Tu come loro

Volata finale per le candidature alla settima edizione del Premio Birra Moretti Grand Cru. C'è tempo fino al 10 luglio

30-06-2017

I vincitori delle passate edizioni del Premio Birra Moretti Grand Cru. Edizione 2011: Giuliano Baldessari, chef del ristorante Aqua Crua di Marano Vicentino; edizione 2012: Christian Milone, chef della Trattoria Zappatori, Pinerolo; edizione 2013: Luigi Salomone, allora sous-chef del ristorante Marennà, Sorbo Serpico; edizione 2014: Davide Del Duca, chef dell’Osteria Fernanda, Roma; edizione 2015: Riccardo Gaspari, chef de El Brite de Larieto, Cortina d'Ampezzo; edizione 2016: Giuseppe Lo Iudice, chef del Retrobottega, Roma

Appassionati e non del mondo della birra, l’occasione offerta dal Premio Birra Moretti Grand Cru è davvero unica per imparare ad amare un prodotto che non è solo una bevanda ma a tutti gli effetti, un ingrediente anche per l’alta ristorazione. Poche regole, tanta libertà e tutto l’estro di chef e sous-chef under 35 nell’esprimere la propria identità e filosofia di cucina in ricette, che valorizzino il talento e la creatività.

Giunto alla sua settima edizione, il concorso promosso dalla Fondazione Birra Moretti in collaborazione con Identità Golose ha lo scopo di valorizzare il grande patrimonio di giovani cuochi, portando alla ribalta chi, un giorno, farà la storia della ristorazione italiana. Anzi, soffermandosi alla storia di questo premio, non possono passare sotto silenzio i grandi risultati dei sei vincitori che oggi calcano i palchi di congressi internazionali e ricevono svariati riconoscimenti.

Giuliano Baldessari, chef di Aqua Crua e vincitore della prima edizione del 2011, non è solo uno chef stellato ma anche giurato del programma tv Top Chef Italia. Il suo successore, Christian Milone è stato tra i relatori di Identità Golose in più occasioni, ha pubblicato un libro Io odio cucinare con Mondadori oltre ad aver ricevuto la stella Michelin con la sua Trattoria Zappatori, come Luigi Salomone di Piazzetta Milù e vincitore dell’edizione 2013.

Grandi sono le conquiste anche di Davide Del Duca (Osteria Fernanda), che si è aggiudicato la quarta edizione, e che è stato protagonista di una campagna di promozione sulle bottiglie di Birra Moretti Ricetta Originale nel 2015.

Del Duca e il vincitore del 2016, Giuseppe Lo Iudice, di Retrobottega, sono portavoce di una nuova generazione di chef, che portano avanti progetti di ristorazione innovativi che stanno attirando l’attenzione non solo della stampa di settore ma anche del grande pubblico. Non da meno è Riccardo Gaspari di El Brite che, vincendo nell’anno di Expo, ha riportato alla ribalta l’abbinamento pizza e birra ma in una chiave gourmet e di perfetta sostenibilità con il territorio montano che lo ospita.

Ma il concorso è ancora più di questo. La Fondazione Birra Moretti e Identità Golose promuovono un evento che è un percorso lungo 8 mesi durante i quali i partecipanti studiano una ricetta con la birra in ingrediente e in abbinamento, attraversano una prima fase di selezione. I dieci finalisti si sottopongono al giudizio del pubblico in un voto popolare e il 6 novembre a quello di una giuria di chef stellati e sommelier di stimata professionalità. Il viaggio però, non finisce qui perché il vincitore ha l’opportunità di vincere attrezzature indispensabili per realizzare il proprio sogno di aprire un ristorante, oppure continuare la propria formazione vivendo un’esperienza unica in alcuni tra i più importanti ristoranti stellati d’Europa.

L'ultimo premiato, Giuseppe Lo Iudice

L'ultimo premiato, Giuseppe Lo Iudice

Quindi… perché esitare ancora e non provare a vivere questa bellissima esperienza? Avete tempo fino alle 23.59 del 10 luglio prossimo per leggere il regolamento (clicca qui) e inviare la seguente documentazione:

  1. La ricetta con ingredienti e descrizione delle fasi di preparazione
  2. L’utilizzo della birra come ingrediente e l’abbinamento piatto/birra
  3. Massimo 3 foto del piatto
  4. Scheda con i dati personali
  5. CV con esperienza professionale e titoli di studio conseguiti

Il tutto dovrà pervenire in forma anonima, ossia inviata separatamente dai dati anagrafici via posta elettronica all’indirizzo claudia.orlandi@magentabureau.it oppure tramite posta ordinaria (Magenta Srl – Premio Birra Moretti Grand Cru, corso Magenta 46 – 20123 Milano). Buona fortuna.


Rubriche

Primo piano

Gli appuntamenti da non perdere e tutto ciò che è attuale nel pianeta gola