Ancora pizza, ancora bontà

Pummà, la Peppina, Filippo Mud e il nuovo Retrobottega. Sono gli ultimi quattro nuovi ingressi della Guida di Identità Golose

28-04-2018
Una delle buonissime pizze di Pummà a Milano, la

Una delle buonissime pizze di Pummà a Milano, la nuova creatura di Beniamino Bilali, asso dei lievitati

Il ritorno del pizzaiolo Beniamino Bilali a Milano, la segnalazione di un secondo pizzaiolo (Massimo Gatti) di un'insegna tradizional-creativa sulla via Emilia, un indirizzo nuovo da seguire in Versilia e il volto rivoluzionato di un rampante ristorante romano. Sono le 4 novità nella Guida ai Ristoranti di Identità Golose di questa settimana.

Pummà
(via Caminadella 7, Milano, +39.02.91326066)
Le radici di Beniamino Bilali affondano a Durazzo in Albania. Classe 1985, si mise in luce nella pizzeria di San Patrignano a Coriano, Romagna, per affermarsi nel 2010 nel primo di tanti e ottimi Berberè aperti nel tempo da Matteo Aloe, quello di Castel Maggiore, poco fuori Bologna. Oggi, dopo diverse altre esperienze, Norvegia compresa, Bilali è l'anima di Pummà, quattro insegne, tre italiane, Milano Marittima, Bologna e Milano, e la quarta a IbizaLeggi l'intera recensione di Paolo Marchi

Andrea Forti, Giuseppe Arbusti e Jacopo Malpeli dell'Antica Osteria della Peppina di Alseno (Piacenza)

Andrea Forti, Giuseppe Arbusti e Jacopo Malpeli dell'Antica Osteria della Peppina di Alseno (Piacenza)

Antica Osteria della Peppina
(via Roma 275, Alseno, Piacenza, +39.0523.1905390)
Lungo la via Emilia, il patron Giuseppe Arbusti, lo chef Jacopo Malpeli e Andrea Forti, in cantina da quattro anni, hanno dato vita a un progetto di cucina di alta qualità, in un locale curato e arredato con garbo, un ambiente serale nella scelta dei colori e delle luci, con dehors per la stagione estiva. Si può scegliere tra un menu degustazione creativo, di 12 portate o il percorso 100% territorio, un riassunto del menu creativo o la carta, sempre ben assortita. Lo chef, classe ’82, ha formazione accademica ad AlmaLeggi l'intera recensione di Massimo Gatti

Diego Poli, Filippo Mud a Pietrasanta (Lucca). Foto di Lido Vannucchi

Diego PoliFilippo Mud a Pietrasanta (Lucca). Foto di Lido Vannucchi

Filippo Mud
(via Padre Eugenio Barsanti 45, Pietrasanta, Lucca, +39.0584.70010)
Se chiedo a patron Filippo Di Bartola perché ha voluto chiamare il proprio nuovo locale Filippo Mud, mi dice così: «Perché è la pronuncia di mood (rappresenta il nostro stato d’animo) e al tempo stesso il colore di fondo del locale (mud= fango)». Ci sono insite, in questa risposta, già due caratteristiche dell'insegna di Pietrasanta: la volontà di farne un luogo di ritrovo rilassato e il forte legame con l'arte e il design, dalla scelta dei colori appunto, a quelle delle luci firmate Davide Groppi, alla collaborazione con Tano Pisano. Un'idea intelligente, che anima questo locale nato nel dicembre 2016. Andava innervata di qualità gastronomica. La scelta è stata originale e brillante: Diego Poli, classe 1988, pietrasantese doc... Leggi l'intera recensione di Carlo Passera

Alessandro Miocchi, Retrobottega, Roma

Alessandro Miocchi, Retrobottega, Roma

Retrobottega
(via della Stelletta 4, Roma, +39.06.68136310)
Giuseppe Lo Iudice e Alessandro Miocchi hanno cambiato a Roma ristorante senza avere cambiato sede. Il loro Retrobottega è sempre al 4 di via della Stellata, ma tra dicembre e marzo 2018 sono entrati con le ruspe e lo hanno rifatto da cima a fondo senza cambiarne l'anima. Tutto questo due anni esatti dopo la primissima apertura, 19 dicembre 2015. E, soprattutto, senza snaturarlo, senza annacquarne l'anima e la qualità come accade tante e troppe volte cavalcando l'onda del successo. Leggi l'intera recensione di Paolo Marchi


Rubriche

Guida alla Guida

Tutte le novità della Guida ai Ristoranti d'Italia, Europa e Mondo di Identità Golose