Tutte le ricette di Identità Milano

Sono online le grandi creazioni dei cuochi relatori nel 2012. Un patrimonio da provare a replicare

29-06-2012
Il Salmerino di Alfio Ghezzi, uno dei più bei pia

Il Salmerino di Alfio Ghezzi, uno dei più bei piatti presentati sul palco di Identità Milano 2012. 122 piatti di 78 relatori sono stati fotografati da Francesca brambilla e Serena Serrani e accompagnati dalla rispettiva ricetta, e ora sono disponibili sul nostro sito all'interno della sezione Ricette, insieme alle creazioni delle edizioni precedenti

Galleria fotografica

Mocofava di Rodrigo Oliveira
Il cuturro arricchito...di sapori e colori di Corrado Assenza
Il Cioccolato di Heinz Beck
Faraona non arrosto by Massimo Bottura

Ottava edizione, 78 relatori, 122 piatti presentati sui palchi delle tre sale congressuali, immortalati dalle nostre fotografe Francesca Brambilla e Serena Serrani, da noi pubblicati con la ricetta in accompagnamento e qui consultabili. Numeri che danno l’idea di quanto è stato pensato, creato e presentato alle telecamere di Identità Milano 2012, un’edizione senza precedenti per affluenza, eco e impronta lasciata a pubblico, addetti ai lavori e protagonisti stessi. Pensiamo solo alle creazioni dei grandi della cucina italiana e internazionale, alla Faraona non arrosto di Massimo Bottura, premiata al congresso come Piatto dell’Anno, oppure alle Capesante italo-americane di Claudio Sadler e Missy Robbins, al Mocofava del brasileiro Rodrigo Oliveira e alle Lumache di mare del connazionale Alex Atala. Ci ricordiamo bene le sensazioni lattiche che ci ha fatto suscitare Corrado Assenza, sul palco per una lezione a quattro mani con l’amico Massimiliano Alajmo, e pensiamo all’altro duetto tutto adriatico, o meglio tutto senigalliese, declinato tra pesce e selvaggina di Mauro Uliassi e Moreno Cedroni.

E poi c’è Davide Scabin, che ha inserito gli spaghetti all’interno di un cipollotto, e Carlo Cracco che con Matteo Baronetto ha “sbagliato” una milanese e questo ne è il risultato. Paolo Lopriore invece si è lasciato cullare dai ricordi e, ripensando ai mesi lì trascorsi, è ritornato in Norvegia e ha portato pure noi presentandoci un piatto che sa di freddo, di mare, di iodio e di alghe: il Bygdoy alle 3.

La Battuta di D-Limousine dei fratelli Damini

La Battuta di D-Limousine dei fratelli Damini

Tra le Identità Naturali spiccano il Paesaggio interiore di Pietro Leemann e la cottura sulla terra di Pietro Zito, terra vera e propria dato che Zito l’ha portata direttamente dalla Puglia e ci ha cucinato le verdure. L’Insalata mista del ventenne Lorenzo Cogo, il Pastrami di lingua di Cristina Bowerman, una delle protagoniste della giornata tutta al femminile di Identità Donna e le prodezze al cioccolato di Heinz Beck sono altre creazioni targate "Identità Milano 2012".

E se dal Trentino hanno portato galli forcelli (Alessandro Gilmozzi), salmerini (Alfio Ghezzi) e agnelli (Paolo Donei), i relatori di Identità di Carne hanno risposto con renne svedesi munite di cuore (Björn Frantzén), fiorentine di manzi sudafricani (Giorgio Nava) e battute di Limousine (Giorgio e Gian Pietro Damini). A Milano non sono state perse di vista nemmeno le pizze d’autore, da quella dolce di Simone Padoan e Corrado Assenza a quella Mastunicola di Franco Pepe. Come è bello far la pizza da Verona in giù.