Identità Expo

Dossier Corea

A Seul tra cibi fermentati, mercati pittoreschi e insegne contemporanee. Un viaggio in 65 foto

Radici di ginseng accatastate a Noryangin, il più grande mercato di pesce e verdure di Seul. La cucina della megalopoli asiatica è al centro dell’attenzione mondiale per lo spazio che dedica da sempre al cibo fermentato. E per una generazione di giovani grandi cuochi che stanno ridefinendo la grammatica gastronomica del paese. Siamo andati a scoprirli (foto e fotogallery di Gabriele Zanatta)

Radici di ginseng accatastate a Noryangin, il più grande mercato di pesce e verdure di Seul. La cucina della megalopoli asiatica è al centro dell’attenzione mondiale per lo spazio che dedica da sempre al cibo fermentato. E per una generazione di giovani grandi cuochi che stanno ridefinendo la grammatica gastronomica del paese. Siamo andati a scoprirli (foto e fotogallery di Gabriele Zanatta)

Fermentazione, tutti ne parlano. Si sono accorti che esiste un lato B della cucina espressa. Che le materie prime scaldate dopo essere state colte o pescate non sono per forza più buone di quelle messe a riposare per mesi (o anni) a contatto col "fuoco freddo" dei batteri (brillante definizione dello scrittore americano Michael Pollan). Un istinto eterno che ora è oggetto di riflessioni che vanno oltre il significato iniziale della tecnica, nata per prolungare la longevità di un certo alimento in climi rigidi o carestia.

a cura di Gabriele Zanatta

Leggi | 26-05-2015 | Zanattamente buono

I ribelli fiamminghi/2

Cinque domande a Deceuninck e Tournier, i cuochi delle Fiandre che cucinano stasera a Identità Expo

Frederik Deceuninck, chef del ristorante Sel Gris di Duinbergen e Jan Tournier, chef della Cuchara di Lommel. Sono i cuochi che cucinano stasera a Identità Expo, secondo appuntamento con la cucina delle Fiandre, dopo quello di Thomas Locus e Tim Boury ieri. (Costo 75 euro, vini compresi. Per le prenotazioni, email expo@magentabureau.it oppure telefono +39.02.62012701, foto Brambilla/Serrani)

Frederik Deceuninck, chef del ristorante Sel Gris di Duinbergen e Jan Tournier, chef della Cuchara di Lommel. Sono i cuochi che cucinano stasera a Identità Expo, secondo appuntamento con la cucina delle Fiandre, dopo quello di Thomas Locus e Tim Boury ieri. (Costo 75 euro, vini compresi. Per le prenotazioni, email expo@magentabureau.it oppure telefono +39.02.62012701, foto Brambilla/Serrani)

Dopo la cena di Thomas Locus e Tim Boury (intervistati ieri), le Fiandre raddoppiano questa sera con Jan Tournier, chef della Cuchara di Lommel e Frederik Deceuninck, chef del ristorante Sel Gris di Duinbergen. Abbiamo sottoposto anche loro, come i due colleghi, al nostro test delle cinque domande. Prima però estrapoliamo dalla chiaccherata un concetto importante espresso da Tim Boury, condiviso da tutti e 4 i nostri cuochi: «Si fa un gran parlare di Nuova cucina nordica, ma in Belgio abbiamo la stessa qualità di ingredienti. Carne fantastica, pesce tra i migliori al mondo, per struttura e freschezza. E grandissimi scampi».

a cura di Gabriele Zanatta

Leggi | 26-05-2015 | 10:00 | Identità Expo

I ribelli fiamminghi/1

Cinque domande a Thomas Locus e Tim Boury, i cuochi delle Fiandre che cucinano stasera

I cuochi fiamminghi che cucinano questa sera: da destra Thomas Locus (chef del Bistro Margaux di Sint-Martens-Bodegem) e Tim Boury (chef del Boury di Roseleare). Alla loro sinistra, i loro sous chef Dean Masschelein e Lukas Moonens. (Costo 75 euro, vini compresi. Per le prenotazioni, email aexpo@magentabureau.it oppure telefono +39.02.62012701, foto Brambilla/Serrani)

