Guida di Identità, arriva la decima

Da oggi online su www.guidaidentitagolose.it 786 insegne da 36 paesi, 13 giovani stelle e 105 firme

14-11-2016
E' online da oggi, 14 novembre 2016, all'i

E' online da oggi, 14 novembre 2016, all'indirizzo www.guidaidentitagolose.it, la seconda edizione interamente online (la decima in assoluto) della Guida ai Ristoranti di Identità Golose 2017. «In tanti», scrive Paolo Marchi in “Digitali e felici”, la fresca introduzione alla Guida 2017 «ci chiedono se siamo contenti. Eccome se lo siamo. Ci sentiamo come quelli che un secolo fa trasformarono per primi le loro stazioni di posta in garage e pompe di benzina»

Sono passati 12 mesi esatti dalla prima edizione dalla Guida ai Ristoranti d’Italia, Europa e Mondo di Identità Golose che oggi è il giorno di presentare la seconda. E' la decima edizione in assoluto, 8 “di carta” e 2 online. Una guida consultabile interamente online, gratis e pubblica. Una scelta importante, che un anno dopo rivendichiamo e rilanciamo.

«In tanti», scrive Paolo Marchi in “Digitali e felici”, la fresca introduzione alla Guida 2017, condividendo il pensiero del socio Claudio Ceroni di Magentabureau, «ci chiedono se siamo contenti, soddisfatti della scelta fatta alla vigilia di Expo Milano 2015. Eccome se lo siamo. Ci sentiamo come quelli che un secolo fa trasformarono per primi le loro stazioni di posta in garage e pompe di benzina».

Appena dopo, un concetto importante: «Non è solo una questione di correggere eventuali refusi, di sistemare il testo scritto per un certo locale finito sotto una diversa insegna, scrivere bene un nome storpiato. È molto di più anche a livello di schede. Puoi aggiungerne una e spegnerne due quando è necessario, puoi sistemare il testo in corsa. Una guida in rete non invecchia mai e questo ha cambiato il modo di pensare e di lavorare di tutti noi… E’ davvero tutta un’altra cosa, un modo di agire al passo dei tempi, più giornalistico e completo. Ci piace terribilmente. Anche perché siamo stati i primi in Italia a compiere il grande salto dalle rotative al virtuale e di certo tra i primissimi nel mondo».

Infine, «Ci è piaciuto moltissimo anche il 2016 perché segue un 2015 caratterizzato dall’Expo di Milano, da un’annata dominata in tutta Italia da una forte attenzione al cibo in ogni sua forma. Finiti i 6 mesi dell’Esposizione Universale si poteva registrare una flessione nell’interesse generale. Invece non è stato così. C’è una maggiore consapevolezza verso il mondo della ristorazione, della sostenibilità e della salute».

Quattrodici le Storie di Gola firmate da 15 donne

Quattrodici le Storie di Gola firmate da 15 donne

Cerchiamo di riassumere qui i dati più sintetici e indicativi della Guida 2017:

- Al mattino di lunedì 14 novembre (specifica temporale necessaria perché ogni giorno, o quasi, le cifre cambiano), i ristoranti recensiti sono 786: 545 in Italia e 241 nel mondo. L’anno scorso le cifre dicevano rispettivamente: 694, 483  e 211. Considerazione: gli spazi online non hanno un limite; non esistendo una gabbia o un numero di pagine entro cui stare per forza, si possono aggiungere le schede di tutti i ristoranti meritevoli, senza dover fare dolorose selezioni.

- La Lombardia è la regione italiana col maggior numero di schede: 117 di cui 64 solo a Milano. Segnaliamo la vivacità di Piemonte e Toscana al nord e di Puglia e Sicilia al Sud: si mangia sempre meglio e in un numero di città sempre maggiore del paese.

- All’estero (35 i paesi recensiti), recitano la parte del leone città come Barcellona, Londra, New York, Parigi.

- Le schede dei 786 locali recensiti sono firmate da 90 collaboratori: trovate qui nomi e profili di ciascuno di loro. Il nostro grazie è per loro per tutta la redazione interna: Silvia Crippa, Chiara Nicolini, Marta Viganò, Slawka G. Scarso, Manuel Crippa ed Elia Bogani.

Tre delle Giovani stelle premiate nell'edizione 2017: il piemontese Matteo Baronetto, la siciliana Martina Caruso e il peruviano Virgilio Martinez

Tre delle Giovani stelle premiate nell'edizione 2017: il piemontese Matteo Baronetto, la siciliana Martina Caruso e il peruviano Virgilio Martinez

- Le giovani stelle 2017, tutte cuoche e cuochi sotto i 40 anni di età, sono: Matteo Baronetto (il miglior chef), Martina Caruso (la migliore chef), Virgilio Martinez (il miglior chef straniero), Claudio Catino (il miglior sous-chef), Andrea Tortora (il miglior chef pasticciere), Diego Rossi (birra in cucina), ristorante Zuma di Roma (la migliore carta dei vini e distillati), Gianni Sinesi (il miglior sommelier), Barbara Manoni (il miglior maître), Metamorfosi di Roy Caceres (il miglior cestino del pane), Floriano e Giovanni Pellegrino (la sorpresa dell’anno), Ryan King (il miglior food writer) e gli Abbruzzino (la famiglia). Online c’è l’albo d’oro dei 105 premi assegnati nelle 9 edizioni precedenti.

- Le Storie di Gola 2017, gli indirizzi delle città del cuore di cuochi e giornalisti sono 14 e tutte firmate da penne femminili: Milano di Sandra Ciciriello e Viviana Varese, East Lombardy di Annalisa Cavaleri, Lucca di Anna Morelli, Roma di Laura Mantovano, Napoli di Barbara Guerra, Bari di Sonia Gioia, Parigi di Alessandra Pierini, Londra di Luciana Bianchi, Tel Aviv di Fabiana Magrì, Kiev di Marina Mayevska, Chicago di Sarah Grueneberg, San Francisco di Camilla Baresani, Lima di Sara Porro e Manila di Margarita Forés.

Leggi anche
Guida IG 2016: il futuro è adesso


Rubriche

Primo piano

Gli appuntamenti da non perdere e tutto ciò che è attuale nel pianeta gola