest'anno entra in concorso la Birra Moretti Radler, col sapore di limoni al 100% siciliani

Ancora più stimolante e ancora più ricca di novità. E' la quarta edizione del Premio Birra Moretti Grand Cru, che apre le danze oggi. Protagonisti, chef e sous-chef under 35, parti integranti di un appuntamento che ha conquistato sempre più interesse dalla sua prima edizione, anno 2011. Il desiderio di far conoscere la filosofia di cucina e di essere valutati in anonimato hanno creato le giuste premesse per una competizione, che è vissuta come un’occasione per dimostrare di avere talento a una platea di professionisti e addetti ai lavori.

Quest’anno il concorso chiede ai giovani partecipanti di creare piatti gustosi e creativi con una particolare attenzione alla leggerezza e a un uso sapiente dei condimenti. Infatti la scelta delle spezie-erbe aromatiche, indicate nel regolamento, vuole porre l’accento esattamente su questi aspetti oltre che costituire un’ulteriore banco di prova per gli aspiranti alla vittoria. Aglio, cannella, cardamomo, chiodi di garofano, coriandolo, cumino, curcuma, dragoncello, fieno greco, nigella sativa, sesamo nero e zenzero sono i 12 profumi che saranno co-protagonisti delle ricette inviate insieme naturalmente alla birra.

Quest’ultima sarà presente come ingrediente e in abbinamento. I concorrenti potranno scegliere tra almeno una delle referenze della famiglia Birra Moretti ma con una novità. A fianco delle consolidate Birra Moretti, Birra Moretti La Rossa, Birra Moretti Doppio Malto, Birra Moretti Baffo d’Oro, Birra Moretti Zero, Birra Moretti Grand Cru da quest'edizione si inserirà la Birra Moretti Radler, col sapore fresco di limoni al 100% siciliani, con caratteristiche gustative e tecniche colme di spunti e idee interessanti per i nostri chef in gara.

Vediamo nel dettaglio la documentazione richiesta per partecipare al concorso.

Oro, incenso e… birra, uno dei due piatti vincenti di Salomone, un divertente gioco d’autore sulla pizza. In abbinamento e come ingrediente, Birra Moretti Doppio Malto

Oro, incenso e… birra, uno dei due piatti vincenti di Salomone, un divertente gioco d’autore sulla pizza. In abbinamento e come ingrediente, Birra Moretti Doppio Malto

Prima Fase
I giovani under 35 dovranno presentare un piatto salato (primo piatto, secondo piatto – carne, pesce o verdure- o un piatto unico), che contenga al massimo due delle 12 spezie/erbe aromatiche indicate nel regolamento. In questo modo, si dovrà arrivare all’esaltazione massima dell’abbinamento cibo/birra/spezia-erba aromatica. La ricetta presentata dovrà avere in ingrediente e in abbinamento almeno una delle seguenti referenze: Birra Moretti, Birra Moretti La Rossa, Birra Moretti Doppio Malto, Birra Moretti Baffo d’Oro, Birra Moretti Zero, Birra Moretti Grand Cru e Birra Moretti Radler.

La documentazione richiesta prevede:
1. La ricetta con ingredienti e descrizione delle fasi di preparazione
2. Abbinamento spezia/birra
3. Abbinamento piatto/birra
4. Massimo 3 foto del piatto
5. Scheda con i dati personali
6. CV con esperienza professionale e titoli di studio conseguiti

Il tutto dovrà pervenire in forma anonima, ossia inviata separatamente dai dati anagrafici via posta elettronica all’indirizzo claudia.orlandi@magentabureau.it oppure tramite posta ordinaria (Magenta Srl – Premio Birra Moretti Grand Cru, corso Magenta 46 – 20123 Milano) entro e non oltre il 22 luglio.

Seconda fase
Il 26 luglio verranno comunicati i 50 chef under 35, che accederanno alla seconda fase del Premio. Questi ultimi dovranno ideare un dessert, in cui utilizzare una spezia/erba aromatica anche diversa da quella del piatto precedente e sempre con la birra in ingrediente e in abbinamento. Rimane invariata la documentazione che dovrà essere inviata alla segreteria del concorso, entro il 19 settembre. Sarà la giuria a dover prestare maggiore attenzione a questa seconda fase, sia perché preludio della finale sia perché sarà loro compito valutare l’armonia del piatto dolce e salato nell’ottica di un mini-menu.
A ottobre verranno svelati i nomi dei dieci finalisti che potranno sfidarsi per vincere un unico premio del valore complessivo di 10mila euro.

Potranno scegliere tra:
• Un viaggio per due persone a Copenhagen, Parigi, San Sebastian, Alba (Cuneo) e Licata (Agrigento)
• Una fornitura di attrezzature professionali Sirman per la cucina
• Una fornitura d’arredo da tavola da scegliere tra i marchi distribuiti da Caraiba Luxury
• Fornitura di prodotti alimentari per l’alta ristorazione

Il regolamento del concorso può essere scaricato qui.


Rubriche

Primo piano

Gli appuntamenti da non perdere e tutto ciò che è attuale nel pianeta gola