I cuochi fiamminghi che cucinano questa sera: da destra Thomas Locus (chef del Bistro Margaux di Sint-Martens-Bodegem) e Tim Boury (chef del Boury di Roseleare). Alla loro sinistra, i loro sous chef Dean Masschelein e Lukas Moonens. (Costo 75 euro, vini compresi. Per le prenotazioni, email aexpo@magentabureau.it oppure telefono +39.02.62012701, foto Brambilla/Serrani)

Non vediamo l’ora di cenare questa sera alla prima delle due cene fiamminghe de i ribelli delle Fiandre (dettagli qui). Nell’attesa abbiamo ingannato il tempo sentendo ognuno dei quattro cuochi, sottoponendo loro le stesse cinque domande. Un buon pretesto per conoscerli meglio.

a cura di Gabriele Zanatta

Leggi | 25-05-2015 | Identità Expo

Per Kavcic tutto fa brodo

Lo sloveno a Identità Expo da mercoledì a domenica. Ecco il suo menu in anteprima

Esordio mercoledì a Identità Expo per  Tomaž Kavcic, chef sloveno (viene da Vipacco) di enorme estro. Sarà a Milano fino a domenica sera, è possibile prenotare il pranzo o la cena mandando una mail al seguente indirizzo: expo@magentabureau.it, oppure telefonando al +39.02.62012701. Il costo è sempre di 75 euro per quattro portate, comprensivi di abbinamento vini. Solo la domenica a pranzo Kavcic si cimenterà in un quattro mani con Gianfranco Pascucci: cinque portate in tutto, a 90 euro, sempre vini compresi

Esordio mercoledì a Identità Expo per Tomaž Kavcic, chef sloveno (viene da Vipacco) di enorme estro. Sarà a Milano fino a domenica sera, è possibile prenotare il pranzo o la cena mandando una mail al seguente indirizzo: expo@magentabureau.it, oppure telefonando al +39.02.62012701. Il costo è sempre di 75 euro per quattro portate, comprensivi di abbinamento vini. Solo la domenica a pranzo Kavcic si cimenterà in un quattro mani con Gianfranco Pascucci: cinque portate in tutto, a 90 euro, sempre vini compresi

Tutto fa brodo, specie se di manzo, sembra suggerirci Tomaž Kavcic, primo protagonista straniero di “Italian & International Best chefs”, i migliori chef del mondo che cucinano a Identità Expo. Lo sloveno del gostilna Pri Lojzetu nella villa Zemono, nominato già nel 1897 come buon rifugio per i viandanti affamati, ha le idee ben chiare. Per i suoi cinque giorni alla guida delle cucine targate Identità, da mercoledì a domenica 31 maggio, sia a pranzo che a cena (ma il pranzo della domenica sarà un quattro mani, con un mago del pesce, Gianfranco Pascucci da Fiumicino), punta tutto sul brodo di manzo.

a cura di Carlo Passera

Leggi | 25-05-2015 | 10:00 | Identità Expo

Expo e cucina, passioni di Samya

La Abbary a Identità: l'Esposizione una grande occasione per propagandare le nostra eccellenza

Samya Abbary l'altro giorno al padiglione marocchino, prima di pranzare a Identità Expo. A settembre riprende la sua rubrica di cucina ogni giorno, da lunedì al venerdì, su Canale 5, nell'ambito della trasmissione Mattino 5 (foto Expo 2015/Daniele Mascolo)

Samya Abbary l'altro giorno al padiglione marocchino, prima di pranzare a Identità Expo. A settembre riprende la sua rubrica di cucina ogni giorno, da lunedì al venerdì, su Canale 5, nell'ambito della trasmissione Mattino 5 (foto Expo 2015/Daniele Mascolo)

Samya Abbary è un volto noto della televisione italiana. Già modella, oggi attrice e conduttrice, è ben nota anche tra i buongustai poiché firma da anni la rubrica quotidiana di Mattino 5 dedicata alla cucina. Nel 2012 Mondadori ha anche pubblicato un suo libro, “Le ricette di Samya in salsa piccante”. La Abbary qualche giorno fa era a pranzare a Identità Expo.

