Tutti i nomi di Identità Future

Grandi chef, grandi sponsor: una rapida carrellata dei protagonisti del nuovo format a Host Milano

22-10-2015
Gli chef che saranno impegnati nei cinque pranzi d

Gli chef che saranno impegnati nei cinque pranzi di Identità Future. Dall'alto a sinistra e in senso orario, Davide Scabin, Domenico della Salandra, Gianluca Fusto, Elio Sironi, Andrea Ribaldone con Domenico Schingaro, Cesare Battisti

Ancora poche ore e domattina prenderà il via la prima edizione di Identità Future, il nuovo format studiato da Identità Golose all’interno di Host, a Fiera Milano. Nella cinque giorni congressuale, da venerdì 23 a martedì 27 ottobre, Identità Future vorrà dire quasi mille metri quadrati (padiglione 4) dedicati tanto alla scoperta di nuovi macchinari, tecniche e tecnologie per la cucina, la ristorazione e il food in generale, quanto a un temporary restaurant che, sulla scorta della felicissima esperienza di quell’Identità Expo avviata verso il trionfo finale tra qualche giorno, vedrà alternarsi cinque grandi chef, uno diverso ogni pranzo. 

Abbiamo già parlato dell’Importanza di Host, vero e proprio punto di riferimento mondiale del settore (leggi qui) e del programma di lezioni previsto a Identità Future (leggi qui).l Non resta che soffermarci ora sull’attività del temporary restaurant.

Nell’area ristorativa d’Identità Future si altereranno invece ogni giorno chef italiani di fama internazionale (inutile sottolineare la stella di Davide Scabin…), che per 50 euro bevande e caffè compresi proporranno un light-menu di estrema qualità, così composto. Si inizierà con un piatto freddo di carne cruda garantita dalla macelleria Annunciata di Milano, il tempio della carne di qualità; dunque carpacci e tartare accompagnate da verdure fresche. Per i vegetariani sarà anche disponibile, al posto della carne, uno sformatino di verdure.

Poi, come portata principale, un piatto-simbolo, caldo, dello chef ospite, vero viaggio tra le ricette d’autore all’italiana, occasione di delizia. Infine un dolce all’insegna del cioccolato, firmato Gianluca Fusto, uno dei grandi pasticceri tricolori.

Ecco l’elenco degli chef (due turni a pranzo, ore 12,30 e 14. Prenotazioni: identitahost@identitagolose.it). Resident chef: Mimmo Della Salandra (ristorante Taglio - Milano) con lo chef Michele Citro. Guest chefs: venerdì 23, Mimmo Della Salandra (Taglio - Milano); sabato 24, Elio Sironi (Ceresio 7 - Milano); domenica 25 Davide Scabin (Combal.Zero - Rivoli); lunedì 26, Andrea Ribaldone e Domenico Schingaro (I Due Buoi - Alessandria); martedì 27 Cesare Battisti (Ratanà - Milano). Dessert a cura di Gianluca Fusto.

Il rendering di Identità Future

Il rendering di Identità Future

Grandi cuochi, dunque. Ma Identità Future si caratterizzerà anche per il rinnovato sodalizio di identità Golose con i più bei marchi che ruotano attorno al mopndo del food. A iniziare dai due main sponsor, ossia S.Pellegrino, che sarà presente con una Lounge dedicata e uno Sparkling Bar, e Berto’s, che firma la cucina del ristorante e il blocco cucina della zona lezioni.

Numerosi anche gli altri brend che hanno siglato la partnership con noi. Eccone una rapida carrellata. Ci sarà Bragard, con uno specifico spazio espositivo. Firma le giacche e i grembiuli degli chefs e del personale di sala; Lavazza fornisce il caffè di fine pasto ed è al centro di una lezione interessantissima, venerdì 23. Poi i tanti altri marchi che a Identità Future presenteranno i loro nuovi ritrovati per la ristorazione: Tecfrigo, Gaya Innovation, Irinox, Hoshizaki, Unox, Winterhalter, Rational (i forni del ristorante), Caraiba (fornisce anche piatti e bicchieri), Besser Vacuum (fornisce anche la macchine per il sottovuoto a disposizione degli chef), le pentole di Ballarini. E ancora: Gold Plast mette a disposizione tutti gli accessori in plastica per le lezioni, Masa firma i tovagliati per il ristorante, Tecnodom gli armadi frigo, Sanelli i coltelli professionali, Mepra le posate, Sirman microonde, planetaria e altri piccoli elettrodomestici, Lagostina la pentole a pressione scelta da Scabin per la sua lezione, Napkin le salviettine rinfrescanti.

Ma Identità Future si avvale anche della collaborazione di Berlucchi (vino), Monograno Felicetti (pasta), Ecor Naturasi (verdure), Valrhona (cioccolato), Petra (il pane fresco), Le Naturelle (uova), Coppini Arte Olearia (olio), Riso Zaccaria (riso), Tomato Farm (passata di pomodoro), Consorzio Tutela Aceto Balsamico (aceto balsamico), macelleria Annunciata (carne), Centrale del Latte di Alessandria e Asti (latte e burro) e infine Selecta, con il suo grande catalogo.


Rubriche

Primo piano

Gli appuntamenti da non perdere e tutto ciò che è attuale nel pianeta gola