15-04-2023

Le novità di BWH Hotel Group Italia: internazionale, sostenibile e innovativo

Il gruppo ha presentato i risultati del 2022 e la strategia del 2023, delineando le tendenze del nuovo viaggiatore, che non rinuncia a una vacanza nemmeno in tempi d’inflazione

Internazionalizzazione, sviluppo, customer experience, sostenibilità, innovazione e partecipazione. BWH Hotel Group Italia, realtà alberghiera presente in tutto il mondo in oltre 100 Paesi con 4.500 strutture (170 in Italia) divise tra Best Western, WorldHotels, SureStay, riunisce oggi hotel 4 e 5 stelle adatti a diverse fasce d’età e prezzo, offrendo servizi di qualità studiate sulle esigenze dei viaggiatori contemporanei, sempre più attenti a soluzioni di soggiorno personalizzate e determinati a non rinunciare a concedersi una vacanza nonostante l’inflazione, cercando piuttosto modalità alternative per spostarsi e soggiornare, preferendo per esempio spostamenti in bassa stagione o riducendo le notti di viaggio.

Sara Digiesi, ceo di BWH Hotel Group Italia, realtà alberghiera presente in tutto il mondo in oltre 100 Paesi con 4.500 strutture (170 in Italia) divise tra Best Western, WorldHotels, SureStay.

Sara Digiesi, ceo di BWH Hotel Group Italia, realtà alberghiera presente in tutto il mondo in oltre 100 Paesi con 4.500 strutture (170 in Italia) divise tra Best Western, WorldHotels, SureStay.

A presentare la nuova strategia è stata Sara Digiesi, ceo del Gruppo che ha anche raccontato i dati di performance dell’anno appena trascorso. Punto di partenza l’indagine BVA Doxa “Small Travellers: gli italiani, gli hotel, i viaggi nel 2023”, sulle tendenze dei viaggiatori, frutto di oltre 2.000 interviste online su viaggiatori leisure e business. «Le evidenze della ricerca riportano il viaggio al centro dell’esperienza, indistintamente su tutte le destinazioni», spiega Digiesi. A fargli eco Simone Pizzoglio, head of Finance &Utilities BU di BVA Doxa: «Gli italiani vogliono continuare a viaggiare anche in tempi di inflazione, cercando e adottando soluzioni per non ridurre la durata o la frequenza dei propri viaggi di piacere».

Si riconfermano le classiche 3 ‘P’ le stelle polari di scelta di una camera d’hotel, sicuramente per gli italiani, ovvero Prezzo, Pulizia, Posizione. «Quando scelgono una sistemazione alberghiera cercano pulizia - primo e più citato elemento di importanza da 7 Italiani su 10, il miglior rapporto qualità prezzo e la posizione strategica. Si conferma il bleisure, ossia sfruttare occasioni di viaggio di lavoro per “agganciare” dei momenti privati: il 55% dei business travellers dice di averlo fatto nelle ultime trasferte», sostiene Pizzoglio. Se il buon rapporto qualità/prezzo si conferma il principale driver di scelta, per i business travellers in particolare l’affidabilità del brand è molto importante, come la vicinanza del parcheggio e la qualità della prima colazione.

In questo scenario, gli aspetti più graditi dagli intervistati dopo un soggiorno in un hotel Best Western in Italia, sono il buon rapporto qualità prezzo (49%), l’accoglienza e la cordialità dello staff (39%), la posizione strategica a pari merito con la qualità della colazione (30%), la pulizia e il rispetto delle norme sanitarie (27%). La nuova strategia di BWH gioca sulla forza di essere oggi un gruppo internazionale, capillarmente presente sul territorio, fondato sui valori di qualità e attenzione e rispetto per le persone e l’ambiente. A dar ragione alle politiche scelte finora è sicuramente il risultato della performance del 2022: il Room Revenue B&B degli hotel del gruppo ha superato quota 320 milioni di euro, con oltre 4,2 milioni di presenze, con un RevPar (revenue per available room/fatturato per camera disponibile) medio annuo del gruppo cresciuto mediamente del 14% rispetto al 2019.

Si diceva che l’internazionalizzazione è uno dei capisaldi della strategia di sviluppo, questo perché è in grado di generare per gli alberghi domanda da bacini lontani attraverso relazioni e accordi, connessioni distributive e la forza del loyalty program. La nuova strategia di sviluppo del gruppo prevede nel dettaglio quattro nuovi orientamenti: resort destinations, design & positioning, development deal per gruppi di gestione e proposizione di marchi lifestyle. Centrale è la customer experience, con la ‘costruzione’ della soddisfazione del cliente grazie alla professionalità e attitudine del personale, a spazi e servizi ben concepiti, all’uso funzionale della tecnologia e alle connessioni con un territorio. Discorso a parte merita il tema della Sostenibilità, costituito da un nuovo reparto, con iniziative concrete come il progetto Stay for The Planet o il nuovo progetto Responsible Supply atteso nell’autunno 2023, un’iniziativa che coinvolge tutta la filiera.


Hôtellerie

Radiografia, notizie e curiosità sugli hotel e le locande più importanti in Italia e nel mondo.

Elisabetta Canoro

a cura di

Elisabetta Canoro

Giornalista professionista, è consulente di Identità Golose, vice direttore di The CUBE Magazine e collaboratrice di AD Architectural Digest italia e Panorama. Autrice di guide e di libri editi da WhiteStar e Marco Polo

Consulta tutti gli articoli dell'autore