Leggi | 25-05-2015 | Identità Expo

Dalle Fiandre con furore

Lunedì e martedì a Identità Expo due grandi cene con le nuove stelle della cucina fiamminga

Thomas Locus, chef del Bistro Margaux a Sint-Martens-Bodegem, è uno dei 22 Flanders Kitchen Rebels, cuochi fiamminghi under 35 che stanno rinnovando la gastronomia delle Fiandre. Sarà uno dei quattro protagonisti delle due cene di lunedì e martedì prossimi a Identità Expo 

Thomas Locus, chef del Bistro Margaux a Sint-Martens-Bodegem, è uno dei 22 Flanders Kitchen Rebels, cuochi fiamminghi under 35 che stanno rinnovando la gastronomia delle Fiandre. Sarà uno dei quattro protagonisti delle due cene di lunedì e martedì prossimi a Identità Expo 

Quattro straordinari e giovani protagonisti della new-wave culinaria nelle Fiandre stanno per sbarcare a Identità Expo. Continua così la collaborazione di Identità Golose con Visit Flandres - Ente del turismo fiammingo, dopo che le Fiandre sono state la nazione ospite del congresso 2013 di Identità Milano. Lunedì 25 e martedì 26 maggio ospiteremo dunque una rappresentanza dei Flanders Kitchen Rebels, un gruppo di 22 chef, tutti con meno di 35 anni di età, uniti da una comune passione per la gastronomia e le eccellenti materie prime della loro terra d'origine.

a cura di Niccolò Vecchia

Leggi | 24-05-2015 | Identità Expo

La prima volta dell'Ecuador

La nazione sudamericana ha deciso di debuttare con un proprio padiglione a Expo Milano 2015

I colori tipici dei tessuti dell'Ecuador adornano il padiglione del paese Sudamericano

I colori tipici dei tessuti dell'Ecuador adornano il padiglione del paese Sudamericano

Non è certamente uno dei più imponenti o grandi: però il padiglione dell'Ecuador è una bella e importante novità per questa edizione di Expo Milano 2015, in quanto si tratta della prima volta in cui il paese sudamericano ha deciso di investire sull'Esposizione per partcipare con un proprio spazio indipendente. "Discover OuR-Evolution" è il tema, il concetto, che anima questo coloratissimo parallelepipedo, che cattura per i suoi toni sgargianti lo sguardo dei visitatori che passeggiano sul Decumano.

a cura di Niccolò Vecchia

Leggi | 25-05-2015 | Tutto Expo

Ambra: la mia cucina? E' fusion

L'attrice a Identità Expo per il superpranzo Cracco-Colagreco: «E ho pure i figli gourmet»

Ambra Angiolini ieri sulla terrazza di Identità Expo, al termine del pranzo firmato Carlo Cracco e Mauro Colagreco

Ambra Angiolini ieri sulla terrazza di Identità Expo, al termine del pranzo firmato Carlo Cracco e Mauro Colagreco

Ambra Angiolini, con i suoi due figli, capita a Identità Expo per caso proprio nel giorno in cui le cucine sono dominate da una coppia inedita e gettonatissima, quella formata da Carlo Cracco e Mauro Colagreco. «Adoro Cracco – racconta – Per i miei bambini è quasi un mito». Promettono bene, Iolanda e Leonardo, rispettivamente 9 e 11 anni: «Li abituo a sperimentare, a non spaventarsi di fronte a qualcosa di diverso – sottolinea la madre - Al ristorante niente pasta al pomodoro o cotoletta con patate, ma i piatti della carta. Oggi erano con me al tavolo, menu degustazione per tutti, mi stavano sorprendendo con commenti precisi, puntuali. E’ arrivato lo chef: “Ma non mangerete mica il menu per bambini?!?”. E loro orgogliosi: “Noooooo!”. E’ stato divertente».

Leggi | 24-05-2015 | Identità Expo

In difesa del pane bianco

Roberta Pezzella va controcorrente, a Identità Naturali: «Non fa male, basta saperlo preparare»

Come preparare un buon pane bianco? Intanto bisogna comprarlo da un fornaio capace, non certo farselo in casa. Allora non farà certo male, anzi. Lo afferma Roberta Pezzella, maga dei lievitati al Panificio Bonci (in via Trionfale 36 a Roma. Tel. +39.06.39734457) e ieri a Identità Naturali

Come preparare un buon pane bianco? Intanto bisogna comprarlo da un fornaio capace, non certo farselo in casa. Allora non farà certo male, anzi. Lo afferma Roberta Pezzella, maga dei lievitati al Panificio Bonci (in via Trionfale 36 a Roma. Tel. +39.06.39734457) e ieri a Identità Naturali

