Premio Moretti Grand Cru: Torcasio in finale. Da domani nuovo voto popolare

Il giovane chef calabrese ottiene l'accesso all'ultima prova grazie alle scelte del pubblico. Che torna subito protagonista

15-01-2019 | 07:00
Giuseppe Torcasio, chef del ristorante Ex Trappet

Giuseppe Torcasio, chef del ristorante Ex Trappeto di Lamezia Terme (Catanzaro): è stato scelto dal pubblico come sesto finalista dell'ottava edizione del Premio Birra Moretti Grand Cru. Il vincitore assoluto verrà annunciato durante il Congresso di Identità Golose, a Milano dal 23 al 25 marzo. Dal 16 gennaio alla mezzanotte del 15 febbraio il pubblico potrà scegliere, dopo aver visto i sei video di presentazione dei finalisti, il proprio preferito, votando sull'apposito mini-sito che verrà ospitato dalla piattaforma di Identità Golose

E' ora completa la rosa dei partecipanti che si sfideranno per aggiudicarsi l'ottava edizione del Premio Birra Moretti Grand Cru. La prima piattaforma di talent scouting di giovani talenti della cucina under 35, promossa dalla Fondazione Birra Moretti e Identità Golose, ha visto sfidarsi le ricette di cuochi di tutta Italia che prevedevano l’utilizzo della birra in ingrediente e in abbinamento. Inizialmente, sfidati sul inviare una propria ricetta a tema Creatività e birra a tavola, hanno risposto in 129 tra chef, sous-chef e capi partita di tutti Italia raccontando le loro tradizioni e diversi stili di cucina. Ciascuna ricetta ha visto l’utilizzo in ingrediente e in abbinamento una delle referenze della famiglia Birra Moretti.

A metà settembre 2018, una giuria composta da Paolo Marchi – ideatore di Identità Golose -, Viviana Varese - chef del ristorante Alice, Milano - e Nicola Dell’Agnolo – maitre e sommelier de Il Luogo di Aimo e Nadia di Milano - ha selezionato 10 ricette meritevoli di accedere alla fase successiva, la semifinale (che si è tenuta per la prima volta in questi otto anni di vita del Premio). Il 19 novembre scorso, negli spazi di Identità Golose Milano, una nuova giuria formata da Claudio Sadler (Sadler, Milano), Giancarlo Morelli (Osteria del Pomiroeu, Seregno e Morelli all'Hotel Viu, Milano), Nicola Dell’Agnolo con i patron del Premio Alfredo Pratolongo (Presidente Fondazione Birra Moretti) e Paolo Marchi, ha avuto il compito di valutare i 10 piatti non soltanto seguendo i criteri evidenziati dal regolamento – presentazione del piatto, gusto, originalità, utilizzo dell’ingrediente birra, abbinamento ricetta/birra in accompagnamento, equilibrio generale, cultura birraria -, ma ascoltando dagli stessi autori della ricetta le motivazioni delle loro scelte di abbinamento e di lavorazione degli ingredienti. 

Foto scattata alla semifinale dello scorso 19 novembre, con giudici e concorrenti 

Foto scattata alla semifinale dello scorso 19 novembre, con giudici e concorrenti 

I 5 piatti semifinalisti sono stati: Alici di Cetara affumicate, caviale di colatura, gelèe alla Birra Moretti e meringa di pane croccante di Alberto Francesco Wengert, sous chef della Locanda del Borgo di Telese Terme (Benevento); Pecora, birra, ostrica e mela di Giuseppe Milana, chef del ristorante Umami di Roma; La zucca incontra i Grani Antichi di Davide Marzullo, sous chef del ristorante The Market Place di Como; Baccalà.it di Salvatore Avallone, chef del Cetaria Ristorante di Baronissi (Salerno); Petto di quaglia, caramello di IPA e Le Rosse di Fabrizio Gagliardi, sous chef de La Posta Vecchia Hotel di Palo Laziale (Ladispoli, Roma). 

Alfredo Pratolongo, Presidente della Fondazione Birra Moretti, al centro con i cinque semi-finalisti che non hanno passato la prima selezione dell'ottava edizione del Premio Birra Moretti Grand Cru

Alfredo Pratolongo, Presidente della Fondazione Birra Moretti, al centro con i cinque semi-finalisti che non hanno passato la prima selezione dell'ottava edizione del Premio Birra Moretti Grand Cru

I 5 semifinalisti che non ce l'hanno fatta si sono poi affidati al voto popolare: è stato infatti il pubblico a scegliere il migliore tra loro, consentendo a questo sesto giovane cuoco di staccare l'ultimo biglietto disponibile per la finalissima 2019: l'ha spuntata il ventitreenne Giuseppe Torcasio, chef del ristorante Ex Trappeto di Lamezia Terme (Catanzaro), con Melanzana, birra, pere, lievito e prezzemolo in abbinamento a Birra Moretti Grani Antichi. I voti complessivi per questa selezione sono stati 6.500 circa. 

Melanzana, birra, pere, lievito e prezzemolo di Giuseppe Torcasio, chef del ristorante Ex Trappeto di Lamezia Terme (Catanzaro)

Melanzana, birra, pere, lievito e prezzemolo di Giuseppe Torcasio, chef del ristorante Ex Trappeto di Lamezia Terme (Catanzaro)

Ora fra queste 6 giovani promesse della cucina italiana si cela il prossimo vincitore, che si porterà a casa un premio del valore di 10mila euro. Ma oltre al vincitore assoluto, che verrà scelto da una giuria d'eccezione e annunciato durante il prossimo Congresso milanese di Identità Golose (dal 23 al 25 marzo 2019), ce ne sarà anche un altro, decretato dal voto online. Torna dunque la parola al pubblico, che da domani, mercoledì 16 gennaio e fino alle 24:00 del 15 febbraio, potrà votare il proprio preferito.

E potrà basarsi sui video di presentazione autoprodotti dai 6 finalisti del Premio Birra Moretti Grand Cru: saranno visibili sull'apposito mini-sito all'interno della piattaforma www.identitagolose.it e guideranno gli spettatori nel mondo di questi giovani talenti, un mondo fatto di creatività, colore e gusto. Stili diversi che si ritrovano speculari tanto nello storytelling del video quanto nel piatto che hanno ideato. Fra tutti coloro che avranno votato online le ricette finaliste verrà estratto un fortunato, che si aggiudicherà una cena, per due persone, in un ristorante di cucina d’autore. Il ristorante sarà selezionato fra i più rinomati della zona di residenza del vincitore. 

Oltre al vincitore assoluto e a quello decretato dal voto online, la giuria che si riunirà a marzo conferirà una menzione speciale per la miglior interpretazione della birra come ingrediente e una menzione speciale per la miglior interpretazione della birra come abbinamento. 


Rubriche

A tutta birra

Le ricette e i migliori momenti della seconda edizione del Premio Birra Moretti Grand Cru