Identità Boston 2017: il debutto in Massachusets

Il nostro esordio nella città più europea d'America. I cuochi e la radiografia della location, il più giovane Eataly Oltreoceano

05-10-2017
I protagonisti di Identità Boston (13 ottobre),

I protagonisti di Identità Boston (13 ottobre), evento che chiuderà la trasferta americana 2017 di Identità: dall'alto a sinistra, Michele CarterMichael Schlow, Chris Fischer e Caterina Ceraudo

Mentre leggete queste righe, lo staff di Identità sarà in volo per la trasferta americana: Chicago (7-8 ottobre), New York (10-12 ottobre) e debutto assoluto per Boston (13 ottobre).

«Il debutto nella capitale del Massachusetts», spiega Paolo Marchi, «ci emoziona perché è la più europea delle città americane. Mi fa venire in mente la Coppa America, i Kennedy. Eleganza e raffinatezza. La celebreremo con una cena che metterà assieme personalità di casa nostra e della città che ci ospita. Cercheremo di sottolineare la qualità degli ingredienti italiani e del nostro senso di ospitalità».

La cena “Great Italy at the Table” uscirà dalle mani di Caterina Ceraudo (Dattilo, Strongoli), miglior chef donna per la Michelin Italia 2017), del contadino-chef Chris Fischer (Bettlebung Farm, Chilmark), di Michele Carter, executive chef del Barbara Lynch Gruppo e di Michael Schlow (Doretta Tavern, Boston). La cena ha un costo di 150 dollari e si acquista online.

Ancora una volta, sarà Eataly a ospitare l’evento, in questo caso lo store aperto dal gruppo Farinetti all'interno del Prudential Center, nel quartiere di Back Bay, il 29 novembre dell’anno scorso. È il quarto varato negli Stati Uniti dopo Eataly Flatiron e Downtown a New York e Eataly Chicago.

Il ristorante Pesce di Eataly Boston, indirizzo Prudential Center, 800 Boylston street

Il ristorante Pesce di Eataly Boston, indirizzo Prudential Center, 800 Boylston street

Eataly Boston ha una superficie di 4mila metri quadrati, spalmati su 3 piani. Dedicato al tema del mare e dei suoi prodotti, espone un ricco repertorio di immagini dedicate alla comunità dei pescatori del New England, con descrizioni delle diverse varietà di pesce locale.

E non solo le immagini, naturalmente, ma soprattutto le materie prime: l’highlights del posto è infatti il “fish of the day”, scelto quotidianamente per il ristorante Pesce secondo rigidi criteri stagionali e sostenibili da Barbara Lynch, cuoca partita dal Southie, il quartiere povero della Boston del Sud, malfamato e governato dal sanguinario boss irlandese JamesWhitey” Burger fino a gestire 7 ristoranti in città (No 9 Park, B&G Oysters, The Butcher Shop, Stir, Drink, Sportello e Menton).

Barbara Lynch, responsabile della cucina di pesce di Eataly Boston. In città gestisce 9 ristoranti (leggi la sua biografia)

Barbara Lynch, responsabile della cucina di pesce di Eataly Boston. In città gestisce 9 ristoranti (leggi la sua biografia)

Eataly Boston contiene 4 ristoranti, 1 Bar Lavazza, uno spazio dedicato al cioccolato, un mercato molto ampio (10mila prodotti) e una Scuola di cucina. Ci sono i ristoranti La Pizza & La Pasta, Il Pesce e La Piazza (snack e aperitivi), La Cucina (cucina regionale italiana) e Terra (il ristorante gourmet).

Leggi anche
Identità Chicago 2017 (7-8 ottobre)
Identità New York 2017 (10-12 ottobre)
 


Rubriche

Primo piano

Gli appuntamenti da non perdere e tutto ciò che è attuale nel pianeta gola