«Il pane deve essere grande», grida Roberta Pezzella. E buono. E sano. E bianco, perché no? Contro il mormorio della vita moderna, contro dicerie diffuse, contro i consigli di medici alla Guido Tersilli, ecco alzarsi l’obiezione della “Cenerentola che è finita in cucina “ (cit. Andrea Cuomo), anzi davanti al forno, che è quello del Panificio Bonci a Roma. E non la manda certo a dire: «Maledetto chi boicotta il pane». E chi, per ignoranza, induce le mamme a credere che faccia tanto male ai loro pargoli: «Macché, tutte sciocchezze».

a cura di Carlo Passera

Leggi | 23-05-2015 | Identità Expo

Doppio Sadler a Identità Expo

La settimana inizia alla grande: lunedì e martedì due imperdibili pranzi dello chef milanese

Un grande chef per due appuntamenti ad altissima qualità. Lunedì 25 e martedì 26 maggio, solo a pranzo, sarà Claudio Sadler, dell’omonimo ristorante milanese, a dominare i fornelli di Italian Contemporary Chefs, la sezione di Identità Expo che passa in rassegna i migliori nomi della cucina tricolore. I pranzi a Identità Expo sono dalle 12.30 alle 15.30 e costano 75 euro, vini inclusi. Per prenotazioni si può scrivere a expo@magentabureau.it oppure telefonare allo +39.02.62012701

Un grande chef per due appuntamenti ad altissima qualità. Lunedì 25 e martedì 26 maggio, solo a pranzo, sarà Claudio Sadler, dell’omonimo ristorante milanese, a dominare i fornelli di Italian Contemporary Chefs, la sezione di Identità Expo che passa in rassegna i migliori nomi della cucina tricolore. I pranzi a Identità Expo sono dalle 12.30 alle 15.30 e costano 75 euro, vini inclusi. Per prenotazioni si può scrivere a expo@magentabureau.it oppure telefonare allo +39.02.62012701

Claudio Sadler, di padre trentino e mamma friulana, è un grande professionista molto radicato nella sua Milano. In tanti anni di lavoro ha raccolto uno straordinario curriculum: ha esordito a Pavia nel 1982, alla Locanda Vecchia Pavia mentre in contemporanea, in estate, gestiva il Vela Blu a Portisco in Costa Smeralda; nel 1986 è arrivato all'Osteria di Porta Cicca di Ripa di Porta Ticinese a Milano, dove ha conquistato la sua prima stella Michelin (1991). Nel 1995 apre il ristorante Sadler, nella sua prima sede di via Troilo, dove rimane per 11 anni ottenendo la seconda stella (2002). Dal 2007 si è trasferito invece nella sua attuale sede, in via Ascanio Sforza 77.

a cura di Niccolò Vecchia

Leggi | 23-05-2015 | 14:00 | Identità Expo
Identità Expo - Cartella Stampa

Alessandro Siani: Expo per sempre

Il comico pranza a Identità, elogia la brigata e poi racconta: «I padiglioni? Non li smantellerei»

Alessandro Siani ieri nelle cucine di Identità Expo tra il cuoco Michele Citro, della brigata di Andrea Ribaldone, e Arianna Pastore, che collabora a sua volta con lo chef de I Due Buoi di Alessandria

Alessandro Siani ieri nelle cucine di Identità Expo tra il cuoco Michele Citro, della brigata di Andrea Ribaldone, e Arianna Pastore, che collabora a sua volta con lo chef de I Due Buoi di Alessandria

Leggi | 23-05-2015 | Identità Golose | Identità Expo

Gilmozzi, l'anti-starchef

A Identità di Pasta prepara delle splendide linguine di farro che sanno di bosco e di magia

Alessandro Gilmozzi, de El Molin di Cavalese (piazza Cesare Battisti 11, tel. +39.0462.340074), è stato il protagonista ieri a Identità di Pasta, la sezione d'Identità Expo dedicato al cibo più amato dagli italiani. 

Alessandro Gilmozzi, de El Molin di Cavalese (piazza Cesare Battisti 11, tel. +39.0462.340074), è stato il protagonista ieri a Identità di Pasta, la sezione d'Identità Expo dedicato al cibo più amato dagli italiani. 

