Protagonisti al congresso: Osvaldo Palermo

L'artigiano lombardo sarà uno dei relatori di Identità di Gelato, in programma per sabato 3 marzo. Interverrà alle 14.45

19-02-2018
Osvaldo Palermo insieme alla moglie Antonella è p

Osvaldo Palermo insieme alla moglie Antonella è partito oltre vent’anni fa con una bottega a Cornaredo per la sua avventura nel mondo del gelato di qualità

Le vetrate delle sue tre gelaterie, in provincia di Milano, sono tappezzate dei disegni dei bimbi delle scuole che, periodicamente, vengono ospitati per assistere alla produzione del Fiordipanna. Un gusto semplice e genuino che Osvaldo Palermo ha voluto usare come nome della sua prima gelateria, evocando, sin dall'insegna, la filosofia artigianale alla base delle sue scelte: trasparenza della ricetta e qualità dei prodotti.

Una filosofia cui il gelatiere si mantiene fedele dal 1994 quando, insieme con la moglie Antonella, aprì nella piazza centrale di Cornaredo, a nord ovest di Milano, il primo Fiordipanna, seguendo una passione cui si era avvicinato qualche anno prima quasi per caso.

Ancora ventenne infatti il giovane Palermo, con le idee ancora confuse sul proprio futuro, si ritrovò a lavorare per una grande azienda della gelateria acquisendo una solida formazione. Di pari passo però cresceva la sua curiosità insieme al desiderio di conoscere di più e di provare a sperimentare, da solo, le ricette per un gelato unico e non standardizzato.

Una delle tre gelaterie Fiordipanna

Una delle tre gelaterie Fiordipanna

Così, quando nel 1994, ebbe l'occasione di rilevare una gelateria, Palermo non ci pensò due volte. Da subito il suo diktat è stato trovare ingredienti capaci di caratterizzare il proprio gelato per sapore, struttura e genuinità. La sua ricerca è passata dall'utilizzo di materie prime certificate, latte fresco intero italiano Alta qualità, panna fresca della Centrale del latte di Milano e materie prime nobili.

Una consuetudine che lo ha accompagnato anche nell'apertura del secondo Fiordipanna, nel 2006 a Bollate insieme ai cognati Alessandro e Ornella, e 8 anni dopo della terza gelateria ad Arese.

Oggi come allora, il gelato proposto da Osvaldo Palermo nasce dall'idea di offrire gusti in cui i sapori si distinguano nettamente l'uno dall'altro con l'utilizzo di ingredienti nobili accostati a frutta fresca e secca, spezie, creme e salse.

Dai gelati di Osvaldo Palermo sono banditi grassi vegetali idrogenati, olio di palma, conservanti, coloranti e semilavorati. Una filosofia che gli è valsa l'attitudine ad allineare riconoscimenti. Provare per credere il gelato allo Zabajone al moscato di Scanzo con biscotto integrale alla fava di Tonka, al Mascarpone con salsa di caramello croccante al caffè o Mandorla e arancia.


Rubriche

IG2018: il fattore umano

Tutto sull’edizione 2018 di Identità Golose, a Milano da sabato 3 a lunedì 5 marzo. Il tema della quattordicesima edizione sarà “Il fattore umano”