Leggi | 23-05-2015 | Carlo Passera | Identità Expo

Superpranzo Cracco-Colagreco

Il masterchef italiano e il bistellato argentino protagonisti domenica a Identità Expo. Il menu

Pranzo speciale, domenica 24 maggio, a Identità Expo. Protagonisti saranno due grandissimi della cucina mondiale, l'italiano Carlo Cracco e l'argentino Mauro Colagreco. Hanno studiato un inedito menu a quattro mani; è possibile prenotarlo (il costo è di 90 euro, vini compresi, per il menu di cinque portate) mandando una mail al seguente indirizzo: expo@magentabureau.it, Oppure telefonando al +39.02.62012701

Pranzo speciale, domenica 24 maggio, a Identità Expo. Protagonisti saranno due grandissimi della cucina mondiale, l'italiano Carlo Cracco e l'argentino Mauro Colagreco. Hanno studiato un inedito menu a quattro mani; è possibile prenotarlo (il costo è di 90 euro, vini compresi, per il menu di cinque portate) mandando una mail al seguente indirizzo: expo@magentabureau.it, Oppure telefonando al +39.02.62012701

Leggi | 21-05-2015 | Carlo Passera | Identità Expo

La cucina del tempio di Seul

In Corea del Sud, per scoprire la dieta millenaria delle monache buddiste. Di incredibile attualità

La venerabile monaca buddista Gye-Ho davanti a decine di onggi, i recipienti della tradizione coreana che contengono alimenti fermentati e marinati. E' il momento più emozionante della nostra visita al tempio di Jingwansa, alle porte di Seul. Una giornata dedicata a scoprire i segreti millenari della cucina buddista coreana

La venerabile monaca buddista Gye-Ho davanti a decine di onggi, i recipienti della tradizione coreana che contengono alimenti fermentati e marinati. E' il momento più emozionante della nostra visita al tempio di Jingwansa, alle porte di Seul. Una giornata dedicata a scoprire i segreti millenari della cucina buddista coreana

Leggi | 22-05-2015 | Gabriele Zanatta | Zanattamente buono

I tanti climi della Colombia

Il padiglione colombiano a Expo propone un viaggio attraverso i diversi piani termici del paese

Fin dal primo giorno di Expo Milano 2015 il padiglione colombiano, disegnato da Manuel Villa Arquitectos di Bogotà insieme allo Studio Cardenas Conscious Design di Milano, ha stimolato la curiosità dei visitatori, che formano quasi costantemente delle piccole (e veloci) code sulla scala che conduce all'ingresso

Fin dal primo giorno di Expo Milano 2015 il padiglione colombiano, disegnato da Manuel Villa Arquitectos di Bogotà insieme allo Studio Cardenas Conscious Design di Milano, ha stimolato la curiosità dei visitatori, che formano quasi costantemente delle piccole (e veloci) code sulla scala che conduce all'ingresso

Leggi | 22-05-2015 | 10:00 | Niccolò Vecchia | Tutto Expo

Una serata vegetariana taglia XXL

A Pescara un lunedì scandito da nutrizioniste, giornaliste grintose, cuoche naturali e un attore

Uno scatto bello e singorlare scattato durante la presentazione di XXL, 50 piatti che hanno allargato la mia vita allo Spaziodipaolo a Spoltore vicino a Pescara. Da sinistra verso destra: la chef Cinzia Mancini, l'autore del libro Paolo Marchi, l'altra chef che ha ingolosito i presenti, Emanuela Tommolini, e il padrone di casa Mario Di Paolo

Uno scatto bello e singorlare scattato durante la presentazione di XXL, 50 piatti che hanno allargato la mia vita allo Spaziodipaolo a Spoltore vicino a Pescara. Da sinistra verso destra: la chef Cinzia Mancini, l'autore del libro Paolo Marchi, l'altra chef che ha ingolosito i presenti, Emanuela Tommolini, e il padrone di casa Mario Di Paolo

Leggi | 22-05-2015 | Paolo Marchi | XXL Marchi

Grande Italia a Seul

Massimo Bottura e Giorgio Nava entusiasmano i giovani cuochi a congresso in Corea del Sud

Massimo Bottura e la calca dei giovani colleghi coreani al termine della lezione tenuta al Seul Gourmet Festival questa mattina (l'alba in Italia). Il modenese ha tenuto alto il valore della nostra cucina assieme al collega Giorgio Nava, milanese trasferito da tempo a Capetown in Sudafrica. Con loro, c'erano anche Jordi Roca, Alain Coumont, Pascal Lorange e Juan Amador

Massimo Bottura e la calca dei giovani colleghi coreani al termine della lezione tenuta al Seul Gourmet Festival questa mattina (l'alba in Italia). Il modenese ha tenuto alto il valore della nostra cucina assieme al collega Giorgio Nava, milanese trasferito da tempo a Capetown in Sudafrica. Con loro, c'erano anche Jordi RocaAlain CoumontPascal Lorange e Juan Amador

Leggi | 21-05-2015 | Gabriele Zanatta | Dal Mondo

Il Nord a Milano

Danimarca, Norvegia, Finlandia e Svezia da oggi insieme per la seconda edizione di BeNordic

I paesi nordici migrano a Sud per BeNordic, rassegna di cultura ed enogastronomica scandinava inaugurata con un'anteprima ieri sera, che si terrà a Milano dal 22 al 24 maggio nello spazio espositivo Bou-Tek a due passi dal Duomo

I paesi nordici migrano a Sud per BeNordic, rassegna di cultura ed enogastronomica scandinava inaugurata con un'anteprima ieri sera, che si terrà a Milano dal 22 al 24 maggio nello spazio espositivo Bou-Tek a due passi dal Duomo

Leggi | 21-05-2015 | Valeria Senigaglia | Dall'Italia

Tanto Pepe per la pizza del futuro

L'uomo di Caiazzo racconta a Identità Expo la formula del suo successo: territorio + tecnica

Franco Pepe ieri a Identità Expo. Lui è uno dei re della pizza, con Pepe in Grani, aperto nell'ottobre 2012 nella sua Caiazzo, provincia di Caserta (tel. +39.0823.862718)

Franco Pepe ieri a Identità Expo. Lui è uno dei re della pizza, con Pepe in Grani, aperto nell'ottobre 2012 nella sua Caiazzo, provincia di Caserta (tel. +39.0823.862718)

Leggi | 21-05-2015 | Carlo Passera | Identità Expo

Acrilammidi free: ecco come

Tre ricette a basso contenuto di pericolosi ammidi dell'acido acrilico: chips di patate, pane e cracker

Queste Patatine in sfoglia con erbe e pepe rosa sono, come anche per le altre foto che accompagnano l'articolo di Lisa Casali, ricette di Daniela Cicioni a basso contenuto di acrilammidi. Un tema di cui si parla troppo poco e che invece ha una grande importanza

Queste Patatine in sfoglia con erbe e pepe rosa sono, come anche per le altre foto che accompagnano l'articolo di Lisa Casali, ricette di Daniela Cicioni a basso contenuto di acrilammidi. Un tema di cui si parla troppo poco e che invece ha una grande importanza

Leggi | 20-05-2015 | 19:00 | Lisa Casali | Naturalmente

Il capolavoro Del Duca

Lo chef ciociaro conferma il suo gran talento presentando un piatto da applausi a Identità Expo

Il piatto preparato da Davide Del Duca, giovane chef della romana Osteria Fernanda, che ha da poco cambiato sede, aprendone una nuova, sempre a Porta Portese ma più ampia (e paradossalmente con meno coperti, «così possiamo seguire meglio il cliente») in via Monte Crescenzo 18, tel. +39.347.4459593

Il piatto preparato da Davide Del Duca, giovane chef della romana Osteria Fernanda, che ha da poco cambiato sede, aprendone una nuova, sempre a Porta Portese ma più ampia (e paradossalmente con meno coperti, «così possiamo seguire meglio il cliente») in via Monte Crescenzo 18, tel. +39.347.4459593

Leggi | 20-05-2015 | Carlo Passera | Identità Expo

Caraiba: semplicità e buon gusto

Storia di un partner storico di Identità Golose, che è al nostro fianco anche sulle tavole dell'Expo

Cristina Franceschetti e Alessandro Guidi hanno fondato la Caraiba nel 1993. Decisi a cambiare vita e determinati nel creare un progetto che li rappresentasse a pieno, hanno lasciato le loro attività professionali nel settore dell’agroalimentare e hanno iniziato a selezionare i migliori bicchieri e a distribuirli al top della ristorazione italiana

Cristina Franceschetti e Alessandro Guidi hanno fondato la Caraiba nel 1993. Decisi a cambiare vita e determinati nel creare un progetto che li rappresentasse a pieno, hanno lasciato le loro attività professionali nel settore dell’agroalimentare e hanno iniziato a selezionare i migliori bicchieri e a distribuirli al top della ristorazione italiana

Leggi | 20-05-2015 | Identità Golose | Identità Expo

Godia(moci) il menu di Scarello

Dal borgo alle porte di Udine a Identità Expo: ecco i piatti che potremo gustare fino a domenica

Il Vitello al rosa, acciughe e salsa d’uovo soffice (abbinamento con un lambrusco reggiano secco, il Quercioli 2014 di Medici Ermete): uno dei piatti che Emanuele Scarello ha studiato per Identità Expo, da mercoledì a domanica prossimi, sia a pranzo che a cena, eccetto il pranzo di domenica (info e prenotazioni per il menu di quattro portate con altrettanti calici di vino abbinati: expo@magentabureau.it. Oppure telefonare al +39.02.62012701). La foto è di Gianni Antoniali, tratta dal recente libro Scarello (editore Italian Gourmet, 240 pp, 69 euro)

Il Vitello al rosa, acciughe e salsa d’uovo soffice (abbinamento con un lambrusco reggiano secco, il Quercioli 2014 di Medici Ermete): uno dei piatti che Emanuele Scarello ha studiato per Identità Expo, da mercoledì a domanica prossimi, sia a pranzo che a cena, eccetto il pranzo di domenica (info e prenotazioni per il menu di quattro portate con altrettanti calici di vino abbinati: expo@magentabureau.it. Oppure telefonare al +39.02.62012701). La foto è di Gianni Antoniali, tratta dal recente libro Scarello (editore Italian Gourmet, 240 pp, 69 euro)

Leggi | 19-05-2015 | Carlo Passera | Identità Expo

Il cibo è cultura, noi la difendiamo

Bona Frescobaldi, ospite di Identità Expo, spiega il suo impegno per la difesa del nostro patrimonio

Bona Frescobaldi, al centro della foto, l'altro giorno durante il pranzo dei Friends of Fai a Identità Expo, chef era Antonia Klugmann

Bona Frescobaldi, al centro della foto, l'altro giorno durante il pranzo dei Friends of Fai a Identità Expo, chef era Antonia Klugmann

Leggi | 19-05-2015 | Identità Golose | Tutto Expo

Maestro Ichikawa, che lezione!

Lo chef di Iyo a Identità Expo con nuova brigata e Claudio Liu. In attesa del suo duetto con Cedroni

Al centro, il maestro Haruo Ichikawa circondato dai suoi principali collaboratori, Masaki Okada e Hiroshi Noda. Lo chef di Iyo, locale stellato di via Piero della Francesca 74, a Milano (tel: +39.02.45476898) e gestito da Claudio Iyo, è stato protagonista della lezione di ieri pomeriggio a Identità Expo. E tornerà nella stessa cucina per il pranzo a quattro mani di domenica 7 giugno, insieme a Moreno Cedroni (cinque portate con abbinamento vini a 90 euro. Per prenotare expo@magentabureau.it o +39 02 62012701)

Al centro, il maestro Haruo Ichikawa circondato dai suoi principali collaboratori, Masaki Okada e Hiroshi Noda. Lo chef di Iyo, locale stellato di via Piero della Francesca 74, a Milano (tel: +39.02.45476898) e gestito da Claudio Iyo, è stato protagonista della lezione di ieri pomeriggio a Identità Expo. E tornerà nella stessa cucina per il pranzo a quattro mani di domenica 7 giugno, insieme a Moreno Cedroni (cinque portate con abbinamento vini a 90 euro. Per prenotare expo@magentabureau.it o +39 02 62012701)

Leggi | 19-05-2015 | 10:00 | Carlo Passera | Identità Expo
Grana Padano Home
S.Pellegrino Home sopra indice
Lavazza Home
Birra Moretti Home
Monograno Felicetti Home
Petra Molino Quaglia Home
Expo IG2015 Host home Caraiba
marchi di gola nuova cucina italiana ADConvivio